Papa al Quirinale: S.Sede e Italia per costruire ponti

Pubblicato il 09 giugno 2017 da ansa

CITTA’ DEL VATICANO. – Quinto papa a salire al Quirinale, che dei papi fu residenza prima che lo diventasse dei presidenti della Repubblica italiana, Jorge Mario Bergoglio domani, ricambiando la visita resagli da Sergio Mattarella il 18 aprile 2015, rinsalderà il legame speciale che unisce il vescovo di Roma all’Italia.

Sarà incontro di persone – che si stimano e hanno a cuore il bene comune della società italiana e del mondo – e incontro di diplomazie: a quattro anni dall’elezione di papa Francesco, il rapporto tra Santa Sede e Repubblica italiana si precisa nella inedita circostanza che vede regnare un papa latinoamericano, figlio di immigrati italiani in Argentina.

Si precisa nei contenuti e negli accenti, molti dei quali sono emersi nelle parole del segretario di Stato Pietro Parolin e del presidente del Consiglio italiano Paolo Gentiloni, nella recente tavola rotonda organizzata dalla ambasciata d’Italia presso la Santa Sede per la pubblicazione del numero 4.000 della “Civiltà cattolica”.

Ci troviamo, ha osservato il cardinale Parolin in quella circostanza, in un “sistema di equilibri internazionali fortemente indebolito”, con indeboliti anche “alcuni elementi del diritto internazionale”. “Serve un nuovo slancio di mediazione a livello multilaterale”, ha precisato il segretario di Stato vaticano, ricordando le esigenze della “pace”, del “disarmo nucleare” e della “tutela dell’ambiente”, come urgenze comuni delle due diplomazie.

Di necessità di un “rilancio del multilateralismo” nelle relazioni internazionali ha parlato anche il premier Gentiloni, ricordando l’impegno italiano, in questi anni, “per riportare il Mediterraneo in cima alle agende multilaterali dell’Alleanza atlantica, dell’Unione Europea, dei grandi della terra”.

Solidarietà e dialogo inoltre sono quotidianamente chiamati in causa dalla sfida migratoria. E infatti all’interno di questa preoccupazione internazionale comune, domani Santa Sede e Italia leggeranno, come sempre, anche le questioni più “italiane”, che non sono soltanto italiane: migranti, disoccupazione, principalmente giovanile, un modello di sviluppo equo, sfida educativa.

I quattro anni di regno di Bergoglio hanno impresso alla Santa Sede, – da sempre è attore globale sui temi della pace, della solidarietà e della difesa dei diritti – quello che gli osservatori chiamano “lo sguardo di Magellano”: lo sguardo di chi viene quasi dalla fine del mondo. Il viaggio di Magellano durò tre anni, contribuì alla conoscenza di paesi sconosciuti, fu un evento nella storia umana portato a termine da altri, visto che Magellano morì durante il viaggio.

Il resoconto più noto del viaggio, ha ricordato Gentiloni, fu la relazione di Antonio Pigafetta, uno degli 24 italiani che presero parte a quella impresa. “C’era quindi un pezzo di Italia in quel viaggio che, – ha commentato il premier italiano – ancora oggi, riveste un significato fondamentale nella storia dell’umanità”.

Nel presente di un mondo impaurito dal terrorismo e dalla guerra mondiale a pezzi, e piegato dalla crisi economica, Italia e Santa Sede cercano ognuno nei propri ambiti di costruire ponti e dialogo. La visita del Papa al Quirinale rappresenta anche questa navigazione comune, che dà nuovo vigore al legame tra Italia e Santa Sede, un legame che la storia ha reso unico, ma che solo le persone possono mantenere speciale.

(giovanna.chirri@ansa.it)

Ultima ora

00:02Champions: Guardiola “vittoria che vale”

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - "Non posso giudicare le difficoltà del Napoli durante la prima mezz'ora, ma è stata la partita che mi aspettavo: è impossibile dominare una squadra come il Napoli per 90', quindi devo fare i complimenti ai 'miei' giocatori, perché so contro quale tipo squadra abbiamo vinto. Non abbiamo giocato contro dei ragazzini, ma contro una formazione che in Serie A ha vinto otto partite di fila". Così Pep Guardiola commenta la vittoria del Manchester City contro il Napoli, in Champions. "Questa è una una vittoria importantissima nell'economia del passaggio del turno", conclude l'allenatore spagnolo.

