Terrore a Londra, terroristi attaccano a London Bridge

LONDRA – Terrore nel cuore di Londra colpita da due attacchi in zone vicine a London Bridge (dove un pulmino avrebbe investito alcuni pedoni uccidendone due secondo il Telegraph), Borough Market e Vauxhall. Scotland Yard parla ufficialmente di terrorismo. In particolare la polizia afferma che gli episodi a London Bridge e a Borough Market sono collegabili a questa matrice, mentre l’accoltellamento a Vauxhall sarebbe slegato dagli altri due attacchi.

Gli aggressori, stando alla prima ricostruzione die fatti, sarebbero tre, di sesso maschile e armati con coltelli le cui lame apparivano lunghe attorno ai 30 centimetri. Questo sarebbe l’identikit, descritto ai media da alcuni testimoni oculari, delle persone hanno agito a Londra, seminando il panico a London Bridge e verosimilmente anche a Borough Market. Secondo i testimoni i tre sospetti sono forse scesi dal pullmino coinvolto nel presunto attacco di London Bridge. Ed infatti, alcuni testimoni hanno riferito a SkyNews che l’uomo alla guida del pulmino ne avrebbe poi aggredite altre a coltellate.
In precedenza, si era parlato di spari. Non è chiaro se possano essere venuti dallo stesso presunto aggressore o da agenti di polizia intervenuti sul posto.

“Run, hide, tell”: scappate, nascondetevi e riferite. Così Scotland Yard in un tweet rivolto alle persone che si trovano nella zona dei presunti attacchi nel centro di Londra. In un successivo messaggio, è stato rivolto poi un invito a cercare di mantenersi “calmi, ma vigili”. Scene di panico e di angoscia sono state mostrate dai media e sui social fra passanti e turisti di varia nazionalità.