Rodríguez: “La Fiscal General aviva la violencia”

Pubblicato il 14 giugno 2017 da redazione

CARACAS – Hasta ayer su actuación se consideraba apegada a la Ley; hoy, en cambio, se considera que sus acciones “avivan la violencia promovida por sectores de la Oposición”. Jorge Rodríguez, alcalde del municipio Libertador, declaró categórico que la Fiscal General de la República, Luisa Ortega Díaz,  se ha convertido en una vocera para “avivar la violencia” en las convocatorias de calle de la oposición.

– Las declaraciones de Ortega Díaz – afirmó el alcalde – coincide en un momento cuando a la derecha se le está apagando la calle. Ella – añadió – está obligada a la imparcialidad. En cambio, es presa de su acción esquizofrénica.

Rodríguez denunció que ahora los dirigentes de la Oposición, a quien tildó de “actores de la violencia” mantienen un “silencio pasmoso”. Y acusó a los dirigentes de voluntad Popular, Freddy Guevara y Lilian Tintori y al gobernador de Miranda, Henrique Capriles.

– El objetivo es que en el mundo entero se responsabilice al gobierno por las muertes  – precisó – No es así. Todo lo contrario, esto es consecuencia de lo que ellos mismos perpetraron.

Rodríguez condenó que se “incorporara a la lucha violenta a los niños”.

– Es algo que nunca antes se había visto en la historia de Venezuela – comentó -. Alguien los armó, les dio explosivos para que se auto inmolaran. Un joven de 17 años – continuó – estaba manipulando un explosivo y se le explotó en la mano. Son pequeños focos muy violentos que son maquillados por la media internacional.

El alcalde explicó que la Constituyente es una propuesta de diálogo de paz. En su opinión,  culminará en una propuesta de votación universal, directa y secreta.

– Por primera vez – aseguró – los sectores sociales van a poder escoger a sus constituyentes a través de una votación directa y secreta. Además – añadió – los jóvenes de 18 y 19 años pueden ser elegidos por primera vez en la historia para la Constituyente

 

Ultima ora

21:00Quindicenne con ascia aggredisce genitori nel letto

(ANSA) - LUCCA, 24 NOV - Ha aggredito padre e madre con un accetta mentre i genitori erano a letto e solo l'intervento del genitore ha evitato il peggio: protagonista del gesto, stamani a Lucca, un quindicenne che è stato portato dalla polizia all'istituto penale per minori a Firenze. Sarebbe stato un vero e proprio raptus quello che ha portato il ragazzo a impugnare l'ascia, nelle prime ore di oggi, nella abitazione in cui vive con i genitori a San Macario (Lucca): così armato sarebbe entrato nella stanza da letto dei due ed aggredito padre e madre, apparentemente senza uno spiegabile motivo. A farne le spese è stata la madre, ferita alla testa: il padre è riuscito a disarmare e bloccare l'adolescente ed ha evitato che il dramma si trasformasse in tragedia. La donna è stata trasportata in codice giallo all'ospedale San Luca di Lucca, sotto shock e ferita alla testa: le sue condizioni non sono gravi e i medici l'hanno giudicata guaribile in 40 giorni.(ANSA).

20:500Finanziere ferito da colpo partito da pistola collega

(ANSA) - ORVIETO (TERNI), 24 NOV - Un militare della guardia di finanza, di 27 anni, è rimasto gravemente ferito dopo essere stato raggiunto alla testa da un colpo di pistola partito accidentalmente dall'arma di un collega mentre si trovavano nella caserma che a Orvieto ospita la Scuola addestramento di specializzazione del corpo. E' ora ricoverato all'ospedale di Perugia dove è stato trasportato in elicottero. L'incidente è avvenuto dopo che nella caserma Monte Grappa si era svolta la cerimonia conclusiva del quinto corso di specializzazione "antiterrorismo e pronto impiego" delle fiamme gialle che forma i cosiddetti baschi verdi. Secondo quanto accertato finora dai carabinieri il colpo è partito dalla pistola del finanziere mentre questi la stava maneggiando per compiere un'operazione tecnica. Il giovane colpito, originario del sud Italia, è stato subito soccorso dal collega (ora in stato di choc). Con l'elisoccorso è stato trasportato all'ospedale di Perugia dove è ricoverato nel reparto di rianimazione. (ANSA).

20:47Vela: monoscafo Team New Zealand apre ‘L’Uomo e il mare’

(ANSA) - ROMA, 24 NOV - La quarta puntata della Rubrica di RaiSsport "L'Uomo e il mare ", curata e condotta come di consueto da Giulio Guazzini con l'edizione di Roberto Toti, ha dedicato l'apertura alla nuova barca scelta dai Kiwi di Emirates Team New Zealand per la prossima edizione della Coppa America. Le immagini e lo sviluppo virtuale di un monoscafo avveniristico dotato di foil ma partendo anche dalla storia del trofeo sportivo più famoso del mondo. Poi uno spazio speciale riservato alla regata Minitransat, appena conclusa in Martinica. Le interviste esclusive con Andrea Fornaro e Andrea Pendibene infine le imbarcazioni d'epoca del Trofeo Panerai protagoniste all'Argentario e il campionato Italiano di Surf disputato nelle acque della Sardegna. Il programma in onda ogni giovedì su Raisport +HD ore 19.45.

20:38Calcio: Iago Falque, è buon momento per me e per il Toro

(ANSA) - TORINO, 24 NOV - "Sono contento per il mio momento personale: la squadra sta crescendo, siamo in un buon momento che credo migliorerà ancora". Così l'attaccante spagnolo del Torino, Iago Falque, intervistato da Torino Channel a due giorni dalla trasferta di San Siro con il Milan. "Ho la fiducia del nostro tecnico, confermata anche con il cambio di modulo - ha spiegato l'attaccante esterno, capocannoniere granata con 5 gol -. Sono contento, sono numeri buoni per un esterno, ma credo che durerà poco e che Belotti mi supererà presto".

20:33Pittrice scomparsa: Ris cerca tracce terra in auto marito

(ANSA) - ANCONA, 25 NOV - Nuovi controlli del Ris dei carabinieri oggi sull'auto di Giuseppe Santoleri, indagato insieme al figlio Simone per concorso nell'omicidio della moglie Renata Rapposelli, 64 anni, il cui cadavere è stato rinvenuto il 10 novembre in una zona di campagna vicino al fiume Chienti a Tolentino. I rilievi sono stati eseguiti da una biologa, che comparerà eventuali tracce di terriccio con quelle che verranno prelevate nell'area in cui il corpo della pittrice è stato ritrovato. Oggi i carabinieri sarebbero dovuti tornare a Tolentino per prelevare i campioni da comparare, ma l'operazione è slittata a domani. La difesa dei Santoleri si è affidata a un consulente, l'investigatore Ezio Denti, che ha collaborato in alcuni dei casi più noti e complessi, tra cui quello dell'omicidio di Yara Gambirasio. Renata Rapposelli, che viveva ad Ancona, era scomparsa il 9 ottobre scorso proprio dopo aver fatto visita al marito e al figlio a Giulianova. I due avevano riferito di una presunta lite tra la donna e Giuseppe e anche che il marito l'avrebbe poi accompagnata a Loreto in auto perché lei voleva pregare al Santuario della Santa Casa.

20:27Arrestato peruviano accusato di crimini contro umanità

(ANSA)- BUSTO ARSIZIO (VARESE), 24 NOV - I carabinieri hanno arrestato un cittadino peruviano di 61 anni, che viveva a Busto Arsizio (Varese), ex ufficiale della Marina Militare del Perù, colpito da provvedimento di cattura internazionale emesso dal Tribunale Penale Nazionale di Lima, per crimini contro l'umanità, emesso il 25 ottobre 2017. L'uomo è accusato, in qualità di ufficiale della Marina peruviana, di essersi reso responsabile di numerosi omicidi, commessi con l'aggravante della crudeltà, all'interno del centro di reclusione "El Frontòn", nel giugno del 1986.

20:24Rugby: domani Italia-Sudafrica, Springboks per la rivincita

(ANSA) - PADOVA, 24 NOV - Un anno fa ci fu l'impresa storica degli azzurri, e da quel giorno il Sudafrica attende l'occasione giusta per prendersi la rivincita. Quello di domani a Padova non sarà certo un test facile per l'Italia del rugby, reduce dal tonfo con l'Argentina. Gli Springboks 2 volte campioni del mondo non sono più quelli di una volta, al punto da essere scesi al 5/o posto nel ranking mondiale, ma fanno paura. Oltretutto saranno sostenuti da un nutrito gruppo di connazionali residenti in Italia, che da mesi si sono dati appuntamento a Padova. Quella di domani sarà la più dura delle sfide novembrine degli azzurri, e anche la presenza n.103 di Sergio Parisse in azzurro. "Non pensiamo al Sudafrica, siamo concentrati su noi stessi - dice -.Veniamo da una sconfitta con l'Argentina difficile da accettare, con un risultato che non rispecchia i valori del campo. In noi c'è tanta voglia di rifarci. Gli Springboks sono una squadra diversa da un anno fa, ma lo siamo anche noi,e vogliamo finire al meglio questo trio di test match".

Archivio Ultima ora