Papa al Quirinale: S.Sede e Italia per costruire ponti

Pubblicato il 09 giugno 2017 da ansa

CITTA’ DEL VATICANO. – Quinto papa a salire al Quirinale, che dei papi fu residenza prima che lo diventasse dei presidenti della Repubblica italiana, Jorge Mario Bergoglio domani, ricambiando la visita resagli da Sergio Mattarella il 18 aprile 2015, rinsalderà il legame speciale che unisce il vescovo di Roma all’Italia.

Sarà incontro di persone – che si stimano e hanno a cuore il bene comune della società italiana e del mondo – e incontro di diplomazie: a quattro anni dall’elezione di papa Francesco, il rapporto tra Santa Sede e Repubblica italiana si precisa nella inedita circostanza che vede regnare un papa latinoamericano, figlio di immigrati italiani in Argentina.

Si precisa nei contenuti e negli accenti, molti dei quali sono emersi nelle parole del segretario di Stato Pietro Parolin e del presidente del Consiglio italiano Paolo Gentiloni, nella recente tavola rotonda organizzata dalla ambasciata d’Italia presso la Santa Sede per la pubblicazione del numero 4.000 della “Civiltà cattolica”.

Ci troviamo, ha osservato il cardinale Parolin in quella circostanza, in un “sistema di equilibri internazionali fortemente indebolito”, con indeboliti anche “alcuni elementi del diritto internazionale”. “Serve un nuovo slancio di mediazione a livello multilaterale”, ha precisato il segretario di Stato vaticano, ricordando le esigenze della “pace”, del “disarmo nucleare” e della “tutela dell’ambiente”, come urgenze comuni delle due diplomazie.

Di necessità di un “rilancio del multilateralismo” nelle relazioni internazionali ha parlato anche il premier Gentiloni, ricordando l’impegno italiano, in questi anni, “per riportare il Mediterraneo in cima alle agende multilaterali dell’Alleanza atlantica, dell’Unione Europea, dei grandi della terra”.

Solidarietà e dialogo inoltre sono quotidianamente chiamati in causa dalla sfida migratoria. E infatti all’interno di questa preoccupazione internazionale comune, domani Santa Sede e Italia leggeranno, come sempre, anche le questioni più “italiane”, che non sono soltanto italiane: migranti, disoccupazione, principalmente giovanile, un modello di sviluppo equo, sfida educativa.

I quattro anni di regno di Bergoglio hanno impresso alla Santa Sede, – da sempre è attore globale sui temi della pace, della solidarietà e della difesa dei diritti – quello che gli osservatori chiamano “lo sguardo di Magellano”: lo sguardo di chi viene quasi dalla fine del mondo. Il viaggio di Magellano durò tre anni, contribuì alla conoscenza di paesi sconosciuti, fu un evento nella storia umana portato a termine da altri, visto che Magellano morì durante il viaggio.

Il resoconto più noto del viaggio, ha ricordato Gentiloni, fu la relazione di Antonio Pigafetta, uno degli 24 italiani che presero parte a quella impresa. “C’era quindi un pezzo di Italia in quel viaggio che, – ha commentato il premier italiano – ancora oggi, riveste un significato fondamentale nella storia dell’umanità”.

Nel presente di un mondo impaurito dal terrorismo e dalla guerra mondiale a pezzi, e piegato dalla crisi economica, Italia e Santa Sede cercano ognuno nei propri ambiti di costruire ponti e dialogo. La visita del Papa al Quirinale rappresenta anche questa navigazione comune, che dà nuovo vigore al legame tra Italia e Santa Sede, un legame che la storia ha reso unico, ma che solo le persone possono mantenere speciale.

(giovanna.chirri@ansa.it)

Ultima ora

22:37Avaria: 500mila galline abbattute, focolai influenza estinti

(ANSA) - MILANO, 19 AGO - Sono terminate ieri tutte le operazioni di abbattimento, pulizia e disinfezione sia nei focolai di influenza aviaria sia negli allevamenti sottoposti ad abbattimento preventivo. Lo comunica l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, spiegando che "tutti i focolai di influenza aviaria risultano quindi estinti". L'abbattimento più cospicuo si è registrato in un allevamento di galline ovaiole di Castiglione delle Stiviere, nel mantovano, dove sono state eliminate 460mila galline ovaiole contagiate. La Lombardia la scorsa settimana ha comunicato all'istituto zooprofilattico la conclusione delle operazioni di abbattimento degli ultimi focolai e l'abbattimento preventivo di un allevamento di tacchini considerato a rischio elevato. La mappa dei focolai comprende Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna, ma alcuni casi sono stati segnalati anche in Piemonte e Friuli Venezia Giulia. A essere colpiti dal virus, da gennaio a oggi, sono state soprattutto galline ovaiole, tacchini e oche da carne.

