I vescovi raccontano al Papa la verità sul Venezuela

Pubblicato il 08 giugno 2017 da redazione

ROMA – Il Papa appoggia il governo del presidente della Repubblica, Nicolás Maduro? E’ un’idea falsa che non risponde assolutamente alla realtà. Lo sostengono i vescovi della Conferenza Episcopale Venezuelana che hanno partecipato ad un incontro con il pontefice.
– E’ un’idea che deve essere totalmente smentita – ha detto ai giornalisti mons. Diego Padron Sanchez, presidente dei vescovi del Venezuela, dopo l’incontro di oggi col Papa -. E’ la propaganda del governo a dire che sta dalla parte loro. Il Papa appoggia totalmente noi vescovi e noi non siamo di parte, non stiamo né con il governo né con l’opposizione, rappresentiamo solo il popolo.
Come in programma, Papa Francesco ha incontrato i rappresentanti della Conferenza Episcopale Venezuelana, in questi giorni a Roma. L’incontro era stato richiesto dagli stessi porporati per aggiornare il pontefice sulla difficile situazione che sta attraversando il Paese. All’incontro erano presenti mons. Diego Rafael Sanchez, arcivescovo di Cumana e presidente della Conferenza episcopale venezuelana; mons. Josè Luis Azuaje Aiala, vescovo di Barinas; mons. Mario del Valle Moronta Rodriguez, vescovo di San Cristobal; mons. Victor Hugo Basabe, vescovo di San Felipe; il card. Jorge Liberato Urosa Savino, arcivescovo di Caracas e il card. Baltazar Enrique Porras Cardozo, arcivescovo di Merida.
Stando a quanto trapelato, i vescovi, ricevuti dal Papa, non solo avrebbero illustrato la realtá che vivono i venezuelani, che trascorrono le loro giornate tra proteste puntualmente represse con violenza e la necessitá di fare lunghe file per acquistare uno sfilatino di pane o un chilo di pasta, ma avrebbero anche consegnato al pontefice una lista con le persone uccise durante le proteste nel Paese, aggiornata col nome di Neomar Alejandro Lander Armas, accompagnata da un articolato dossier.
– Il governo del presidente Maduro – è il duro l’attacco del presidente dei vescovi del Venezuela, mons. Diego Padron Sanchez – vuole che il popolo venezuelano sia sottomesso e silente. E come fare questo? Far mancare cibo e medicine perché un popolo affamato e malato non può reagire.
Dopo l’incontro con il Papa, Padrón ha incontrato la stampa per sottolineare che al momento “non c’è la possibilità di una riapertura di un dialogo”.
Per il vescovo ha spiegato che non ci saranno neanche le elezioni a dicembre.
– Questa – ha precisato – è una trappola perché Maduro vuole tenere il potere a ogni costo.
La conferenza episcopale del Venezuela auspica un intervento pubblico del Papa e chiede l’aumento di aiuti da parte di Caritas Internazionale per far fronte alla congiuntura difficile. I vescovi considerano che oramai solo resta come via da seguire la “magna carta” del Segretario di Stato Vaticano, card. Pietro Parolin. E cioè, “rispetto per l’Assemblea costituente, canali umanitari, liberazione dei prigionieri politici, elezioni”
– Il Papa – ha anche riferito mons. Padrón Sánchez – è pienamente informato di quanto accade in Venezuela, oggi alla nostra presentazione della situazione era molto commosso. Il Papa è vicino alla gente che soffre. Ci appoggia totalmente, non c’è – ha quindi sottolineato – una posizione del Papa e una dei vescovi.

Ultima ora

20:500Finanziere ferito da colpo partito da pistola collega

(ANSA) - ORVIETO (TERNI), 24 NOV - Un militare della guardia di finanza, di 27 anni, è rimasto gravemente ferito dopo essere stato raggiunto alla testa da un colpo di pistola partito accidentalmente dall'arma di un collega mentre si trovavano nella caserma che a Orvieto ospita la Scuola addestramento di specializzazione del corpo. E' ora ricoverato all'ospedale di Perugia dove è stato trasportato in elicottero. L'incidente è avvenuto dopo che nella caserma Monte Grappa si era svolta la cerimonia conclusiva del quinto corso di specializzazione "antiterrorismo e pronto impiego" delle fiamme gialle che forma i cosiddetti baschi verdi. Secondo quanto accertato finora dai carabinieri il colpo è partito dalla pistola del finanziere mentre questi la stava maneggiando per compiere un'operazione tecnica. Il giovane colpito, originario del sud Italia, è stato subito soccorso dal collega (ora in stato di choc). Con l'elisoccorso è stato trasportato all'ospedale di Perugia dove è ricoverato nel reparto di rianimazione. (ANSA).

20:47Vela: monoscafo Team New Zealand apre ‘L’Uomo e il mare’

(ANSA) - ROMA, 24 NOV - La quarta puntata della Rubrica di RaiSsport "L'Uomo e il mare ", curata e condotta come di consueto da Giulio Guazzini con l'edizione di Roberto Toti, ha dedicato l'apertura alla nuova barca scelta dai Kiwi di Emirates Team New Zealand per la prossima edizione della Coppa America. Le immagini e lo sviluppo virtuale di un monoscafo avveniristico dotato di foil ma partendo anche dalla storia del trofeo sportivo più famoso del mondo. Poi uno spazio speciale riservato alla regata Minitransat, appena conclusa in Martinica. Le interviste esclusive con Andrea Fornaro e Andrea Pendibene infine le imbarcazioni d'epoca del Trofeo Panerai protagoniste all'Argentario e il campionato Italiano di Surf disputato nelle acque della Sardegna. Il programma in onda ogni giovedì su Raisport +HD ore 19.45.

