Sul tavolo le buste per l’Alitalia, Delta osserva da lontano

Pubblicato il 05 giugno 2017 da ansa

(ANSA/AP Photo/Antonio Calanni, File)

ROMA. – Il primo step della procedura di vendita di Alitalia è fatto. Sono scaduti i termini per la presentazione delle manifestazioni di interesse, ma c’è grande attesa per conoscere in dettaglio i numeri e i nomi dei mittenti. Niente di ufficiale, i commissari hanno assunto un vincolo di riservatezza, ma secondo alcune fonti sarebbero poco meno di venti le buste arrivate presso lo studio del notaio Nicola Atlante.

Non tutte però avrebbero solidi requisiti di sostenibilità e il numero iniziale si potrebbe alla fine ridurre di molto, forse a poco più di una manciata: le buste verranno aperte domani, quando inizierà anche l’esame delle offerte per vedere quali possiedono i requisiti di idoneità. Qualche indicazione intanto arriva direttamente dai potenziali interessati, con la statunitense Delta che fa sapere di monitorare la situazione della compagnia italiana e il partner arabo Etihad che apre ad un possibile rafforzamento dei legami.

Delta, che nei giorni scorsi è stata tirata in ballo da indiscrezioni di stampa che la davano tra i potenziali interessati, oggi conferma di avere acceso da tempo un faro sulla compagnia italiana: continuiamo “a monitorare i progressi di Alitalia da quando è entrata nel processo di amministrazione” straordinaria, spiega a Bloomberg la compagnia statunitense che è già partner di Alitalia nella joint venture transatlantica insieme ad Air France-Klm. Mentre Etihad, che nel 2014 è entrata con il 49% nell’aviolinea italiana, assicura che continuano ad esserci “forti legami” e si dice pronta ad esplorare “tutte le opzioni per mantenerli e potenzialmente rafforzarli”.

Lufthansa conferma invece di non essere interessata a queste condizioni: “La nostra posizione su Alitalia non è cambiata”, spiega un portavoce, che replica con un ‘no comment’ alla richiesta se sia stata presentata una manifestazione di interesse. Si sono invece già sfilate nei giorni scorsi alcune low cost: Ryanair, che ha detto chiaramente di non essere interessata ad acquistare Alitalia, e anche Norwegian, che ha assicurato che non avrebbe presentato un’offerta.

A questo punto i tre commissari, Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari, invieranno ai soggetti idonei una ‘lettera di procedura’ che fisserà i termini, le modalità ed i contenuti per le offerte non vincolanti. Verso metà giugno dovrebbe essere aperta la ‘data room’, dove gli interessati potranno visionare le carte e i dati riservati riguardanti l’azienda.

L’obiettivo dei commissari è di avere le offerte non vincolanti a fine luglio, per poi valutare un’eventuale gara per arrivare alle offerte vincolanti ad ottobre. Parallelamente al dossier della vendita, i commissari intanto lavorano sui risparmi (dopo i 100 milioni già ottenuti dai contratti derivati per il carburante, ora sul tavolo ci sono quelli sui leasing degli aerei) e sulla messa a punto del piano industriale che, ha spiegato qualche giorno fa in un’intervista Paleari, verrà presentato entro fine luglio e si baserà su due assi: differenziazione ed efficientamento.

Lavori in corso anche sul fronte del costo del personale, con un doppio appuntamento in settimana: mercoledì infatti dovrebbe svolgersi l’incontro al Ministero del lavoro sulla procedura per la cigs aperta dai commissari con un impatto pari al costo di 1.358 dipendenti; mentre giovedì azienda e sindacati inizieranno il confronto per il rinnovo del contratto di settore. Intanto resta alta la preoccupazione dei sindacati.

Per Alitalia “ci vuole un partner che investa e non veda la compagnia come uno spezzatino dal quale prendere i pezzi pregiati”, avverte la segretaria generale della Cisl, Anna Maria Furlan. Mentre la leader della Cgil Susanna Camusso chiede che sulla crisi Alitalia non si ripeta “il film che abbiamo visto su Ilva”, in particolare “occorre valutare i paletti che vengono messi nel momento in cui si passa dalle manifestazioni di interesse alle offerte vere: quindi unicità del gruppo, tenuta dell’occupazione, piano industriale”.

(di Enrica Piovan/ANSA)

Ultima ora

04:57Usa:stop Trump a piano residenza temporanea 60.000 haitiani

NEW YORK - L'amministrazione Trump mette fine al programma di residenza temporanea concesso a 60.000 haitiani dopo il terremoto. Lo stop entrera' in vigore nel luglio del 2019 alla luce del fatto che Haiti - spiega l'amministrazione - ha compiuto significativi progressi dal terremoto del 2010.

