Procuratrice accusa l’Alta Corte: “Cospirazione contro la forma repubblicana”

CARACAS – “Cospirazione contro la forma repubblicana”. Questo è il capo d’accusa con il quale, Luisa Ortega Diaz, la Procuratrice Generale, vuole processare i giudici – sei in funzione e due supplenti- che, sostiene la Magistrato, con le loro sentenze hanno violato la Costituzione in ripetute occasioni e in maniera sistematica.
Lo scontro, quindi, è fra poteri ed è tutto interno nel “chavismo”. La Procuratrice, infatti, mantiene le distanze con l’opposizione che, comunque, pare voglia “blindarla”. Luisa Ortega Díaz, oggi, è, nei fatti, la punta di diamante di chi si oppone al governo del presidente Maduro. Colpendo l’Alta Corte, la Procuratrice, infligge un duro colpo al governo che ha avuto nell’Alta Corte l’alleato ideale, indispensabile per mantenersi al potere. E’ stato, infatti, il Tribunale Supremo di Giustizia che ha annullato ogni facoltà del Parlamento da quando l’Opposizione è diventata maggioranza ed è stato il Tribunale Supremo di Giustizia ad aver approvato le sentenze, poi ritirate, con le quali si attribuivano poteri quasi illimitati al presidente Maduro. Sono state proprio queste decisione della Corte quelle che accendevano la miccia della protesta. Da allora le manifestazioni contro il governo del presidente Maduro si susseguono quasi quotidianamente con il saldo tragico, per il momento, di oltre 70 morti e migliaia di arresti e di feriti
– Non è che si cospira contro la repubblica solo con un atto di forza – ha spiegato la Procuratrice alla stampa davanti alla sede del Tribunale Supremo di Giustizia, poco dopo aver consegnato la sua richiesta contro i magistrati della Sala Costituzionale dell’Alta Corte -. Lo si può fare anche causando un danno irreparabile alle istituzioni attraverso una serie di sentenze. Qui si parla dello smantellamento dello Stato – ha aggiunto Ortega Diaz -. In Venezuela è in pericolo la nazione, lo Stato di diritto, la pace e i diritti dei cittadini.
Come era nelle previsioni, la dura presa di posizione della Procuratrice contro il Tribunale Supremo di Giustizia ha provocate l’ira di deputati, ministri ed esponenti del Psuv che l’hanno accusata di alto tradimento e le lodi dell’Opposizione che vede spera sempre piú nella debacle del governo Maduro. D’altronde, l’atteggiamento della Procuratrice è interpretata come la punta dell’Iceberg che nasconde una molto piú amplia dissidenza in seno al “chavismo”