Campidoglio approva il nuovo stadio di Roma. Raggi: “Vittoria cittadini”

Pubblicato il 14 giugno 2017 da ansa

Un rendering del progetto dello stadio dell’As Roma, in una immagine del 30 maggio 2016.
ANSA/UFFICIO STAMPA

ROMA. – Ok all’interesse pubblico dello stadio della As Roma. L’Aula consiliare ha approvato per la seconda volta la delibera che attesta l’utilità del progetto dell’impianto a Tor di Valle. A quattro mesi dall’accordo fra il Campidoglio a 5 Stelle e i proponenti, l’Assemblea capitolina ha compiuto il passo formale per riavviare la nuova conferenza dei servizi sulla base del progetto rinnovato, ma con una netta riduzione di cubature.

“Roma avrà uno stadio fatto bene. Abbiamo mantenuto il nostro impegno: un impianto sportivo che rispetta la legge, che porterà opere e infrastrutture per migliorare un quadrante della città. Oggi è un giorno importante, hanno vinto i cittadini – rivendica la sindaca Virginia Raggi -. Abbiamo rivoluzionato il vecchio progetto dello stadio, migliorandolo, nell’interesse dei romani”.

Il presidente della Roma, James Pallotta, ringrazia la Raggi via Twitter: “Lo Stadio della Roma darà una nuova casa ai nostri tifosi e porterà grandi benefici alla città”. Prima, però, dovrà essere realizzato sul serio. A breve dovrebbe avviarsi la seconda conferenza dei servizi in Regione Lazio, che il Campidoglio auspica breve. “Adesso la palla passa alla Regione – dice, senza mezzi termini, il presidente dell’Aula, Marcello De Vito (M5S) -. Il Comune, come ha fatto in questi giorni, farà la propria parte e ognuno si prende le sue responsabilità”.

Dopo il voto c’è aria di festa a Palazzo Senatorio, con applausi e urla di gioia nella maggioranza. I consiglieri pentastellati presenti (26) votano compatti “sì”, insieme alla Raggi. In tre, invece, mancano all’appello: Monica Montella, Gemma Guerrini e Cristina Grancio, la consigliera sospesa dal Movimento per aver espresso perplessità sullo stadio.

“Le assenze delle consigliere Guerrini e Montella erano programmate. Si tratta di impegni personali che sapevamo”, spiega il capogruppo M5S, Paolo Ferrara, per Grancio invece “c’è un iter prestabilito che è stato avviato, ma non dipende da noi. Entro 10 giorni lei potrà presentare le proprie controdeduzioni, poi ci saranno 180 giorni per le decisioni”.

E’ attesa entro domani la decisione finale sul vincolo sull’ippodromo Tor di Valle che esiste proprio nella zona dove dovrebbe sorgere l’impianto sportivo. La commissione regionale del Mibact per il patrimonio culturale del Lazio si è riunita per esaminare la proposta avanzata a febbraio dall’allora soprintendente Margherita Eichberg. Ma, secondo il suo successore, Francesco Prosperetti, il vincolo non è sostenibile per diverse ragioni, motivo per cui alla fine è probabile che sfumi.

Nel corso della discussione in Aula, con la votazione di un emendamento, il M5S chiarisce che “45 milioni saranno utilizzati per acquistare almeno cinque nuovi treni”, sulla ferrovia Roma Lido. Le opposizioni non risparmiano critiche, Pd in testa. “Votiamo no, perché vogliamo lo stadio. Noi siamo convinti che questa delibera bloccherà la procedura dello stadio”, punta il dito il consigliere del Pd, Giulio Pelonzi. Tra le obiezioni dei dem “115 milioni di opere in meno a carico del proponente. Lo stadio non risolve i problemi di quel quadrante della città e le opere a carico del privato sono prevalentemente manutentive e non infrastrutturali”.

Tra le opposizioni in Consiglio l’unico voto favorevole è quello di Forza Italia, con Davide Bordoni, che parla di una “occasione di sviluppo”, per la città. Mentre la Lista Marchini opta per l’astensione. A conti fatti, la delibera passa con una larga maggioranza di 28 voti pro, nove contro e un astenuto.