00:00Sarri: “25′ scadenti, poi messo City in difficoltà”

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - "Non so cosa sia successo nei primi 30': abbiamo sbagliato pressioni e distanze, concesso troppi spazi a una squadra devastante. Prendere gol dopo 5' è stato pesante: nei primi 25' siamo stati scadenti, ma nei restanti 75' abbiamo reagito, imponendoci. Giocare alla pari contro questi avversari, ci lascia fiduciosi". Così, a Premium sport, Maurizio Sarri. "Il City è una squadra difficile da affrontare, ma l'abbiamo messa in difficoltà e questo è un grande segnale. Insigne aveva un dolore all'adduttore, non dovrebbe essere nulla di grave".

23:46Champions: i risultati della terza giornata

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - I risultati delle partite valide per la terza giornata di Champions league, disputate stasera: Maribor-Liverpool 0-7, Real Madrid-Tottenham 1-1, Feyenoord-Shakhtar Donetsk 1-2, Monaco-Besiktas 1-2, Spartak Mosca-Siviglia 5-1, Lipsia-Porto 3-2, Apoel Nicosia-Borussia Dortmund 1-1.

23:17Champions: Manchester City-Napoli 2-1

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - Il Manchester City ha battuto 2-1 (2-0) il Napoli, in una partita valida per il Gruppo F di Champions League. Inglesi in vantaggio al 9' con Sterling e bravi a raddoppiare con Gabriel Gesus al 13'. Dopo che al 38' Mertens si era fatto parare un rigore dal portiere Ederson, nella ripresa i partenopei hanno accorciato le distanze - sempre su rigore - con Diawara, al 28'. Manchester City a punteggio pieno nel raggruppamento, il Napoli fermo a tre, con lo Shakhtar salito a 6.

23:09Usa: giudice Hawaii blocca ultimo ‘travel ban’ Trump

(ANSA) - WASHINGTON, 17 OTT - Un giudice federale delle Hawaii ha bloccato l'ultima versione del 'travel ban' di Donald Trump poche ore prima che entrasse in vigore. Il provvedimento prevede restrizioni per l'arrivo in Usa da otto Paesi. Secondo il giudice, l'ordine esecutivo di Trump crea discriminazioni sulla base della nazionalità. Il provvedimento sarebbe dovuto entrare in vigore alla mezzanotte, ora di Washington (le 6 di domani mattina in Italia). La Casa Bianca ha subito definito la decisione del giudice "pericolosamente errata" E' stata così accolta la richiesta delle Hawaii, secondo cui il nuovo bando è la continuazione della "promessa di Donald Trump di escludere i musulmani dagli Usa". Il 'travel ban' prevede restrizioni per i cittadini di Ciad, Iran, Libia, Corea del Nord, Somalia, Siria, Yemen e per alcuni dirigenti di governo venezuelani.

21:57200mila manifestanti in piazza a Barcellona

(ANSA) - BARCELLONA, 17 OTT - Duecentomila persone partecipano alla concentrazione nel centro di Barcellona per chiedere la liberazione dei due dirigenti indipendentisti, Jordi Sanchez e Jordi Cuixart, accusati di 'sedizione' e arrestati ieri sera per ordine di un giudice spagnolo, secondo le stime della polizia urbana della capitale catalana. Manifestazioni pacifiche parallele si svolgono in altri centri della Catalogna.

21:43Appalti sanità Puglia, condannati Gianpi Tarantini e altri 5

(ANSA) - BARI, 17 OTT - Il Tribunale di Bari ha condannato a pene comprese fra i 4 anni e i 2 anni di reclusione sei delle otto persone, fra le quali l'imprenditore Gianpaolo Tarantini e l'ex dg della Asl di Bari Lea Cosentino, imputate in uno dei processi baresi su presunti appalti truccati nella sanità. Colpevoli, a vario titolo, di associazione per delinquere, peculato e truffa. Assolto "per non aver commesso il fatto" da tutte le accuse l'allora direttore amministrativo della Asl Bari Francesco Lippolis. Prosciolto per prescrizione Claudio Tarantini, fratello di Gianpi, che rispondeva unicamente di due episodi di corruzioni. I fatti risalgono agli anni 2008-2010 e riguardano la gestione delle gare e delle trattative per l'acquisto di attrezzature e protesi sanitarie alla Asl di Bari. Tarantini è stato condannato a 4 anni di reclusione per associazione per delinquere e peculato, Lea Cosentino a 2 anni e 6 mesi, l'allora capo area gestione patrimonio della Asl di Bari Antonio Colella e il funzionario Asl Michele Vaira a 3 anni.

Archivio Ultima ora