La F1 sogna: “Questo può essere l’anno della Ferrari”

Pubblicato il 09 giugno 2017 da redazione

CARACAS – Tre vittorie, cinque secondi posti, otto podi conquistati, due pole position e un totale di 196 punti conquistati (129 da Sebastian Vettel e 67 da Kimi Raikkonen) sono questi i numeri della Ferrari in quest’inizio stagione. Cifre da capogiro che stanno facendo sognare la Casa di Maranello, ma la strada è ancora lunga: i tifosi della Rossa si augurano che sia l’anno buono per tornare al vertice dopo un lungo digiuno. Sono dieci anni che un pilota della Rossa non vince la classifica costruttori del mondiale: era il lontano 2007 e l’ultimo a riuscirci era stato Kimi Raikkonen.

Per analizzare il balzo di qualitá del cavallino rampante abbiamo interpellato esperti in materia: piloti, giornalisti e tifosi in Venezuela.

Uno dei primi a darci il suo parere sull’evoluzione della Ferrari è stato Octavio Estrada, noto giornalista nel mondo dei motori.

“Non ci sono dubbi, la Ferrari ha svolto un lavoro stupendo con la nuova macchina. La nuova gestione che ha scommesso sul ‘Made in Italy’ nella struttura di sviluppo a Maranello sta raccogliendo i suoi frutti. Dal canto suo Sebastián Vettel potrà finalmente contare su una monoposto all’altezza della sua condizione di tetracampione del mondo. Ricordiamoci che nel 2010 e 2012 la Ferrari ha sfiorato il titolo con Fernando Alonso, però nel primo caso un’errata gestione nell’ultima gara gli è costato il campionato, mentre nel 2012 una serie di incidenti dei piloti della Lotus (nel GP di Belgio una collisione nella partenza per colpa di Grosjean e poi in Giappone con Raikkonen) hanno coinvolto lo spagnolo e gli hanno impedito di coronarsi campione. Questa volta possiamo vedere che il gap con Mercedes è quasi sparito e durante la stagione ad avere la meglio sarà la scuderia che riuscirá ad apportare le modifiche necessarie per mantenersi al comando. In tutti i modi sarà un duello appassionante”.

Abbiamo chiesto il suo punto di vista al pilota italo-venezuelano Enzo Potolicchio, vincitore in due occasioni (2010 e 2011) del Ferrari Challenge North America.

“Vedo dei progressi abastanza positivi della Ferrari sull’aspetto aerodinamico e nel telaio. Deve ancora lavorare sulla potenza, ha ancora un leggero svantaggio rispetto alla Mercedes. Ma il buon rendimento con tutte le mescole dei pneumatici hanno fatto che la Rossa sia competitiva. La stagione è lunga e la Ferrari dovrà mantenere un buon ritmo di sviluppo della macchina e del motore. Si vedono già i frutti del grosso investimento che ha fatto la scuderia nella sua struttura di Formula Uno che includono un nuovo tunnel del vento”.

Dopo sei gare e il GP di Montecarlo è delirio tra i fans della Ferrari. Basti pensare che sedici anni dopo, la Rossa torna a trionfare nel Gp Monaco con un perfetto Sebastian Vettel e completa anche una splendida doppietta (mancava dal 2010), con il secondo posto di un più che positivo Kimi Raikkonen. Un dominio rosso sulle strade del Principato, confermando quanto già visto nelle libere e nelle qualifiche, con il double mai messo in discussione nel corso dell’intera gara, nonostante una Safety Car e le vie sempre strette e pericolose.

Dal canto suo, il giornalista Carlos Suchanek ci dice:

“Più lunga che di consueto è stata la transizione in casa Ferrari. Dal suo ultimo titolo di piloti, nel 2007 con Kimi Raikkonen ed il suo ultimo campionato di costruttori nel 2008. Per essere l’unica scuderia che ha partecipato a tutti i Grandi Premi della storia della Formula Uno ci hanno messo un po’ troppo tempo. Questo fatto è stato recriminato da tutti i tifosi della Rossa sparsi per il mondo. C’erano tante ragioni, si stava perdendo quello spettacolo maraviglioso della competizione sportiva”.