(di Paola Lo Mele/ANSA)

Ultima ora

09:44Calcio: Juventus, Allegri ‘Vittoria voluta e meritata’

(ANSA) - TORINO, 19 OTT - "I ragazzi hanno voluto e meritato questa vittoria". I complimenti alla Juventus firmati Massimiliano Allegri dopo la vittoria in rimonta per 2-1 con lo Sporting Lisbona: "Il carattere non deve mai mancare" ha concluso l'allenatore bianconero nel suo consueto tweet post partita, rincuorato dall'ottima prestazione dei suoi. Dopo essere passati in svantaggio per 0-1 con una sfortunata autorete di Alex Sandro, è arrivata la risposta dei bianconeri, che hanno ribaltato il match ottenendo una vittoria fondamentale per il passaggio del turno.

09:44Migranti: da Pe primo via libera a riforma Dublino

(ANSA) - BRUXELLES, 19 OTT - La commissione libertà civili del Parlamento europeo ha dato il primo via libera alla modifica del regolamento di Dublino firmata dalla relatrice svedese Cecilia Wikstrom. Il testo è passato con 43 sì e 16 no. Novità principale della misura è l'abolizione del principio del Paese di primo ingresso e l'introduzione di un sistema automatico e permanente di ricollocamenti in tutti i Paesi dell'Ue. La posizione del Parlamento andrà tuttavia negoziata con il Consiglio, che ancora non ha una posizione comune.

09:43Catalogna: Amnesty chiede immediata liberazione ‘due Jordi’

(ANSA) - BARCELLONA, 19 OTT - Amnesty International (AI) ha chiesto la liberazione "immediata" dei due leader indipendentisti catalani Jordi Sanchez e Jordi Cuixart arrestati lunedì a Madrid per ordine di un giudice spagnolo per presunta 'sedizione'. Per AI la misura di detenzione contro i leader di Anc e Omnium è "sproporzionata" e l'incriminazione per sedizione "eccessiva". Amnesty ha chiesto "la fine immediata della loro detenzione provvisoria".

09:35Afghanistan: attacco talebani, uccisi 40 soldati

(ANSA) - KABUL, 19 OTT - I talebani hanno attaccato ieri sera una base dell'esercito nella provincia meridionale di Kandahar uccidendo almeno 40 soldati afghani. Lo riferisce oggi la tv Tolo di Kabul. Secondo fonti ufficiali citate dall'emittente l'offensiva è cominciata con l'intervento di due kamikaze che hanno fatto esplodere altrettante autobomba nel distretto di Maiwand, causando, oltre le vittime fatali, anche 24 feriti.

09:33Puigdemont, indipendenza se Rajoy sospende autonomia

(ANSA) - ROMA, 19 OTT - Il presidente catalano Carles Puigdemont attiverà la dichiarazione di indipendenza se il premier Mariano Rajoy respingerà la sua offerta di dialogo e applicherà l'articolo 155 della Costituzione per il commissariamento della regione: lo scrive stamani il quotidiano La Vanguardia. Come è noto, Puigdemont dovrà chiarire con un 'sì' o con un 'no' entro le 10:00 se ha dichiarato l'indipendenza il 10 ottobre.

09:24Truffe anziani: 15 arresti a Milano e Novara

(ANSA) - MILANO, 19 OTT - Sono in corso gli arresti tra Milano e Novara di 15 persone, 10 italiani e 5 polacchi di origine rom lovari, con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla truffa nell'ambito di un'inchiesta coordinata dalla Procura milanese con al centro "numerosissime truffe tentate o consumate" agli anziani che venivano contattati telefonicamente da un finto parente in difficoltà e venivano convinti a dare cifre fino a 8000 euro e, in alcuni casi, anche gioielli. Una parte delle persone arrestate risiedevano in Polonia e avevano organizzato un vero e proprio call center e, come è stato riferito, individuavano in massa le persone anziane da contattare. Al telefono spiegavano alle vittime, in gran parte milanesi e alcune anche in Svizzera, che un loro stretto parente era in difficoltà, in genere per un incidente, e invitavano quindi l'anziano a dare tutto quanto avevano immediatamente disponibile a un uomo che si sarebbe presentato a breve in casa o in un luogo prestabilito.

07:29Ucraina:ancora scontri polizia-dimostranti vicino Parlamento

MOSCA - Ancora scontri tra la polizia e i manifestanti accampati con le loro tende davanti al Parlamento ucraino. Ieri sera - stando a quanto riporta il Kyiv Post - si sono verificati nuovi scontri e la polizia ha bloccato momentaneamente l'accesso alla zona dove sorgono le tende. In una seconda ondata di tafferugli, gli agenti hanno fermato 11 persone per essersi rifiutate di restituire alla polizia una trentina di scudi antisommossa di cui si erano impossessate durante gli scontri del 17 ottobre.

Archivio Ultima ora