L’italo-venezuelano Stifano lascerà lo Zamora al termine dell’Apertura

CARACAS – Fulmine a ciel sereno in casa Zamora: l’allenatore italo-venezuelano Francesco Stifano annuncia che al termine dell’octagonal lascerá la formazione bianconera, con la speranza di aver prima disputato la finale.
“Al termine del Torneo Apertura, non saró piú l’allenatore dello Zamora. É una decisione personale. Resteró fino all’ultima gara del semestre, spero che sia la finale. Da oggi in poi, solo parleró di temi sportivi” ha dichiarato l’allenatore nato 36 anni fa a Caracas.

Lo Zamora sotto la guida tecnica di Francesco Stifano ha conquistato la sua terza estrella dopo aver battuto nella finale scudetto lo Zulia. In questa stagione la formazione llanera si é qualificata facilmente all’octagonal grazie ai 30 punti conquistati in 17 gare disputate, durante le quali ha ottenuto 8 vittorie, 6 pareggi e 3 sconfitte.

Questa prestazione ha permesso agli Stifano Boys di chiudere al terzo posto la regular seasson del Torneo Apertura. Nell’octagonal, i bianconeri di Barinas sono stati battuti per 3-1 in trasferta dal Monagas, nella gara d’andata dei quarti di finale. Risultato che la squadra llaneras potrebbe ribaltare tra le mura amiche dello stadio La Carolina. Fin qui tutto bene, il problema dello Zamora é stato oltre le frontiere.

In questo semestre, la squadra di Barinas ha parteciato alla Coppa Libertadores dove ha affrontato Gremio, Guaraní e Deportes Iquique senza conquistare punti. In sei gare disputate ha segnato 6 reti e ne ha subite 20.

“Voglio ringraziare i tifosi di Barinas per tutto l’amore e l’affetto che mi hanno dato. Ringrazio anche la dirigenza della squadra che ha creduto in me e mi ha permesso di essere qui” ha dichiarato l’allenatore di origine italica che da molti esperti in materia é soprannominato il Guardiola venezuelano.

Durante la conferenza stampa, Stifano ha annunciato che nelle prossime interviste parlerá solo di temi sportivi, facendo intendere che non toccherá i temi che hanno generato il suo addio allo Zamora.

(Fioravante De Simone)