Quick Press amplía el concepto de lavanderías ecológicas en Venezuela

Pubblicato il 14 giugno 2017 da redazione

CARACAS.- Quick Press, una de las franquicias pionera en el país en Sector de Servicios de lavandería y tintorería, continúa apostando al mercado venezolano después de 20 años de la apertura de la primera tienda y celebra este aniversario con nuevos planes y ventajas programadas para sus clientes.

Para la marca, siempre ha sido prioridad brindar bienestar a su comunidad, es por eso que como parte de las iniciativas está la implementación del programa 1X1, mediante el cual buscan aportar su granito de arena para el descongestionamiento vehicular en las zonas aledañas a las intersecciones de sus tiendas.

Este plan, dentro del marco de su 20º Aniversario, se iniciará en los alrededores de su tienda piloto, ubicada en Las Mercedes y contando con el apoyo de los aliados beneficiarios del Programa de Becas otorgadas por la marca. El mensaje: “Ceda el paso de un carro a la vez”, en cada intersección seleccionada.

La Vicepresidencia de Mercadeo de Quick Press®, informó que a pesar de las coyunturas del mercadeo venezolano en los últimos años, la marca se ha mantenido como una actividad autosustentable, focalizada en sus altos estándares de calidad, atención preferente al público y a sus franquiciados.

“Hemos llegado a nuestros 20 años manteniendo nuestra tendencia de crecimiento. Cada día trabajamos por actualizarnos y ofrecer la mejor atención a nuestros clientes, empleados y comunidad; lo cual es fiel garante de nuestra aspiración de seguir creciendo en Venezuela y fuera de nuestras fronteras”, agregó.

Entre los alcances de estos 20 años, expresó con mucho orgullo que “ya está instalada y en total funcionamiento la primera lavandería de barrera sanitaria en el país, ubicada en la ciudad de Caracas y en perspectiva y proceso de estudio, la segunda en el interior del país. Este tipo de lavandería trata de manera específica textiles utilizados en centros médicos, como un proceso y forma especial para garantizar que los textiles hospitalarios se mantengan libre de gérmenes infecciosos.

Una de las banderas que enarbola Quick Press, es desarrollar planes popios de responsabilidad social empresarial, tal es el caso del programa de privilegios de “Puntos Ecológicos”, el cual opera dentro de todas sus tiendas. Esta acción permite acumular puntos canjeables contra el costo de los servicios, al consignar ganchos a la entrega de sus prendas.

Igualmente, hoy en día la franquicia participa en organizaciones como la Fundación Unamos al Mundo por la Vida de la ONU, la Asociación Venezuela Sin Límites, la Organización de Bienestar Estudiantil, y a la UNESCO, entre otros.
También participan con la fundación Queremos Graduarnos de la Cámara Venezolana de Franquicias- Profranquicias, un programa de especial importancia, del cual forman parte. Quick Press contribuye activamente para que los estudiantes de liceos del país no deserten de la educación básica y diversificada; adicional a esto, procuran cupos becarios en las Universidades Católica Andrés Bello y Universidad Metropolitana, gracias a las alianzas que mantienen con estas instituciones educativas.

No menos importante, es destacar que Quick Press mantiene un fiel compromiso de manera voluntaria con los Objetivos de Desarrollo Sustentable de las Naciones Unidas. Esta adhesión permite que las empresas colaboren a favor de acciones positivas – entre ellas el trabajo ético; que abarca desde espacios de trabajo que brinden bienestar al empleado, hasta ser ecológicamente responsables – que permitan como fin último alcanzar la paz y por eso, este año renovó su afiliación.

Internacionalización

Para 2017, estiman iniciar el proceso de internacionalización de la franquicia. “Luego de algunos estudios, Colombia, Aruba y República Dominicana apuntan a ser los primeros destinos para la expansión internacional de la franquicia”.
Quick Press arriba a sus 20 años con 64 tiendas a nivel nacional, 60 de las cuales pertenecen a emprendedores que decidieron crecer como empresarios amparados la imagen y prestigio alcanzado por esta marca, acompañados con un sistema que garantiza la asesoría y el servicio adecuado para sus franquiciados.

En la actualidad, la red de lavanderías Quick Press genera empleos que atienden a más de 600 mil clientes a nivel nacional.

Ultima ora

20:18Calcio: Napoli, Sarri, Mertens non è in dubbio

(ANSA) - NIZZA, 21 AGO - "Ho parlato con il medico e non credo che Mertens sia in dubbio". Lo ha detto Maurizio Sarri alla vigilia della sfida contro il Nizza per il playoff di Champions League. L'attaccante belga non si è allenato stamattina, ma Sarri ha spiegato: "Ha subito un colpo - ha detto - ad un dito di un piede, le scarpe gli davano un po' fastidio e l'ho spedito in palestra anche se lui voleva allenarsi. La scelta è stata più mia che sua, ma parlando con lui e col dottore nessun vede grosse problematiche".

20:17Barcellona: la famiglia di Gulotta torna con la salma

(ANSA) - MILANO, 21 AGO - Dovrebbero tornare insieme alla salma di Bruno Gulotta i familiari del trentacinquenne di Legnano che si trovavano con lui a Barcellona quando c'è stato l'attentato che lo ha ucciso. Oltre alla compagna Martina e ai due figli, Alessandro e Aria, che erano con lui al momento della tragedia, a quanto si apprende, sono arrivati a Barcellona anche il fratello di Bruno, che si trovava già in Spagna, e il padre.