22:00Calcio: Verona-Napoli, ancora Var conferma gol partenopei

(ANSA) - ROMA, 19 AGO - Napoli in vantaggio a Verona e gol confermato dalla Var, chiamata in causa dall'arbitro Fabbri. La formazione di Sarri è andata in vantaggio dopo 32' grazie a un'autorete di Souprayen. Il direttore di gara, prima di convalidare la rete, ha chiesto l'intervento della Var che ha confermato la regolarità del gol degli ospiti.

21:49Squalo volpe di 200 chili pescato nel crotonese

(ANSA) - STRONGOLI (CROTONE), 19 AGO - Un esemplare di squalo volpe di 200 kg, lungo oltre 3,5 metri, è stato pescato a Strongoli marina, nel crotonese, con una canna da pesca da altura. Lo squalo ha abboccato ad una profondità di 60 metri. La sorprendente cattura è stata fatta da Giuseppe Fiorita, giovane appassionato di pesca sportiva che era uscito in mare per una battuta di pesca in cerca di ricciole. Lo squalo volpe, con i suoi 6 metri di lunghezza, rappresenta la specie più grande fra le tre ascritte al genere Alopias. È molto diffuso nei mari tropicali. (ANSA).

21:00Venezia: ancora degrado, fa pipì contro muro hotel Danieli

(ANSA) - VENEZIA, 19 AGO - E' l'estate del degrado e della maleducazione che debordano questa a Venezia dove, dopo i turisti che fanno tuffi e bagni nel canali come in piscina, si è visto pure un uomo urinare in pieno giorno contro un muro dell'hotel 'Danieli', 5 stelle tra i più esclusivi al mondo, uno dei simboli della città. L'uomo, piegato verso la parete in atteggiamento inequivocabile, è stato ripreso con lo smartphone da un veneziano, che poi, dal proprio profilo Facebook, ha messo on line il filmato del nuovo sfregio alla città lagunare. Il tutto in Riva degli Schiavoni, davanti al bacino di San Marco, con i turisti che passavo al fianco dell'incivile incontinente, che non è però stato individuato.

20:58Finlandia: italiana ferita era con figlia sei mesi

(ANSA) - FIRENZE, 19 AGO - Lisa Biancucci, la ricercatrice rimasta ferita nell'attentato di Turku, quando ha subito l'aggressione era con la figlia di sei mesi nel passeggino. Il particolare è stato reso noto dallo zio della donna che vive come gli altri familiari a Bibbiena, la cittadina aretina di cui è originaria la giovane studiosa e dove Lisa Biancucci si trovava fino a sabato scorso, quando è ripartita con il marito per Turku: è era venuta a Bibbiena per far battezzare la piccola. (ANSA).

20:51In codice rosso 4 ore per trasferimento,muore 23enne

(ANSA) - NAPOLI, 19 AGO - Ricoverato in codice rosso, aspetta quattro ore per essere trasferito in un altro ospedale per l'esecuzione di una agioTac. Ore che sarebbero risultate fatali per un 23enne che, a Napoli, è morto il giorno dopo il ricovero. E' quanto rende noto il consigliere regionale della Campania, Francesco Borrelli che diffonde la denuncia presentata dal responsabile del Pronto Soccorso del Loreto Mare Alfredo Pietroluongo dove, tra l'altro, si legge che si è verificata una "inosservanza ai più elementari doveri professionali".

20:41Migranti: Serracchiani, Minniti in FVG il 5 settembre

(ANSA) - TRIESTE, 19 AGO - Il ministro dell'Interno, Marco Minniti, sarà in Friuli Venezia Giulia il primo 5 settembre "per fare il punto con i prefetti e le forze dell'ordine" sulla situazione dei migranti in regione. Lo ha reso noto, in serata, la Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, riferendo che Minniti "ha risposto positivamente all'invito della Regione" che nei giorni scorsi gli aveva inviato una lettera per rappresentare la situazione dei migranti in regione, con particolare riferimento a quella "complessa di Gorizia e del suo territorio".

Archivio Ultima ora