Papa e Mattarella: sintonia totale, allarme lavoro e migranti

Pubblicato il 10 giugno 2017 da ansa

Il Presidente Sergio Mattarella con Sua Santità Francesco nella Sala della Musica (Foto Ufficio Stampa Quirinale)

ROMA. – Un richiamo alla politica affinché ritrovi l’etica del bene pubblico per frenare il distacco tra cittadini e istituzioni. Un drammatico allarme sulla mancanza di lavoro, piaga che mina la società nelle sue fondamenta. Un appello ad affrontare con razionalità e umanità il fenomeno dei flussi stigmatizzando la colpevole assenza dell’Europa. E infine la richiesta di fare “fronte comune” per affrontare la sfida dell’estremismo religioso, della “barbarie” del terrorismo.

Straordinaria sintonia al Quirinale tra Sergio Mattarella e papa Francesco che con due discorsi speculari hanno efficacemente mostrato quanto forte possa essere il legame personale costruito tra il presidente della Repubblica e il capo della Chiesa cattolica. Passando da un tema all’altro dei due interventi, che hanno chiuso la visita di restituzione del papa al Quirinale, si fatica a distinguerli.

Il primo, quello del presidente, viene completato dal secondo in un intreccio studiato che fa ben comprendere perché solo qualche settimana fa dall’Argentina, patria di Bergoglio, il capo dello Stato disse con naturalezza di essere “assolutamente entusiasta” di questo Papa. Lavoro, migranti, responsabilità nella politica e nelle istituzioni, solidarietà e apertura, lotta ai cambiamenti climatici: difficile separare le visioni, trovare sfumature o perplessità di intenti tra le due figure.

E non è un caso che Bergoglio ha scelto di chiudere il suo discorso dal salone dei Corazzieri con una sottolineatura che vale per la Repubblica e disegna lo stile dell’attuale inquilino del Colle: “In Italia c’è una peculiare forma di laicità, non ostile e conflittuale, ma amichevole e collaborativa, seppure nella rigorosa distinzione delle competenze proprie delle istituzioni politiche da un lato e di quelle religiose dall’altro”.

Musica per le orecchie di Mattarella che ha fondato la propria guida del Quirinale su questo concetto. “La sua visita – aveva detto solo un minuto prima Mattarella – costituisce un’occasione per ringraziare la Chiesa cattolica per la sua instancabile azione, al fianco delle istituzioni nazionali, nella più ampia riaffermazione dei valori di giustizia, equità, apertura e tolleranza sui quali si fonda la Repubblica”. Rapporto sui quali, ha sottolineato il presidente, vigila il Concordato “con il suo prezioso quadro di collaborazione”.

La sala degli Arazzi del Quirinale è stato il luogo che ha permesso una lunga e affettuosa conversazione a quattr’occhi tra il papa e il presidente, dipanatasi poi tra le tante sale del palazzo che fu per secoli dei papi. Dal cortile d’onore dominato dai corazzieri (notato il primo corazziere di colore in alta uniforme) e animato da tanti ragazzi provenienti dalle scuole delle zone del terremoto, il cerimoniale ha guidato la visita senza strappi, con il tradizionale scambio di doni. E Bergoglio ha offerto anche un rosario a figlie e nipoti del presidente nelle pieghe dell’ufficialità.

Presenti e silenziosi il premier Gentiloni, i presidenti di Camera e Senato, Boldrini e Grasso, i ministri Padoan, Alfano, Madia e Pinotti, il sottosegretario Boschi, il vicepresidente della Camera Di Maio e la sindaca Virginia Raggi. Un protocollo che non ha mai oscurato i contenuti, forti e diretti nel linguaggio.

“Chi è chiamato a pubblici impegni deve agire con elevata responsabilità e con sempre crescente impegno”, ha esordito il presidente. “Da tutti coloro che hanno responsabilità in campo politico e amministrativo – gli ha fatto eco il papa – ci si attende un paziente e umile lavoro per il bene comune, che cerchi di rafforzare i legami tra la gente e le istituzioni”.

E poi stessi toni e stesso ritmo sull’emergenza lavoro: “la politica deve impegnarsi soprattutto per l’emergenza lavoro, deve “agire con crescente impegno affinché prevalgano condizioni di equità, e quindi di stabilità sociale” perché, ha detto Mattarella, “questa stagione ne sta mettendo a dura prova le prospettive di vita personale mettendo a rischio il buon futuro dell’intera società”.

Altrettanto duro Bergoglio che punta il dito contro le speculazioni: serve “un’alleanza di iniziative perché le risorse finanziarie siano poste al servizio della gente e non siano invece distolte e disperse in investimenti prevalentemente speculativi”.

Quindi il tema dolente dei migranti dove, inutile dirlo, i due protagonisti parlano a una sola voce: umanità, ordinata apertura e, soprattutto, una maggiore collaborazione della Comunità internazionale a partire dai Paesi europei. Infine dialogo e dialogo con le altre confessioni religiose per un “fronte comune” contro la barbarie del terrorismo e la piaga del fondamentalismo religioso.

(Di Fabrizio Finzi/ANSA)

Ultima ora

12:30Francia: Eliseo affida ruolo ‘ufficiale’ a Brigitte Macron

(ANSA) - ROMA, 21 AGO - L'Eliseo ha affidato un incarico ufficiale a Brigitte Macron. Lo riportano i media francesi. La moglie del presidente sarà 'rappresentante' della Francia ma per svolgere questo compito non percepirà alcuno stipendio. La presidenza francese ha pubblicato oggi sul suo sito tutti i dettagli del nuovo incarico di Brigitte in un documento intitolato 'Carta di trasparenza sul ruolo della consorte del capo della Stato'. "Non si tratta di un ruolo istituzionale ma di un incarico che varrà soltanto per la durata del mandato di Emmanuel Macron", hanno precisato fonti vicine alla Premiere Dame.

12:25Tennis: classifica Wta, Pliskova ancora al comando

(ANSA) - ROMA, 21 AGO - Roberta Vinci è sempre la prima delle azzurre nella classifica pubblicata oggi dalla Wta: la tarantina è in 43/a posizione, una in meno della settimana scorsa. Risale di 13 posti, al numero 69, Camila Giorgi, scavalcando Francesca Schiavone n.75. Ritocca il proprio best ranking Martina Trevisan, portandosi al 144/o posto. Sara Errani, che si è vista privare dalla Itf i punti accumulati dal 16 febbraio al 7 giugno a causa della squalifica per doping, sale di due posti e si piazza al n.232. In attesa degli US Open, al via la prossima settimana, il ranking vede per la sesta settimana sul trono la ceca Karolina Pliskova, che conserva appena 5 punti di vantaggio su Simona Halep (la romena ha mancato per la terza volta nel 2017 il n.1 perdendo in finale a Cincinnati), mentre sulla terza poltrona torna ad accomodarsi la spagnola Garbine Muguruza, vincitrice ieri nell'Ohio. Scivola al sesto posto la tedesca Angelique Kerber, alle spalle dell'ucraina Elina Svitolina (n.4) e della danese Caroline Wozniacki.

12:20Germania: arresto scrittore Akhanli nuovo caso con Ankara

(ANSA) - BERLINO, 21 AGO - Il caso dello scrittore turco-tedesco Dogan Akhanli, fatto arrestare (e poi rilasciato) in Spagna su un mandato di cattura turco, contribuisce a inasprire i rapporti fra Berlino ed Ankara e occupa oggi le prime pagine dei giornali in Germania. "Non si può abusare in questo modo dell'Interpol", ha detto Angela Merkel, rispondendo a una domanda, nel corso di un'intervista andata in onda nella tarda serata di ieri all'emittente Rtl. "Così non va bene", ha aggiunto. Parole apprezzate dal legale di Akhanli, che oggi alla Dpa commenta: "Diversamente dal caso di Deniz Yucel ha preso una posizione chiara e questo mi fa piacere", ha affermato Ilias Uyar. Akhanli è stato arrestato sabato, mentre si trovava in Spagna in vacanza. Da ieri è di nuovo a piede libero.

12:03Russia: ambasciata Usa sospende i visti turistici

(ANSA) - MOSCA, 21 AGO - Le rappresentanze diplomatiche Usa in Russia sospenderanno dal 23 agosto al 1° settembre l'emissioni di visti turistici. In seguito i visti saranno rilasciati solo a Mosca per un periodo "indefinito" - interrompendo così l'azione dei consolati dislocati nel resto del Paese. Le restrizioni, ha fatto sapere l'ambasciata Usa, continueranno sino a che persisterà la riduzione del personale diplomatico americano. Lo riporta la Tass.

12:01Marsiglia: auto contro due fermate autobus

(ANSA) - PARIGI, 21 AGO - Un'auto si è lanciata a tutta velocità contro due fermate dell'autobus a Marsiglia, nel quartiere della Croix Rouge. I media parlano di un uomo rimasto ucciso. L'autista è già stato fermato dalla polizia che lo sta interrogando. Su Twitter le forze dell'ordine hanno chiesto alla popolazione di evitare la zona del vecchio porto della città.

12:00Mattarella torna a Roma dopo vacanza a Dobbiaco

(ANSA) - BOLZANO, 21 AGO - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella torna a Roma, dopo avere trascorso un periodo di vacanza a Dobbiaco in Alto Adige. Mattarella è stato ospite della foresteria di Villa Irma, una struttura dell'Aeronautica militare, ed ha trascorso le sue giornate assieme ad alcuni familiari. Stamani la partenza a bordo di un elicottero dalla pista erbosa davanti alla struttura.

11:40Calcio: Tavecchio ‘Neymar? Situazione anomala’

(ANSA) - ROMA, 21 AGO - "Tutte queste situazioni che si creano finiranno presto, nelle condizioni di congiuntura mondiale in cui ci si trova. Il nostro campionato tornerà presto ai massimi livelli mondiali. Cercheremo di capire se siamo in grado di costruire insieme qualcosa di importante con la A, B e Lega Pro per arrivare ai livelli che ci competono". Così il presidente della Figc Carlo Tavecchio a una domanda sul caso Neymar e sulla situazione del Fair Play finanziario. "Della questione Neymar ne ho parlato di recente con il presidente Uefa Alexander Ceferin - ha sottolineato Tavecchio -. Ci sono comunque situazioni anomale, che turbano il sistema dal punto di vista etico e morale. Ho un appuntamento entro metà settembre con il n.1 Fifa Gianni Infantino. La Federazione italiana vuole aprire una questione procuratori. L'osservatorio Fifa non ha capito che siamo allo sbando, per diventare procuratori basta poco, basta iscriversi ad un registro, senza professionalità: ecco perché succedono certe situazioni".

Archivio Ultima ora