Londra: Trump continua ad attaccare ma Khan lo snobba

Il sindaco di Londra, Sadiq Khan
Il sindaco di Londra, Sadiq Khan

NEW YORK. – Sull’asse Washington-Londra c’è un duello che va avanti da mesi. E’ quello tra Donald Trump e Sadiq Khan. Non ci potrebbero essere due personalità politiche più diverse: da una parte il presidente Usa fautore di una stretta sulla sicurezza che passa soprattutto per la linea dura sull’immigrazione; dall’altra il sindaco della capitale britannica paladino dell’accoglienza, dell’integrazione e del carattere multiculturale della sua metropoli.

A riaccendere le tensioni tra i due la strage londinese di sabato sera, con Trump che anche nelle ultime ore è tornato ad attaccare Khan su Twitter, definendolo “patetico”. Il riferimento è a quella che il presidente Usa definisce la ‘non risposta’ di Khan, accusato nel primo tweet dal tycoon di sottovalutare il rischio terrorismo.

E come ieri, il sindaco laburista ha però deciso ancora una volta di snobbare l’affondo di Trump: “Nulla è cambiato da ieri”, si è limitata a commentare una sua portavoce, spiegando che “il sindaco è impegnato a occuparsi dell’attacco terroristico orribile e vile di sabato e a lavorare con la polizia, i servizi di emergenza e il governo al fine di garantire la sicurezza di Londra”.

Intanto, mentre cresce la polemica per le continue ‘tempeste di tweet’ del presidente, sull’asse Londra-New York va in scena la solidarietà tra sindaci. Così Bill de Blasio – anche lui con un tweet – si schiera al fianco di Khan esprimendogli solidarietà: “Il sindaco Sadiq Khan sta facendo un lavoro straordinario nel sostenere i londinesi in questo momento. L’attacco del presidente Trump è inaccettabile”, scrive de Blasio, che alcuni commentatori danno come possibile avversario del tycoon alle elezioni presidenziali del 2020.