Terremoto:consegna casette, nervosismo a Arquata del Tronto

(ANSA) – ASCOLI PICENO, 6 GIU – Momenti di nervosismo a Pescara del Tronto, tra i terremotati che aspettavano l’assegnazione, a causa del ritardo con cui è arrivato il notaio incaricato di presiedere al sorteggio delle 26 Sae, le prime che saranno consegnate nelle Marche. “È da aprile che aspettiamo”, ha brontolato qualcuno e qualcun altro protestato: “è l’ennesima presa in giro”. “Come ci sentiamo? Arrabbiati e depressi, ecco come ci sentiamo!”. La signora Anna è una tra le persone più tranquille in attesa davanti al modulo sede provvisoria del Comune di Arquata del Tronto, nella frazione di Borgo. “Siamo arrivati qui, aspettando, di 15 giorni in 15 giorni”. La signora Elsa ha mostrato mostra ai giornalisti la confezione di un medicinale, probabilmente un ansiolitico. “Io dal 24 agosto sto così”. Entrambe le donne si sono sistemate ad Ascoli con il Cas. “Io e mio marito non siamo tipi da albergo – spiega Anna – e poi noi siamo montanari, ad Ascoli fa caldo, vogliamo tornare qua”.

Condividi: