M5s punta sulla sicurezza, Roma: “Stop migranti e campi rom”

Pubblicato il 13 giugno 2017 da ansa

ROMA. – Dai migranti ai mendicanti in metropolitana, il Movimento 5 Stelle gioca la carta sicurezza a Roma. Dopo aver presentato il piano per superare i campi rom in città, Virginia Raggi chiede al Ministero dell’Interno di mettere un freno agli arrivi dei migranti e ai nuovi centri accoglienza nella Capitale. Vista la “forte presenza migratoria e il continuo flusso di cittadini stranieri”, per la sindaca serve “una moratoria sui nuovi arrivi” in città.

La sua posizione è messa nero su bianco in una lettera inviata al prefetto Paola Basilone: “Trovo impossibile, oltre che rischioso, ipotizzare ulteriori strutture di accoglienza, peraltro di rilevante impatto e consistenza numerica sul territorio comunale”. L’argomento rimbalza presto a livello nazionale, con il blog di Beppe Grillo che rilancia e sottolinea gli impegni dell’ amministrazione anche su altri fronti: “Chiusura dei campi rom, censimento di tutte le aree abusive e le tendopoli. Chi si dichiara senza reddito e gira con auto di lusso è fuori. Chi chiede soldi in metropolitana, magari con minorenni al seguito, è fuori”.

“Sono le classiche dichiarazioni a presa in giro degli italiani – punta il dito il segretario del Pd Matteo Renzi -. Io l’ho smontato un campo rom a Firenze e so cosa significa. Serve costanza, fatica. Grillo in questo momento ha un problema: si sta accorgendo che la realtà è più complicata del blog e la politica più difficile di un algoritmo”.

Le parole di Virginia Raggi, però, non lasciano spazio a dubbi: “Questa amministrazione, in considerazione degli elevati flussi di migranti non censiti, auspica che le valutazioni sulle dislocazioni di nuovi insediamenti tengano conto della evidente pressione migratoria cui è sottoposta Roma Capitale e delle possibili devastanti conseguenze in termini di costi sociali e di protezione degli stessi beneficiari, evitando di gravare, ulteriormente, sul territorio comunale”. La sindaca, quindi, annuncia la richiesta di un incontro al responsabile del Viminale “per intervenire sul tema degli arrivi incontrollati”.

Critico con la posizione della sindaca, Stefano Fassina, mentre la leader di FdI Giorgia Meloni plaude. Attualmente sono 8.600 i migranti che vengono ospitati in 70 strutture a Roma e Provincia, ma a questi se ne aggiungono molti che arrivano nella Capitale da soli. Secondo Baobab Experience “sono circa 500 i nuovi arrivi di migranti al mese che transitano nella Capitale”.

“Riteniamo che il fenomeno sia in aumento rispetto agli anni scorsi, ma abbiamo più difficoltà a mapparlo visti i continui sgomberi del nostro presidio”, afferma il coordinatore di Baobab Experience Andrea Costa. “La richiesta di moratoria da parte di Virginia Raggi, rilanciata con retorica leghista sul blog di Beppe Grillo”, attacca Fassina (Sinistra x Roma), “nasconde le difficoltà elettorali del M5S. Inoltre, è una richiesta finalizzata a scaricare su altri le responsabilità”.

Secondo Giorgia Meloni (FdI), invece, “il sindaco Raggi fa una cosa sensata a chiedere una moratoria finché le altre città non saranno al passo. E’ quello che avrei fatto anche io – le sue parole -, magari però un anno fa”.

(di Paola Lo Mele/ANSA)

Ultima ora

16:16Snai: in Champions il Barca è favorito sulla Juve

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - La Juve, nel quinto turno del Gruppo D di Champions, ospiterà domani sera il Barcellona e parte da sfavorita nelle quote Snai. A Torino, contro la Juve, i catalani non hanno mai vinto: il primo colpo è dato a 2,45 e si punta a 3,35 sul pari. Vincere per i bianconeri è un compito a 2,85, ripetere il 3-0 della passata stagione fa salire la quota a 30 volte la scommessa. La Juve vede gli ottavi a 1,05, arrivarci da prima paga 8 contro 1. Dybala e Messi hanno fatto scintille nei rispettivi campionati: la rete della 'Pulce' vale 2,10, a 2,75 quella di Paulo. La media 'Goal' di entrambe è perfetta: a segno nella partita di domani sono una scommessa da 1,67. Nel Gruppo C c'è da tenere d'occhio l''X', in Atletico Madrid-Roma, a quota 3,40. Per restare in corsa verso gli ottavi serve una vittoria agli spagnoli (1,90). Il 'blitz' giallorosso viaggia a 4,00 su Snai. Quanto al passaggio del turno, la squadra di Di Francesco è in una situazione comoda: a 1,02 la qualificazione, il passaggio da primi è a 1,70.

16:09Fisco: tre denunce e sequestro di 1,2 mln per evasione

(ANSA) - PORDENONE, 21 NOV - I titolari di tre aziende del Friuli Occidentale sono stati denunciati per evasione fiscale dalla Guardia di Finanza che, inoltre, ha eseguito un sequestro preventivo di oltre 1,2 milioni di euro. L'indagine è scattata dopo alcuni accertamenti dell'Agenzia delle Entrate. A seguito delle indagini, su richiesta della Procura, il Gip di Pordenone ha emesso provvedimenti di sequestro preventivo per complessivi 1.218.000 euro, già effettuati dalle Fiamme Gialle che hanno bloccato disponibilità liquide, beni immobili e mobili. Dai rilievi era emersa una palese "asimmetria" tra il patrimonio degli indagati e gli omessi versamenti: in un caso, è stata sequestrata la somma di 452.121 euro (tutta in denaro contante) depositata dall'indagato su conti correnti in Istituti di Credito, mentre un altro indagato era proprietario di oltre 26 unità immobiliari e 200 terreni. Il terzo indagato, infine, successivamente agli omessi versamenti, era stato dichiarato fallito dal Tribunale di Pordenone.

16:07Calcio: Oddo, Udinese club che ha ambizioni

(ANSA) - UDINEE, 21 NOV - "Sono molto contento di questa opportunità, al di là della contentezza per avere una grande chance in serie A, questa è una società che ha ambizioni". Sono le prime parole da neotecnico dell'Udinese pronunciate oggi da Massimo Oddo che ha anche rivolto un pensiero a Delneri. "Quando le cose non vanno bene non è colpa sempre e solo di un allenatore, ma è il primo a pagare. E' una cosa che può succedere a tutti. Lo stimo moltissimo. Lo ringrazio per quello che troverò, per il suo lavoro".

16:04Renzi da Macron, cordialità e conferma forti punti contatto

(ANSA) - PARIGI, 21 NOV - Un incontro più che cordiale, con la conferma di forti punti di contatto, già emersi in passato: queste le impressioni riferite al termine dell'incontro all'Eliseo fra Matteo Renzi ed Emmanuel Macron. Fra i due, il rapporto è apparso consolidato e l'incontro ha confermato le analogie programmatiche di tempi recenti, dal bonus cultura - una proposta fatta propria dal presidente francese che ha sempre sottolineato di essersi ispirato al provvedimento italiano - al jobs act, dall'elezione del presidente della Commissione Ue al varo di liste transnazionali per avere veri partiti europei.

16:04Pensioni: Martina, impegni governo garantiscono equità

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - "Gli impegni che il governo ha preso al tavolo di confronto con i sindacati vanno nel senso giusto e garantiscono maggiore equità, perché come abbiamo sempre detto non tutti i lavori sono uguali". Lo scrive su Facebook il ministro Maurizio Martina, vicesegretario del Pd. "In particolare - spiega - l'immediata esenzione dall'innalzamento previsto per il 2019 del requisito anagrafico per la pensione di vecchiaia e del requisito contributivo per la pensione anticipata per le undici categorie già individuate per l'anticipo pensionistico sociale e quattro categorie aggiuntive (operai e braccianti agricoli, marittimi, addetti alla pesca, siderurgici di prima e seconda fusione e lavoratori del vetro addetti ad alte temperature) costituisce una novità molto importante per tutelare concretamente migliaia di lavoratori interessati. Sono tutti temi essenziali su cui il Partito Democratico continuerà a lavorare con concretezza e massimo impegno".

15:45Calcio: ufficiale, Oddo nuovo allenatore Udinese

(ANSA) - TRIESTE, 21 NOV - Massimo Oddo é il nuovo allenatore dell'Udinese. Lo rende noto la società con un comunicato. Oddo sarà presentato in conferenza stampa tra poco alla Dacia Arena di Udine e subito dopo dirigerà il primo allenamento al Bruseschi.

15:41Atletica:10 dicembre a Trieste la prima ‘Corsa del Ricordo’

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - Il successo delle quattro edizioni romane della Corsa del Ricordo, che rinnoverà l'appuntamento con i podisti romani il prossimo 4 febbraio 2018 quando nelle vie del quartiere Giuliano-Dalmata della Capitale si correrà per la quinta volta, avrà per la prima volta come teatro anche Trieste. La manifestazione, nata da un'idea di Roberto Cipolletti presidente dell'Asi Lazio, si è ritagliata nel corso degli anni uno spazio importante nel panorama del podismo capitolino, ed ha recitato sin dalla prima edizione, un ruolo fondamentale per polarizzare l'attenzione dei media e dell'opinione pubblica sulla tragedia delle Foibe e sul drammatico esodo delle Popolazioni Giuliano-Dalmate. La Corsa del Ricordo naturalmente non poteva non avere come teatro anche Trieste, città simbolo dell'esodo. Nel capoluogo giuliano si correrà il prossimo 10 dicembre, con partenza ed arrivo dalla splendida piazza dell'Unità d'Italia, su un percorso particolarmente suggestivo e significativo per le popolazioni Giuliano-Dalmate.

Archivio Ultima ora