Carreño: “La Procuratrice mostra segni di pazzia”

CARACAS – Pedro Carreño è un deputato famoso pe le affermazioni che destano stupore. E forse non soltanto stupore. Questa volta l’obiettivo è la Procuratrice. Carreño chiederà al Tribunale Supremo di Giustizia che convochi una giunta medica per valutare lo stato psicologico di Luisa Ortega Diaz, per salvaguardare la Repubblica da “danni maggiori”. Danni, che secondo Carreño stanno producendo le affermazioni pubbliche della Procuratrice riguardo le sue mansioni e quanto sta accadendo nel paese.
In una intervista concessa alla televisione di Stato (Venezolana de Television), il deputato del Psuv ha dichiarato che Ortega Diaz si è convertita nella portavoce politica del Tavolo Dell’ Unità Democratica perché ha affermato irresponsabilmente che sarebbe stato un lacrimogeno la causa della morte del giovane Pernalete, affermazione che, secondo il deputato, giustifica gli atti di terrorismo che si provocano durante le proteste.
E Carreño ha aggiunto che la Procuratrice deve soffrire di infermità mentale perché non si capisce come nel 2014 abbia condannato le barricate come metodo di protesta mentre ora nemmeno le menziona.
Ha pure proposto che se la Procuratrice non sta bene di testa sarebbe meglio rinchiuderla perché “questa Signora può portare il paese ad una guerra civile oppure a creare le condizioni per un intervento straniero”.