Italia 5-0 a Liechtestein, e arrivederci a Madrid

Pubblicato il 11 giugno 2017 da ansa

Lorenzo Insigne festeggia il gol della-0 contro il Liechtenstein al Friuli Stadium in Udine. ANSA/ ALBERTO LANCIA

UDINE. – Appuntamento al Santiago Bernabeu, il prossimo 2 settembre. L’Italia di Giampiero Ventura va in vacanza con un 5-0 al Liechtenstein e una data ben segnata sull’agenda del suo cammino verso i Mondiali di Russia 2018. La vittoria nell’ultima partita della stagione è arrivata, la goleada attesa solo a metà: la differenza reti con la Spagna resta ampia. In contemporanea con la vittoria azzurra al Friuli, più faticosa di quanto dica il punteggio contro i ‘dilettanti’ di Vaduz, gli spagnoli hanno vinto a Skopje 2-1.

Il primato del girone resta in condominio, come il vantaggio nella differenza reti ridotto solo in parte (e visto l’andamento della gara di Udine, meno di quanto Ventura si aspettava): +18 la Spagna, +14 l’Italia. Per evitare lo spareggio da secondi, la nazionale di Ventura avrà probabilmente una sola via, andare a vincere a Madrid alla ripresa di inizio settembre.

E dal 5-0 sul Liechtenstein, Ventura pensa di poter trarre qualche insegnamento: primo, che la fretta e’ nemica della sua giovane Italia. Allo stadio Friuli, il ct senza gli infortunati Verratti e Marchisio fa esordire Pellegrini a centrocampo, al fianco del veterano De Rossi, e non rinuncia al 4-2-4 testato pochi giorni fa contro l’Uruguay. Dietro, Bonucci diffidato resta in panchina preservato per Madrid. Il Liechtenstein risponde con un 4-5-1 bloccatissimo.

La partenza azzurra invia buoni segnali, appena due minuti e sul bel lancio di De Rossi Candreva insacca ma viene fermato da un fuorigioco che in realtà non esiste. Ma è una falsa impressione, perché per tutto il primo tempo gli azzurri soffrono. Poca scioltezza sulle fasce, Spinazzola a sinistra spinge più di Darmian, Candreva a destra punge ma è sempre impreciso nell’ultimo passaggio. Manca la fluidità di manovra, e il guizzo vincente.

Così la densa difesa dei rossi di Pauritsch ha gioco facile. Belotti appare fuori dallo sviluppo, Immobile già al tiro al 9′ è impreciso. Ci si mette anche il portiere Hobi, attento e reattivo, che toglie dai piedi di Belotti la palla buona sul rasoterra di Candreva (17′).

L’Italia perde fiducia, e il Liechtenstein addirittura osa: è la mezzora, e sull’azione dell’unica punta, Flick, Polverino sfiora il gol con una gran botta da 30 metri. Così, il vantaggio azzurro non può che arrivare da una prodezza personale, ed è del 10 Insigne: Spinazzola lo pesca in area, sinistro, stop di petto, girata e destro al volo sotto l’incrocio. Da applausi. Ci riprova due volte Immobile, su assist di Insigne (39′, ma sparato alto) e sul lancio sempre del napoletano, e questa volta salva Hobi sul suo palo.

Al rientro, l’Italia prova a forzare e dopo 7′ trova il raddoppio con il primo movimento giusto di Belotti. Insigne lo pesca da dietro la linea difensiva avversaria, il centravanti si lancia nello spazio e in area di destra batte Hopi. Sul 2-0 sale l’entusiasmo azzurro, un giro di lancetta e Immobile dal limite è fermato solo dal palo.

Inevitabile che gli spazi si aprano, ma al 13′ quattro contro quattro Immobile e Candreva perdono tempo in area. L’attaccante Lazio ha il tempo di rimediare un rigore che l’arbitro Clangy non concede per una partenza in fuorigioco assai dubbia, e subito dopo arriva il cambio con Eder, anticipato da quello Bernardeschi per uno spento Candreva.

Al terzo tentativo, l’arbitro scozzese indovina un offside: Eder segna, ma sul passaggio di Belotti è avanti. Passa però solo mezzo minuto, e al 29′ la combinazione si ripete: è il 3-0 di Eder, in spaccata sottoporta. Bernardeschi di sinistro cerca il quarto gol ma Hopi di pugno glielo nega poco dopo la mezzora, ma al 38′ il sinistro da fuori area è imprendibile: è il 4-0. Chiude i conti al 91′ Gabbiadini, entrato da poco, sull’assist di Spinazzola. Cinque a zero, ed arrivederci a Madrid.

Ultima ora

20:41Migranti: travolto e ucciso da un treno a Ventimiglia

(ANSA) - VENTIMIGLIA (IMPERIA), 16 AGO - Un migrante iracheno di 36 anni è morto investito da un treno all'imboccatura della galleria di zona Peglia a Ventimiglia. La linea ferroviaria con la Francia è interrotta dalle 18 circa. L'uomo è stato travolto dal treno in direzione Francia. Sul posto è presente il personale sanitario del 118 con la polizia ferroviaria.