20:38Calcio: Iago Falque, è buon momento per me e per il Toro

(ANSA) - TORINO, 24 NOV - "Sono contento per il mio momento personale: la squadra sta crescendo, siamo in un buon momento che credo migliorerà ancora". Così l'attaccante spagnolo del Torino, Iago Falque, intervistato da Torino Channel a due giorni dalla trasferta di San Siro con il Milan. "Ho la fiducia del nostro tecnico, confermata anche con il cambio di modulo - ha spiegato l'attaccante esterno, capocannoniere granata con 5 gol -. Sono contento, sono numeri buoni per un esterno, ma credo che durerà poco e che Belotti mi supererà presto".

20:33Pittrice scomparsa: Ris cerca tracce terra in auto marito

(ANSA) - ANCONA, 25 NOV - Nuovi controlli del Ris dei carabinieri oggi sull'auto di Giuseppe Santoleri, indagato insieme al figlio Simone per concorso nell'omicidio della moglie Renata Rapposelli, 64 anni, il cui cadavere è stato rinvenuto il 10 novembre in una zona di campagna vicino al fiume Chienti a Tolentino. I rilievi sono stati eseguiti da una biologa, che comparerà eventuali tracce di terriccio con quelle che verranno prelevate nell'area in cui il corpo della pittrice è stato ritrovato. Oggi i carabinieri sarebbero dovuti tornare a Tolentino per prelevare i campioni da comparare, ma l'operazione è slittata a domani. La difesa dei Santoleri si è affidata a un consulente, l'investigatore Ezio Denti, che ha collaborato in alcuni dei casi più noti e complessi, tra cui quello dell'omicidio di Yara Gambirasio. Renata Rapposelli, che viveva ad Ancona, era scomparsa il 9 ottobre scorso proprio dopo aver fatto visita al marito e al figlio a Giulianova. I due avevano riferito di una presunta lite tra la donna e Giuseppe e anche che il marito l'avrebbe poi accompagnata a Loreto in auto perché lei voleva pregare al Santuario della Santa Casa.

20:27Arrestato peruviano accusato di crimini contro umanità

(ANSA)- BUSTO ARSIZIO (VARESE), 24 NOV - I carabinieri hanno arrestato un cittadino peruviano di 61 anni, che viveva a Busto Arsizio (Varese), ex ufficiale della Marina Militare del Perù, colpito da provvedimento di cattura internazionale emesso dal Tribunale Penale Nazionale di Lima, per crimini contro l'umanità, emesso il 25 ottobre 2017. L'uomo è accusato, in qualità di ufficiale della Marina peruviana, di essersi reso responsabile di numerosi omicidi, commessi con l'aggravante della crudeltà, all'interno del centro di reclusione "El Frontòn", nel giugno del 1986.

20:24Rugby: domani Italia-Sudafrica, Springboks per la rivincita

(ANSA) - PADOVA, 24 NOV - Un anno fa ci fu l'impresa storica degli azzurri, e da quel giorno il Sudafrica attende l'occasione giusta per prendersi la rivincita. Quello di domani a Padova non sarà certo un test facile per l'Italia del rugby, reduce dal tonfo con l'Argentina. Gli Springboks 2 volte campioni del mondo non sono più quelli di una volta, al punto da essere scesi al 5/o posto nel ranking mondiale, ma fanno paura. Oltretutto saranno sostenuti da un nutrito gruppo di connazionali residenti in Italia, che da mesi si sono dati appuntamento a Padova. Quella di domani sarà la più dura delle sfide novembrine degli azzurri, e anche la presenza n.103 di Sergio Parisse in azzurro. "Non pensiamo al Sudafrica, siamo concentrati su noi stessi - dice -.Veniamo da una sconfitta con l'Argentina difficile da accettare, con un risultato che non rispecchia i valori del campo. In noi c'è tanta voglia di rifarci. Gli Springboks sono una squadra diversa da un anno fa, ma lo siamo anche noi,e vogliamo finire al meglio questo trio di test match".

20:18Calcio: diritti tv e governance,Lega A verso assemblea fiume

(ANSA) - MILANO, 24 NOV - Rischia di essere un'assemblea fiume quella convocata lunedì prossimo dalla Serie A con il progetto del canale della Lega e il bando sui diritti tv in testa all'ordine del giorno, successivamente integrato con il rinnovo della governance per allontanare lo spettro del commissariamento della Federcalcio. Non risulta ancora un'intesa sui due nomi di presidente e amministratore delegato, per questo è possibile che l'assemblea resti aperta o ne sia convocata una nuova per eleggere quelle e le altre cariche. Restano ancora dettagli da limare nel fine settimana nel bando varato oggi dalla commissione diritti tv: fra le novità prospettate dall'advisr Infront ai club, c'è l'interesse, non solo da parte di broadcaster e agenzie, ma anche di soggetti finanziari come i fondi di investimento.

Archivio Ultima ora