Papa: terrorismo, migranti, disoccupazione le sfide Italia

(ANSA) – ROMA, 10 GIU – “L’Italia e l’insieme dell’Europa – ha detto il Papa nel suo discorso al Quirinale durante la visita al Presidente Sergio Mattarella – sono chiamate a confrontarsi con problemi e rischi di varia natura, quali il terrorismo, che trova alimento nel fondamentalismo; le migrazioni, accresciute dalle guerre e dai gravi e persistenti squilibri sociali ed economici di molte aree del mondo; e la difficoltà delle giovani generazioni di accedere a un lavoro stabile e dignitoso, ciò che contribuisce ad aumentare la sfiducia nel futuro e non favorisce la nascita di nuove famiglie e di figli”. “Mi rallegra però rilevare – ha aggiunto – che l’Italia, mediante la generosità dei suoi cittadini e l’impegno delle sue istituzioni e facendo appello alle sue abbondanti risorse spirituali, si adopera per trasformare queste sfide in occasioni di crescita e in nuove opportunità”. E’ stata la seconda visita di Francesco al Quirinale, per ricambiare quella di Mattarella del giugno 2016. La prima fu con Napolitano, nel novembre 2013.

Condividi: