Moto: Marquez vola davanti a Lorenzo, Rossi solo decimo

Marc Marquez . ANSA/LUCA ZENNARO
Marc Marquez .
ANSA/LUCA ZENNARO

ROMA. – Un Marc Marquez incontenibile è stato il protagonista nelle libere del Gran premio di Catalogna, sulla pista di Barcellona, dove domenica si disputerà la settima prova del Motomondiale. Lo spagnolo della Rapsol Honda è stato il migliore sia nelle prime che nelle seconde libere della MotoGp, concedendo praticamente nulla agli avversari. Di 1’44″295, oltre un secondo e mezzo in meno rispetto al mattino, il suo riscontro cronometrico, al quale i rivali non si sono potuti nemmeno avvicinare.

Jorge Lorenzo con la Ducati è stato di quattro decimi meno veloce, terzo tempo per Jonas Folger (Yamaha tech 3), quarto Andrea Dovizioso con l’altra Ducati (a 0″588), a sua volta davanti a Danilo Petrucci (a 0″595). Dani Pedrosa con l’altra Honda ufficiale si è rivelato di otto decimi più lento rispetto al compagno di squadra, mentre Valentino Rossi si è fermato al 10/o tempo, a 0″823. Solo 17/o Maverick Vinales, addirittura a un secondo e mezzo dalla vetta.

Marquez aveva ottenuto il miglior tempo nella prima sessione di prove libere, in 1’45″875, precedendo di 326 millesimi il britannico Cal Crutchlow (Lcr Honda) e di 630 Andrea Dovizioso (Ducati). Quarto crono per l’altro spagnolo della Honda, Dani Pedrosa (+0″746). Ancora indietro Vinales, con il sesto tempo, a 949 millesimi, e ancora più in ritardo il proprio compagno di squadra nella Yamaha, Valentino Rossi, addirittura 17/o, a 2″988.

Le prove del mattino sono state caratterizzate da una leggera pioggia che poi ha fatto spazio al sole. La pista si è progressivamente asciugata, ma i piloti hanno preferito non rischiare. In particolare il leader del Mondiale, Vinales, ha avuto non pochi problemi con le gomme.

“Stamattina la moto andava abbastanza bene – ha detto – avevo un certo grip con la gomma soft ma nel pomeriggio, con la media, era praticamente impossibile evitare cadute. Incredibile, davvero difficile da credere. E’ difficile lavorare quando le gomme non vanno, è stato un pomeriggio complicato, ci stiamo capendo niente”.

Soddisfatto ovviamente Marc Marquez che si è detto fiducioso, “perché abbiamo risolto un problema che avevamo”. “Abbiamo anche provato qualcosa – ha aggiunto il campione del mondo in carica – dobbiamo lavorare di più, perché domenica con il caldo sarà difficile. La modifica del tracciato? Cambia la curva, non il circuito e va bene così”.