20:15Atletica: scandali Iaaf, Tas conferma tre squalifiche a vita

(ANSA) - LOSANNA (SVIZZERA), 21 AGO - Il Tas di Losanna ha confermato la squalifica a vita per tre dirigenti del mondo dell'atletica rimasti coinvolti negli scandali verificatisi in seno alla Iaaf durante la presidenza di Lamine Diack. Uno dei tre che hanno avuto la pena sportiva confermata dal Tribunale di Arbitrato è proprio il figlio di Diack, Papa Massata Diack, all'epoca consulente nel marketing della federazione, colpevole di aver ricevuto denaro per occultare dei casi di positività al doping. E' ricercato dall'Interpol. Lo stesso vale per l'ex tesoriere della federazione internazionale, il russo Valentin Balakhnicev, coinvolto in patria anche nel cosiddetto 'doping di Stato'. Il terzo squalificato a vita è l'allenatore Alexei Melnikov, che ha più volte somministrato sostanze proibite a suoi atleti, e anche lui operante nell'ambito del 'doping di Stato'.

20:06Terremoto: Save the Children lancia allarme scuole

(ANSA) - ROMA, 21 AGO - A un anno dal sisma e a pochi giorni dalla riapertura delle scuole, Save the Children esprime preoccupazione per le criticità che i minori dovranno affrontare con l'avvio del nuovo anno scolastico. Stando agli ultimi dati a disposizione dell'Organizzazione, su 2.409 edifici scolastici con più 84 mila studenti e alunni iscritti solo 1.585 sono stati dichiarati completamente agibili. Sarebbero, dunque, 824 le strutture non agibili (delle quali 146 totalmente inagibili). Le cifre diffuse dalla Protezione civile nel corso della conferenza stampa promossa oggi da Palazzo Chigi sullo stato della ricostruzione post-terremoto, confermano che il 34% delle scuole dove sono stati effettuati i sopralluoghi è risultato inagibile. Entro il mese di febbraio 2018, come reso noto da Errani, dovrebbero essere completati i lavori di costruzione di 21 nuovi edifici scolastici; ulteriori 87 scuole, inoltre, saranno messe in sicurezza nel corso di 2 anni.

20:04Multato per parcheggio insulta disabile, pm Monza indaga

(ANSA) - MILANO, 21 AGO - Un'inchiesta per "diffamazione aggravata" è stata aperta dalla Procura di Monza per arrivare all'individuazione della persona che, dopo essere stato multata per aver parcheggiato in un posto riservato alle persone disabili, ha lasciato nel parcheggio sotterraneo di un centro commerciale di Carugate (Milano) un cartello con insulti di questo genere: "a te handiccappato che ieri hai chiamato i vigili per non fare due metri in più vorrei dirti questo: a me 60 euro non cambiano nulla ma tu rimani sempre un povero handiccappato ... sono contento che ti sia capitata questa disgrazia!". Il Questore di Milano Marcello Cardona, si legge in una nota, "ieri sera, avuta notizia del fatto, e ritenendo i contenuti del cartello violenti e lesivi della dignità delle persone con disabilità, ha disposto sin da subito che le volanti dell'Ufficio Prevenzione Generale intervenissero sul posto per fare chiarezza e individuare l'autore del gesto".

19:53Incendi: 29 richieste intervento aereo

(ANSA) - ROMA, 21 AGO - Dalle prime ore del giorno gli equipaggi di Canadair ed elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile, hanno ripreso le operazioni di spegnimento dei numerosi incendi boschivi. Al momento sono 29 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato del Dipartimento dalle Regioni. In particolare, 7 sono pervenute dalla Calabria, 5 dalla Campania e altrettante dal Lazio, 3 ciascuna da Abruzzo e Sicilia, 2 dalla Basilicata e una rispettivamente da Piemonte, Toscana, Molise e Puglia. L'intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei - 14 Canadair e 9 elicotteri del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco oltre a due elicotteri del Comparto Difesa - ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, 13 roghi. Le attività di lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente proseguiranno finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza.

19:41Gasdotto: ‘No Tap’, 15-17/9 incontro nazionale in Salento

(ANSA) - MELENDUGNO (LECCE), 21 AGO - Dal 15 al 17 settembre prossimi il Presidio 'No Tap' di Melendugno terrà in Salento un incontro nazionale "con tutte le realtà in lotta da Sud a Nord contro il gasdotto". Lo rendono noto con un comunicato gli aderenti al Presidio. "Tre giorni - si spiega - in cui racconteremo le nostre storie, ci confronteremo, uniremo i nostri passi spinti dal potente 'no' che ci rende vicini oltre le distanze. Tre giorni per difendere e rivendicare il nostro diritto a decidere per il futuro nostro e dei nostri territori". Nella nota il Presidio riferisce che il gasdotto Tap non finirà a Melendugno ma "collegandosi alla rete Snam, proseguirà il suo percorso e la sua opera di devastazione fino a Minerbio in Emilia Romagna", aggiungendo che "intere regioni e comunità saranno attraversati da un'opera inutile, distruttiva progettata senza tenere alcun conto della volontà e della sicurezza di chi vive nei territori interessati".

Archivio Ultima ora