Papa al Quirinale: S.Sede e Italia per costruire ponti

Pubblicato il 09 giugno 2017 da ansa

CITTA’ DEL VATICANO. – Quinto papa a salire al Quirinale, che dei papi fu residenza prima che lo diventasse dei presidenti della Repubblica italiana, Jorge Mario Bergoglio domani, ricambiando la visita resagli da Sergio Mattarella il 18 aprile 2015, rinsalderà il legame speciale che unisce il vescovo di Roma all’Italia.

Sarà incontro di persone – che si stimano e hanno a cuore il bene comune della società italiana e del mondo – e incontro di diplomazie: a quattro anni dall’elezione di papa Francesco, il rapporto tra Santa Sede e Repubblica italiana si precisa nella inedita circostanza che vede regnare un papa latinoamericano, figlio di immigrati italiani in Argentina.

Si precisa nei contenuti e negli accenti, molti dei quali sono emersi nelle parole del segretario di Stato Pietro Parolin e del presidente del Consiglio italiano Paolo Gentiloni, nella recente tavola rotonda organizzata dalla ambasciata d’Italia presso la Santa Sede per la pubblicazione del numero 4.000 della “Civiltà cattolica”.

Ci troviamo, ha osservato il cardinale Parolin in quella circostanza, in un “sistema di equilibri internazionali fortemente indebolito”, con indeboliti anche “alcuni elementi del diritto internazionale”. “Serve un nuovo slancio di mediazione a livello multilaterale”, ha precisato il segretario di Stato vaticano, ricordando le esigenze della “pace”, del “disarmo nucleare” e della “tutela dell’ambiente”, come urgenze comuni delle due diplomazie.

Di necessità di un “rilancio del multilateralismo” nelle relazioni internazionali ha parlato anche il premier Gentiloni, ricordando l’impegno italiano, in questi anni, “per riportare il Mediterraneo in cima alle agende multilaterali dell’Alleanza atlantica, dell’Unione Europea, dei grandi della terra”.

Solidarietà e dialogo inoltre sono quotidianamente chiamati in causa dalla sfida migratoria. E infatti all’interno di questa preoccupazione internazionale comune, domani Santa Sede e Italia leggeranno, come sempre, anche le questioni più “italiane”, che non sono soltanto italiane: migranti, disoccupazione, principalmente giovanile, un modello di sviluppo equo, sfida educativa.

I quattro anni di regno di Bergoglio hanno impresso alla Santa Sede, – da sempre è attore globale sui temi della pace, della solidarietà e della difesa dei diritti – quello che gli osservatori chiamano “lo sguardo di Magellano”: lo sguardo di chi viene quasi dalla fine del mondo. Il viaggio di Magellano durò tre anni, contribuì alla conoscenza di paesi sconosciuti, fu un evento nella storia umana portato a termine da altri, visto che Magellano morì durante il viaggio.

Il resoconto più noto del viaggio, ha ricordato Gentiloni, fu la relazione di Antonio Pigafetta, uno degli 24 italiani che presero parte a quella impresa. “C’era quindi un pezzo di Italia in quel viaggio che, – ha commentato il premier italiano – ancora oggi, riveste un significato fondamentale nella storia dell’umanità”.

Nel presente di un mondo impaurito dal terrorismo e dalla guerra mondiale a pezzi, e piegato dalla crisi economica, Italia e Santa Sede cercano ognuno nei propri ambiti di costruire ponti e dialogo. La visita del Papa al Quirinale rappresenta anche questa navigazione comune, che dà nuovo vigore al legame tra Italia e Santa Sede, un legame che la storia ha reso unico, ma che solo le persone possono mantenere speciale.

(giovanna.chirri@ansa.it)

Ultima ora

00:26Calcio: serie A, Roma-Cagliari 1-0

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - La Roma soffre ma batte il Cagliari nell'ultimo anticipo del sabato della 17/a giornata di serie A. Dopo la sconfitta dell'Inter e la vittoria del Napoli, la squadra di Di Francesco affianca la Juve a 38 punti, ma ha ancora una partita da recuperare. Poche emozioni nel primo tempo. La Roma, che schierava per la prima volta titolare la coppia Dzeko-Schick, ha gestito il possesso senza riuscire però a creare eccessivi pericoli per Cragno, mentre il Cagliari, impegnato in un ragionato contenimento, ha cercato qualche timida reazione in contropiede. Nella ripresa, la Var concede un rigore ai giallorossi, ma Cragno para il lento tiro di Perotti. Nel recupero, Fazio in mischia insacca. Altra Var, e l'arbitro convalida la rete. I tre punti ormai insperati consentono alla Roma di affiancare la Juve al terzo posto, a quota 38, ma entrambe devono ancora giocare una partita. Il Napoli è primo con 42.

22:40Calcio: Premier, il City senza freni, 16 vittorie di fila

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Sedicesima vittoria di fila in Premier League per il Manchester City, che ha dato una lezione al Tottenham battendolo 4-1 con un crescendo nel finale che solo la rete nel recupero di Eriksen ha reso meno umiliante. Di Gundogan, De Bruyne e Sterling le reti dei Citizens, con l'inglese autore di una doppietta e ora terzo nella classifica marcatori. Alla 17/a giornata, la squadra di Guardiola vanta 14 punti di vantaggio sui cugini dello United, ospite domani del West Bromwich penultimo in classifica, e sul Chelsea, che ha battuto 1-0 il Southampton grazie ad una punizione di Marcos Alonso allo scadere del primo tempo. Vittoria con lo stesso punteggio minimo anche per l'Arsenal sul Newcastle, firmata dal tedesco Ozil. I Gunners occupano ora il quarto posto, a -19 dalla capolista, avendo sorpassato il sorprendente Burnley, che ha pareggiato 0-0 a Brighton. Negli altri incontro del sabato, il Leicester è stato sconfitto 3-0 in casa dal Crystal Palace

22:37Pirati strada: donna 75 anni travolta e uccisa nel Bolognese

(ANSA) - ZOLA PREDOSA (BOLOGNA), 16 DIC - Una signora di 75 anni è stata travolta e uccisa in via Risorgimento a Zola Predosa, comune della cintura di Bologna, da un'auto il cui conducente è fuggito senza prestare soccorso. Sono intervenuti i carabinieri e il 118, ma per la donna non c'è stato nulla da fare. Il sindaco di Zola Predosa, Stefano Fiorini, ha postato su facebook un "Avviso ai cittadini": alle 16.50, scrive, "è stata investita da un auto una signora in prossimità delle strisce pedonali di via Risorgimento davanti alla Farmacia Legnani. Chiunque abbia informazioni in merito a questo fatto è pregato di segnalarlo alla nostra stazione dei Carabinieri che sta ricostruendo quando avvenuto ricercando l'investitore che è fuggito senza prestare alcun soccorso alla vittima". (ANSA).

22:20Calcio: Totino, Mihajlovic “quando il Napoli gioca così…”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Se il Napoli gioca così è difficile contenerlo. Sono più forti di noi e non c'è nulla da dire. Dopo 30 minuti erano in vantaggio di tre gol ma della mia squadra mi è piaciuta la voglia di lottare". Così l'allenatore del Torino, Sinisa Mihajlovic, dopo la sconfitta all'Olimpico. "Rispetto all'anno scorso, la squadra non ha mollato ha sempre cercato di giocare, abbiamo avuto l'occasione per fare il secondo gol, poteva starci un rigore per noi. Poi loro hanno vinto meritatamente e purtroppo con noi si scatenano sempre: hanno fatto 4 tiri in porta e tre gol". "Per noi adesso è passato un ciclo di gare difficile, ora arriveranno partite più alla nostra portata e vogliamo conquistare più punti possibili, speriamo ora che Belotti non si fermi più.

22:19Calcio: Sarri “il Napoli non era stanco, forse mentalmente”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Non eravamo stanchi, forse eravamo stanchi dal punto di vista mentale perché la stagione è lunghissima. Ho rivisto la gara con la Fiorentina e la ripresa è stata di livello. Lì non abbiamo concretizzato, oggi abbiamo segnato subito e la partita è stata in discesa. I ragazzi sono stati bravi, prendendo in positivo la sconfitta dell'Inter". L'allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, commenta soddisfatto il ritorno alla vittoria e al primato in classifica. Ai microfoni di Premium Sport, il tecnico toscano ha parlato anche di Marek Hamsik, diventato miglior marcatore del Napoli come Maradona: "E' un giocatore di un livello straordinario e quando fa alcune gare al di sotto delle sue qualità bisogna aspettarlo perché si ha la certezza che prima o poi farà bene. Ha fatto gol ma erano già alcune partite che era in crescita".

22:17Calcio: Napoli, Hamsik “gol importante, vincere lo è di più”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Fa molto piacere dal punto di vista individuale ma era più importante tornare a vincere dopo tre giornate senza vittoria. Ora siamo di nuovo in cima e questa era la cosa più importante. Finalmente poi è arrivato questo gol e sono contento". Il centrocampista del Napoli Marek Hamsik commenta così la vittoria a Torino e la sua 115/a rete con la maglia azzurra, che gli fa eguagliare il record di Maradona. "Abbiamo sbloccato subito la gara e questo ci ha aiutato a liberare la mente - ha detto ancora ai microfoni di Premium Sport - Poi abbiamo potuto fare il nostro calcio. E' importante aver ritrovato il primato, la sconfitta dell'Inter ci ha dato ancora più forza: avevamo voglia di tornare in testa".

22:17Calcio: Inter, Icardi “è andata male,tanti saranno contenti”

(ANSA) - MILANO, 16 DIC - "Anche se oggi è andata male, io dico a tutti i miei compagni bravi. Sono orgoglioso di fare parte di questo gruppo. Oggi abbiamo provato quello che dà una sconfitta e tanti saranno contenti, altri tanti un po' dispiaciuti come noi... ma comunque si continua ad andare avanti come abbiamo fatto finora". Il capitano dell'Inter, Mauro Icardi, sprona i compagni su Instagram dopo la prima sconfitta stagionale dell'Inter, battuta dall'Udinese a San Siro per 3-1. Un ko che secondo Icardi, come ha detto anche Spalletti nei giorni scorsi, qualcuno era dispiaciuto non fosse ancora arrivato.

Archivio Ultima ora