20:26Fiorentina: arrivato Simeone, si stringe per Pezzella

(ANSA) - FIRENZE, 16 AGO - La Fiorentina ha accolto Giovanni Simeone al centro sportivo per definire il suo acquisto a titolo definitivo dal Genoa per circa 15 milioni di euro più 3 di bonus e un contratto quinquennale. Il giovane attaccante argentino figlio d'arte, andrà a sostituire Nikola Kalinic prossimo a legarsi al Milan. Intanto il club viola sta stringendo con il Betis Siviglia per il centrale argentino German Pezzella, classe '91, in prestito con diritto di riscatto intorno ai 10 milioni. Il giocatore era seguito anche dall'Inter.

20:21Iran: leader opposizione Karroubi in sciopero della fame

(ANSA-AP) - DUBAI/EAU, 16 AGO - Mahdi Karroubi, uno dei più importanti leader dell'opposizione iraniana, agli arresti domiciliari dal 2011, ha cominciato lo sciopero della fame per protestare contro la sua detenzione. Lo comunica un sito web precisando che il 79enne religioso ha smesso di nutrirsi e prende solo medicine per il cuore. Secondo il sito, la moglie Fatemah Karroubi ha detto che il marito vuole essere processato pubblicamente e vuole che le forze di sicurezza se ne vadano da casa sua. Il leader dell'opposizione è malato di cuore e in passato, mentre era detenuto, è stato ricoverato in ospedale. Karroubi è un riformista che è stato messo agli arresti domiciliari nel 2011, quando iniziarono le rivolte delle Primavere Arabe. Nella stessa situazione in Iran c'è un altro leader dell'opposizione, Mir Hossein Mousavi. Entrambi sono stati candidati alle elezioni presidenziali nel 2009 contro Mahmoud Ahmadinejad. Vinse quest'ultimo ed entrambi gli sconfitti lo accusarono di brogli e frode elettorale.

20:17Calcio: C.Ronaldo non ci sta “Questa è una persecuzione”

(ANSA) - ROMA, 16 AGO - "Impossibile restare impassibili davanti a questa situazione, 5 giornate!! Mi sembra esagerata e ridicola, questa si chiama persecuzione! Ringrazio i miei compagni e i tifosi per l'appoggio". E' il messaggio di rabbia che Cristiano Ronaldo ha pubblicato da pochi minuti su Instagram, dopo che la commissione disciplinare ha respinto il ricorso del Real contro le 5 giornate di squalifica in seguito alla sua espulsione nell'andata della Supercoppa spagnola contro il Barcellona.

20:07Trump scioglie forum economici Casa Bianca

(ANSA) - WASHINGTON, 16 AGO - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump annuncia via Twitter lo scioglimento di due forum economici presso la Casa Bianca composti da diversi Ceo, dopo le critiche in seguito ai commenti sui fatti di Charlottesville. "Invece di fare pressione sulle persone del Manufacturing Council e Strategy & Policy Forum, li sciolgo entrambi. Grazie a tutti!", ha scritto Trump. Nelle ultime ore una serie di Ceo avevano lasciato i forum in segno di protesta.

20:04Palio Siena: vittoria all’Onda

(ANSA) - SIENA, 16 AGO - La contrada dell'Onda ha vinto stasera il Palio di Siena dedicato alla Madonna dell'Assunta col fantino Carlo Sanna detto Brigante sul cavallo Porto Alabe. Sia Sanna che Alabe sono alla loro prima vittoria in piazza del Campo. L'ultimo Palio vinto dall'Onda risale al 16 agosto 2013: con oggi è alla 41/a vittoria. Nove e non dieci le contrade che hanno corso questo Palio dopo che nel pomeriggio il sindaco di Siena Bruno Valentini aveva escluso la Lupa a causa del "responso unanime" del collegio veterinario che aveva "sancito l'impossibilità di correre per un'insorta zoppia all'arto posteriore destro" del cavallo Quore de Sedini.

19:49In gita in montagna con i nipoti, scivola e muore a 75 anni

(ANSA) - UDINE, 16 AGO - Un uomo - Giacomo Perosa, di 75 anni, capogruppo degli alpini di Latisanotta di Latisana (Udine) - è morto nel pomeriggio in un incidente in montagna, sul Pal Piccolo, al confine tra Italia e Austria, in località Timau di Paluzza (Udine). Perosa é caduto lungo la discesa del Pal Piccolo, a una quota di circa 1500 metri, mentre percorreva il sentiero 401 che dalla cima del Pal Piccolo conduce al Passo Monte Croce Carnico. Secondo la ricostruzione del Soccorso Alpino, in corrispondenza dei tornanti del sentiero sotto le pareti della palestra di roccia, è scivolato perdendo aderenza e precipitando per una quindicina di metri. E' deceduto all'istante. Con lui c'erano il genero e due nipoti, che hanno chiamato subito i soccorsi. In mezz'ora dalla chiamata otto tecnici del CNSAS e due della Guardia di Finanza di Tolmezzo sono stati trasportati dal campo base dei Laghetti di Timau sul posto. I tecnici hanno calato la barella e il medico ha constatato il decesso.

Archivio Ultima ora