Comey accusa: “Trump ha mentito. Mosca interferì sul voto”

Pubblicato il 08 giugno 2017 da ansa

L’ex direttore dell’FBI James Comey giura davanti al Comitato del Senato americano. EPA/JIM LO SCALZO

NEW YORK. – Il giorno più lungo per Donald Trump. In diretta tv, davanti al Congresso e all’opinione pubblica mondiale, l’ex direttore dell’Fbi James Comey accusa il presidente americano di averlo licenziato per non aver ceduto alle sue pressioni, per non aver mollato le indagini sull’ex consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn, coinvolto nel Russiagate.

Ma l’accusa che più fa male al tycoon è un’altra. E’ quella quella di essere stato “un bugiardo”: “L’amministrazione ha semplicemente mentito, ha deciso di diffamare me e l’Fbi” per giustificare la mia cacciata, si sfoga Comey. Che rilancia anche l’allarme sulle interferenze di Mosca: “Non c’è alcun dubbio che la Russia abbia interferito nelle elezioni americane. E lo farà ancora”.

Appare molto stanco l’ex numero uno del Bureau investigativo, ma preciso e determinato nel rispondere al fuoco di fila di domande che per circa tre ore gli pongono i senatori della commissione intelligence che indagano sui presunti legami tra Mosca e Trump. Quest’ultimo segue gli sviluppi attaccato allo schermo del televisore, nella Dining Room della Casa Bianca. E’ circondato da qualcuno dei suoi più fidati collaboratori, ma soprattutto dai suoi legali che hanno un sola missione: blindarlo.

E’ furente infatti Trump, ma niente tweet, vietati. A parlare sarà un suo avvocato a fine audizione, rigettando le accuse e spiegando che “Trump non ha mai chiesto lealtà a Comey” e che nei suoi comportamenti “non c’è stato nulla di inappropriato”, non avendo “mai suggerito all’Fbi di mettere fine alle indagini su qualcuno”.

Le sole parole del presidente in questa drammatica giornata sono quelle pronunciate nel corso di un evento in un hotel di Washington, dove Trump interviene mentre ancora va avanti la testimonianza di Comey: “Siamo sotto assedio, ma questo non ci farà mollare, emergeremo più forti che mai. Combatteremo e vinceremo. La verità prevarrà”.

Ma le parole dell’ex capo dell’Fbi pesano come macigni, e alimentano i mal di pancia dei repubblicani e lo spettro dell’impeachment. Anche se al momento quasi tutti gli osservatori ritengono l’ipotesi remota. Il clima però è sempre più cupo attorno allo Studio Ovale. Nella stanza a fianco, la Green Room, è avvenuta l’imbarazzante cena ‘tete a tete’ con Comey il 27 gennaio scorso, quella in cui il presidente pretese lealtà dal capo dell’Fbi. Che, finito il colloquio, prese appunti.

Non lo aveva mai fatto in precedenza con Barack Obama e George Bush, ma di Trump – racconta Comey – non si fidava: “Temevo che avrebbe potuto mentire”. “E se davvero ci dovessero essere le registrazioni di quelle chiacchierate – aggiunge – Dio voglia che Trump le pubblichi”. Ora quei memo, assicura, sono nelle mani del procuratore speciale nominato per coordinare le indagini sul Russiagate, Robert Mueller.

L’ex capo dell’Fbi confessa poi come fu proprio lui a mostrare alcuni di quegli appunti a persone fuori del Dipartimento di giustizia, a un amico che poi le passò a un giornalista: “L’ho fatto proprio per innescare la nomina di un procuratore speciale” e garantire il prosieguo di un’indagine indipendente.

(di Ugo Caltagirone/ANSA)

Ultima ora

01:50Molestie sessuali a Wall Street, via due manager

(ANSA) - WASHINGTON, 23 OTT - Dopo il mondo della tv e del cinema gli scandali sessuali sembrano non risparmiare Wall Street. Fidelity Investment, una delle più grandi società di investimento al mondo, ha cacciato due alti dirigenti nelle ultime settimane sullo sfondo di accuse di questo tipo. Lo scrivono i media Usa. C. Robert Chow, 56 anni, si è dimesso a inizio mese per presunti commenti sessuali inappropriati verso alcune colleghe mentre Gavin Baker è stato licenziato in settembre per molestie ad una dipendente di 26 anni. Fidelity non ha voluto commentare nello specifico ma in una nota ha dichiarato che le sue politiche "proibiscono le molestie in qualsiasi forma. Quando una denuncia di questo genere è portata alla nostra attenzione, noi indaghiamo immediatamente e prendiamo misure veloci e appropriate. Noi semplicemente non tollereremo, e non tolleriamo, questo tipo di comportamento".

23:54Malta, migliaia a corteo per chiedere giustizia su blogger

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Migliaia di maltesi sono scesi per le strade de La Valletta per chiedere giustizia su Daphne Caruana Galizia, la giornalista uccisa lunedì scorso in circostanze ancora misteriose. Lo scrive The Times of Malta precisando che al corteo sono state chieste le dimissioni del capo della polizia e del procuratore generale. I manifestanti hanno proposto che un nuovo capo della polizia e un nuovo procuratore vengano immediatamente eletti dalla maggioranza dei due terzi del Parlamento. Le richieste, proposte dal leader dei manifestanti, Michael Briguglio, sono poi state sottoposte alla presidente della Repubblica Marie Louise Coleiro Preca, che ad un certo punto è stata anche vista al corteo. Preca ha detto agli organizzatori della marcia che l'omicidio è stato un atto di codardia e ha poi lanciato un appello ad avere fiducia nelle istituzioni e nella democrazia. Alla marcia non hanno partecipato il premier Joseph Muscat ed il leader nazionalista all'opposizione Adrian Delia.

23:48Slovenia, presidenziali, ballottaggio tra Pahor e Sarec

(ANSA) - LUBIANA, 22 OTT - La Slovenia dovrà attendere il ballottaggio del 12 novembre per conoscere il suo nuovo presidente. Tuttavia, al momento, tra l'uscente Borut Pahor e il principale antagonista tra i nove candidati presentatisi, Marjan Sarec, non sembra esserci storia. Pahor ha di fatto mancato la vittoria al primo turno per un paio di punti percentuale concludendo lo scrutinio delle schede a circa il 47% dei consensi. Sarec si è invece fermato al 25% circa. L'affluenza alle urne è stata del 42,02% per 1,7 milioni di votanti. Il presidente che sarà designato dalle urne in novembre, si insedierà il 23 dicembre.

21:48Pallavolo: serie A/1 donne, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Risultati della seconda giornata della seconda giornata del campionato di serie A/1 di pallavolo donne, Samsung Galaxy Cup: Imoco Conegliano - Il Bisonte Firenze martedì 25 Foppapedretti Bergamo - Liu Jo Modena 1-3 (27-29, 25-19, 16-25, 18-25) Savino Scandicci - Pomì Casalmaggiore 3-0 (25-18, 25-20, 25-19; giocata ieri) Unet E-Work Busto A. - Lardini Filottrano 3-0 (25-18, 25-21, 25-16; giocata ieri) Saugella Monza - Sab Legnano 3-1 (28-26, 21-25, 25-18, 25-14) Pesaro - Igor Gorgonzola Novara 0-3 (19-25, 19-25, 19-25). - Classifica: Scandicci 6; Novara 5; Busto Arsizio 4; Conegliano, Firenze, Legnano, Monza, Filottrano e Modena 3; Bergamo, Casalmaggiore e Pesaro 0.

21:39F1: Usa, al via Ferrari e Vettel subito in testa

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Partenza super di Sebastian Vettel nel Gp degli Usa di F1 appena cominciato sul circuito di texano di Austin, con Usain Bolt starter 'di lusso'. La Ferrari del tedesco è riuscita a sopravanzare la Mercedes di Lewis Hamilton, che era in pole position, e a prendere la testa della gara. Alle spalle dei due favoriti c'è l'altra Mercedes del finlandese Valtteri Bottas.

21:36Incidenti stradali: muore in Calabria bambina di 6 anni

(ANSA) - CIRÒ MARINA (CROTONE), 22 OTT - Una bambina di sei anni é morta in un incidente stradale accaduto stasera a Cirò Marina, in località "Boldito", lungo la statale 106 jonica. La bambina era a bordo di un'automobile condotta dal padre e sulla quale viaggiavano anche la madre e la sorella maggiore. Secondo una prima ricostruzione, il conducente dell'auto ha perso il controllo dell'automobile, forse a causa di un cane che ha attraversato la strada, finendo contro la barriera di protezione. La bambina é morta sul colpo, mentre i genitori e la sorella sono rimasti feriti e sono stati portati nell'ospedale di Crotone. Le loro condizioni, comunque, non sarebbero gravi. Sul luogo dell'incidente, per i rilievi, si é recato il personale della Polizia stradale insieme ai carabinieri. (ANSA).

21:29Pallavolo: Superlega, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Risultati della seconda giornata della Superlega di pallavolo: Lube Civitanova - Bunge Ravenna rinviata Calzedonia Verona - Sir Safety Perugia 0-3 Wixo Piacenza - Callipo Vibo Valentia 3-2 Kioene Padova - Diatec Trentino 1-3 Biosì Sora - Azimut Modena 0-3 Revivre Milano - Gi Group Monza 3-1 BCC Castellana Grotte - Taiwan Latina 3-1 - Classifica: Perugia e Modena 6; Milano 5; Piacenza e Trentino 4; Civitanova, Monza e Castellana Grotte 3; Verona 2; Ravenna, Latina e Vibo Valentia 1; Sora e Padova 0.

Archivio Ultima ora