Il giornalista che in carriera ha presenziato dal vivo tanti GP e Rally Dakar aggiunge:

“Fortunatamente le decisioni che hanno preso nella scuderia Ferrari ci stanno facendo presenziare un inizio di stagione con molte buone speranze. Assolutamente guidato per i cambi di regolamento imposti dalla FIA, ci sono stati dei cambi aerodinamici che permettono di approfittare al meglio la forza motoristica ed un miglior equilibrio in pista. C’è una miglior ventilazione e correnti d’aria interne cosí come la ridistribuzione di componenti che contengono un maggior numero di combustibile. Tutto questo fa sì che la macchina abbia una migliore performance in pista; ci sono stati dei miglioramenti importanti anche nel sistema dei freni e nei componenti per il cambio di pneumatici che hanno permesso di migliorare i pit stop. Quanto appena menzionato, sommato a decine di miglioramenti hanno permesso di pensare ad una stagione 2017 con la speranza di una vittoria finale”.

Infine Suchanek, ci dice:

“Io direi che più che speranza una quasi certezza, viste le prove disputate fino ad adesso con un Vettel, leader della classifica ed un Raikkonen, quarto nel campionato costruttori parlano da soli. Da un po’ di tempo non avevamo un inizio di stagione come questo, cosí competitivo”.

Dopo 6 appuntamenti Vettel mantiene 25 punti di vantaggio su Hamilton, un andamento che nemmeno il più ottimista dei tifosi della “Rossa” poteva sognare ad inizio anno. Se il tedesco confermerà questo gap, o sarà in grado di ampliarlo nei prossimi due GP, il Mondiale potrebbe davvero prendere la via di Maranello. Incominciamo, un passo alla volta, con Montreal e tutti i suoi tranelli nascosti.

Francesco Lungarella, tifoso della scuderia di Maranello ci dice:

“Era ora che la Ferrari riprendesse a vincere, l’anno scorso è stato terribile: nessuna vittoria ed appena alcuni podi conquistati non è una performance da Ferrari. Quest’anno c’è stata una svolta a 180º. Se parliamo solo dei fatti, in questa stagione quando non vince arriva seconda, quindi io mi auguro davvero un gran finale. Poi, se nel Gran Premio di Barcellona, Bottas non mandava KO Kimi la Rossa avrebbe potuto dire di aver portato a casa sempre punti. La scuderia italiana dimostrerà la sua evoluzione già questo weekend durante il GP del Canada. Qui andrà molto bene, i cambi di direzione e le frenate ad alta velocità sono i punti di forza di questa macchina. Poi ci sarà il caso Raikkonen? Reagirà nel migliore dei modi dalla delusione di Montecarlo spingendo di più e magari anche vincendo Fino al termine della stagione sarà una bella battaglia tra la Ferrari e la Mercedes: spero che in questa occasione favorisca la Rossa”.

Il Gran Premio di questo weekend avrà una grossa novità: non ci sarà più il muro dei campioni. Quell’ultima, maledetta, curva del circuito di Montreal. Quella prima del rettilineo principale, quella dove negli anni hanno lasciato la loro impronta tutti i grandi della Formula 1: Senna, Prost, Hill, Schumacher, Coulthard, Irvine, Villeneuve. Era il terrore dei piloti a Montreal. Non ha risparmiato nessuno tanto da essere soprannominato appunto il muro dei campioni. Oggi quel muro non c’è più. Auto più larghe e più veloci hanno convinto gli organizzatori a cambiare (per quanto possibile) il disegno dell’ultima cura e soprattutto a coprire il muro con una fila di gomme. Non è detto che nessuno ci finirà più addosso, ma certo l’effetto muro (con le due ruote stampate dopo i crash) è finito.

Filippo Cantelmo, appassionato di macchine e tifossisimo della Ferrari:

“Finalmente! Questa Ferrari è stata progettata per far sognare i tifosi, erano anni che non si vedeva una monoposto così competitiva. Spero Vettel e Raikkonen riescano a disputare una stagione come quelle che ci regalavano Schumacher e Barrichello. Ma queste vittorie della squadra di Maranello sono frutto di anni di lavoro, la squadra ha sacrificato la passata stagione per puntare alla grande in questa. Spero che tutti questi sacrifici diano i suoi frutti al termine della stagione”.