04:50Kosovo: ballottaggi municipali, Pristina a nazionalisti

PRISTINA - Sara' con ogni probabilita' Shpend Ahmeti, rappresentante del movimento nazionalista 'Autodeterminazione', il nuovo sindaco di Pristina, la capitale del Kosovo che e' stata una delle 19 citta' dove domenica si e' votato per i ballottaggi delle municipali. Lo ha reso noto la commissione elettorale, che ha diffuso i dati ancora preliminari del secondo turno delle amministrative. I risultati definitivi si avranno solo dopo l'arrivo per posta delle schede dall'estero e il conteggio di quelle relative a elettori autorizzati a votare in Comuni diversi da quello di residenza.

04:47Argentina: rumore rilevato non di sommergibile, Marina

BUENOS AIRES - Il rumore rilevato nella zona dell'Atlantico sud dove si svolgono le ricerche del sottomarino San Juan disperso ''non corrisponde a quello di un sommergibile''. Lo ha reso noto il portavoce della marina argentina, Enrique Balbi.

01:53Charlie Rose accusato molestie, sospeso

(ANSA) - NEW YORK, 20 NOV - Lo scandalo delle molestie sessuali travolge anche Charlie Rose, lo storico giornalista americano. Cbs lo sospende e la Pbs blocca la produzione e la distribuzione dello suo show per accuse di molestie sessuali da parte di otto donne.

22:41Inviato proiettile con missiva a sindaco Lega di Cascina

(ANSA) - CASCINA (PISA), 20 NOV - Una lettera anonima di minacce e di poche righe contenente un proiettile calibro 28 è stata recapitata stamani al sindaco leghista di Cascina (Pisa), Susanna Ceccardi. Lo ha reso noto lo stesso sindaco spiegando all'ANSA di "non essere al momento in grado di valutare se è davvero pericolosa o meno, ma che comunque non rinuncerò alla mia azione politica". Nella missiva c'è scritto: "Con il tuo razzismo non andrai da nessuna parte. Accetta questo nostro pensiero. Ripuliremo Cascina dalle merde come te". La lettera anonima è stata recapitata in Comune e aperta dall'ufficio protocollo dell'amministrazione cascinese. Il foglio è stato subito consegnato ai carabinieri che l'hanno inviata alla polizia scientifica per effettuare tutti i rilievi del caso. "Io sono convinta - ha concluso Ceccardi - di non essere razzista, ma solo di voler lavorare al servizio dei miei concittadini. E il mio impegno politico a favore prima di tutto degli italiani proseguirà".

22:28Coppa America: ecco nuove barche,monoscafi da oltre 22 metri

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - La 36/a edizione dell'America's cup di vela è cominciata con un salto nel futuro, ma senza rinnegare in toto il passato. Non si tratta di un compromesso tecnologico, ma di una scelta ben precisa, che precede una mini-rivoluzione sostanziale. Da Auckland, nella serata italiana, è rimbalzata la notizia della scelta ufficiale delle nuova barca, da parte di Emirates team New Zealand, il 'defender' del più prestigioso e antico trofeo velico, la cui fase finale si disputerà nel 2021 proprio in Nuova Zelanda. Frutto del lavoro condiviso tra i progettisti del team 'kiwi' e quelli di Luna Rossa, 'challenger of record' (con il guidone del Circolo della vela Sicilia di Palermo) e quindi primo sfidante ufficiale dell'edizione che verrà, la nuova imbarcazione, denominata Ac75, è in realtà un monoscafo rivoluzionario, della lunghezza di 22,86 metri, dotato di appendici (foil) lunghe oltre cinque metri ciascuna, che promettono velocità e spettacolo in ogni condizione di vento, ma anche di mare.

20:51Coniugi uccisi: sottoposto a fermo figlio vittime

(ANSA) - NAPOLI, 20 NOV - E' stato sottoposto a fermo Graziano Afratellanza, per il duplice omicidio dei suoi genitori, la scorsa notte a Parete, nel Casertano. A suo carico sono stati raccolti gravi indizi. In particolare sin dai primi accertamenti è risultato che i due ottantenni erano stati sgozzati con una lama di 14-15 centimetri mentre dormivano. L'esame esterno ha subito fatto ipotizzare ad un'aggressione: il figlio, unico convivente delle vittime si era reso sin da subito irreperibile a bordo della proprio automobile. Durante le indagini trovato abbandonato lungo una strada sterrata, il coltello a lama liscia compatibile con quella dell'omicidio. (ANSA).

Archivio Ultima ora