Il pilota Franco De Leonardis ci dice:

“Penso che se manterranno questo ritmo riusciranno a vincere il campionato piloti e costruttori. Nell’ultimo GP hanno fatto l’uno-due”.

Questo fine settimana ci sarà il Gp del Canada, settima prova del campionato, si annuncia come svolta che già potrebbe essere decisiva. Una nuova vittoria Ferrari su una pista dove Hamilton ha vinto 5 volte negli ultimi 9 anni, potrebbe essere molto, ma molto importante dal punto di vista morale ancor più che aritmetico. Vettel vi ha vinto nel 2013, la Ferrari non ci vince dai tempi di Schumacher (2004), un digiuno decisamente ridotto rispetto a quello appena interrotto a Montecarlo.

Nelle ultime 20 edizioni, 9 volte ha vinto chi partiva in pole (Hamilton in 4 delle sue 5 vittorie; Schumacher in 3 delle due 7). Non è insomma fondamentale scattare davanti a tutti. Ma già dalle qualifiche capiremo che Ferrari vedremo in Canada dove a disposizione ci saranno le stesse mescole Pirelli di Monaco…

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

21:33Ghiaccio: Kostner seconda a Mosca

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - Si chiude con un exploit per l'Italia la Rostelecom Cup di Mosca, prima tappa del Grand Prix 2017-18 di pattinaggio sul ghiaccio. Nella seconda e ultima giornata, Carolina Kostner (Fiamme Azzurre) chiude la gara al secondo posto con 215.98 punti, lo stesso risultato che aveva ottenuto nella sua ultima apparizione al Grand Prix, proprio alla Rostelecom Cup, nel 2013. La gardenese si arrende solo alla campionessa del mondo russa Evgenia Medvedeva, tenendosi alle spalle la giapponese Wakaba Higuchi. Reduce dai due podi conquistati al Lombardia Trophy di Bergamo e al Finlandia Trophy di Espoo, Carolina Kostner ne centra subito un altro, regalandosi un grande esordio sul circuito internazionale, dove tornerà a pattinare all'NHK Trophy di novembre, in Giappone.

21:28Calcio: esami Belotti ok, ginocchio in via guarigione

(ANSA) - TORINO, 21 OTT - Hanno dato "esiti confortanti" gli esami a cui nel pomeriggio si è sottoposto l'attaccante del Torino, e della Nazionale, Andrea Belotti. Lo rende noto, sul suo sito internet, il club granata al termine degli accertamenti cui il giocatore è stato sottoposto a Perugia dal professor Giuliano Cerulli. La lesione capsulo-legamentosa del ginocchio destro sta guarendo e l'attaccante può procedere con i lavori di recupero stabiliti. Belotti si era infortunato il primo ottobre, durante Torino-Verona, ed era stato costretto a saltare anche gli impegni con la Nazionale. Alla luce degli esami di oggi, a cui si è sottoposto accompagnato dal responsabile sanitario Rodolfo Tavana e dal riatletizzatore Paolo Solustri, non è escluso che Belotti possa essere in campo il 5 novembre per Inter-Torino e, quindi, che possa essere convocato dal ct azzurro, Gianpiero Ventura, per gli spareggi Mondiali.

21:15Calcio: Bundesliga, Bayern raggiunge Dortmund

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - Il Bayern Monaco vince 1-0 ad Amburgo e aggancia il Borussia Dortmund in testa alla classifica della Bundesliga dopo la nona giornata. Il gol della squadra di Heynckes porta la firma di Tolisso al 7' del secondo tempo. L'Amburgo ha chiuso l'incontro in 10 per l'espulsione di Jung dopo 38 minuti. Con questo successo i bavaresi salgono a quota 20 e raggiungono i gialloneri che sprecano un doppio vantaggio in casa dell'Eintracht Francoforte. Borussia avanti con le reti di Sahin al 19'pt e Philipp al 12'st ma subisce la rimonta dei padroni di casa che prima accorciano le distanze con un rigore di Haller al 19' st e poi raggiungono la parità quattro minuti dopo con una rete di Wolf. Grazie ad una rete di Sabitzer il Lipsia batte 1-0 lo Stoccarda ed è terzo da solo. Il Borussia Moenchengladbach va in vantaggio contro il Bayer Leverkusen (Johnson) poi gli ospiti si scatenano e segnano 5 reti con Bender, Bailey, Brandt, Volland e Pohjanpalo. Successo esterno infine per l'Hannover che passa 2-1 sull'Augusta.

21:14Marina Militare: folla visitatori per la Vespucci a Trieste

(ANSA) - TRIESTE, 21 OTT - Dopo aver ormeggiato stamani alle otto al Molo Bersaglieri, l'equipaggio della splendida nave a vela con motore della Marina Militare Amerigo Vespucci non ha fatto in tempo a tirare a lucido più del solito tolda e ponti ed a tenere una breve conferenza stampa, che una fila di visitatori si era già formata a terra davanti alla passerella. La Nave Scuola resterà a Trieste fino al 24 poi continuerà il suo viaggio lungo le coste italiane. Il Comandante della nave, Capitano di Vascello Roberto Recchia, ha disposto le visite domani dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 18.30 e lunedì dalle 14.30 alle 18.30. La nave fu progettata come la "gemella" Cristoforo Colombo, da Francesco Rotundi, direttore dei cantieri navali di Castellammare di Stabia (Napoli), dove fu varata il 22 Febbraio 1931; oggi è in servizio per l'addestramento degli allievi ufficiali della Accademia di Livorno. E' stata appena dotata di uno speciale e unico motore elettrico realizzato a Monfalcone (Gorizia).

20:56Catalogna: presidente Barcellona sostiene leader catalani

(ANSA) - BARCELLONA, 21 OTT - Il presidente del Barcellona Josep Maria Bartomeu si schiera apertamente a favore dei leder catalani dopo la decisone del governo spagnolo di assumere il potere della regione. ''Il fatto che le persone siano state arrestate per le loro idee politiche - ha detto Bartomeu - è inaccettabile nel ventunesimo secolo. Nessuno può dubitare dell'impegno del Barcellona per la società catalana e le sue istituzioni democratiche". Per bloccare la spinta dell'indipendenza catalana, il primo ministro spagnolo Mariano Rajoy vuole che il Senato gli dia il potere diretto per sciogliere il governo catalano regionale e indire il prima possibile le elezioni. Bartomeu ha aggiunto inoltre che il club mira a rimanere nella campionato spagnolo. Il Barcellona conduce la Liga e questa sera ospita il Malaga.

20:37Omicidio ad Alatri:ucciso con mazza baseball,killer confessa

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - E' stato ucciso a colpi di mazza da baseball alla testa Domenico Pascarella, il pensionato morto oggi ad Alatri nel Frusinate. Avrebbe già confessato il suo assassino, secondo quanto si apprende, un 32/enne vicino di casa con problemi psichici. Avrebbe spiegato il delitto rievocando vecchi, presunti rancori nei confronti della vittima. Il corpo di Pascarella é stato trovato in mezzo al sangue nella sua casa in via Sardegna, nel centro della cittadina; i carabinieri hanno capito che aveva aperto a qualcuno che conosceva e poco dopo in strada hanno intercettato il giovane, il quale vedendo i militari ha tentato di fuggire. Bloccato e portato in caserma ha ammesso di aver ucciso Pascarella.

20:23Calcio: serie A, Sampdoria-Crotone 5-0

(ANSA) - GENOVA, 21 OTT - Senza storia il primo anticipo della nona giornata di serie A: la Sampdoria liquida il Crotone con un perentorio 5-0. Padroni di casa già in vantaggio al 3' con un colpo di testa di Ferrari. Al 10' Ajeti stende Zapata in area, è rigore che Quagliarella trasforma per il 2-0. Al 38' i blucerchiati calano il tris con Caprari che mette dentro da distanza ravvicinata dopo un cross di Zapata. Crotone sfortunato nel recupero quando un colpo di testa di Budimir finisce sulla traversa. La Sampdoria controlla agevolmente il match e va a segno ancora due volte, al 71' con Linetty su assist di Praet e al 76' con Kownacki, appena entrato in campo al posto di Caprari. La Sampdoria, che deve ancora recuperare la partita con la Roma, sale in quinta posizione con 17 punti, Crotone fermo a quota 6.

Archivio Ultima ora