Ambasciatore Rodríguez: “In Venezuela, nessuna crisi umanitaria”

Pubblicato il 15 giugno 2017 da redazione

ROMA – Le quotidiane lunghe file di venezuelani in attesa di pane di fronte ai forni; le ancor piú lunghe file alle porte dei generi alimentari per acquistare farina, pasta, olio, burro ed altri prodotti di prima necessità, la mancanza di medicine per malati cronici, il ritorno di malattie endemiche che erano scomparse dal Venezuela, i bambini che muoiono di denutrizione negli ospedali pubblici sarebbero, per l’Amabasciatore del Venezuela in Italia, Juan Isaías Rodríguez Díaz, una realtá virtuale, una grossa montatura, il prodotto di una campagna internazionale di “controinformazione”, come ha sottolineato durante il convegno “Un sogno Italo-Latino Americano” organizzato dall’IILA alla Camera dei Deputati, sul Venezuela sarebbe in atto una “campagna di controinformazione a una voce sola”.

– Non è una campagna obiettiva – ha affermato il diplomatico -, e può darsi che la rispettabile Marina Sereni sia incorsa in questa campagna, segnalando una “crisi umanitaria” in Venezuela. In Venezuela non c’è nessuna crisi umanitaria.

L’ambasciatore, nel suo intervento, ha negato quanto affermato dalla vicepresidente della Camera Marina Sereni, che nel corso dei suoi saluti al convegno aveva parlato di “preoccupazione per la crisi umanitaria in Venezuela”.

– In Venezuela non c’è una crisi umanitaria – ha spiegato -, stiamo avendo un’aggressione per prendere il nostro petrolio così come è stato in Iraq. Il Venezuela in questo momento è vittima di una guerra petrolifera. Così come furono aggrediti Iraq, Libia, Siria, il Nord Africa, così si sta tentando di aggredire il Venezuela. Abbiamo la colpa di avere il più grande giacimento petrolifero del mondo. La Exxonmobil, la più grande compagnia petrolifera – ha aggiunto -, ha il 4% complessivo del patrimonio petrolifero del Venezuela e questo è un obiettivo da molto tempo. Per questo, le organizzazioni internazionali sono state utilizzate dalle compagnie petrolifere per aggredire il Venezuela. Dopo essere stati sconfitti dall’Onu, si sono rivolti al Parlamento europeo .

L’ambasciatore Rodríguez, quindi, ha poi chiarito di non voler “collocare la nostra situazione in questa cornice, perché mi sembra scortese dire queste cose nella sede di un Parlamento europeo”.

– È in atto una campagna mostruosa contro il Venezuela – ha quindi insistito -. Si dice che c’è la dittatura, si vuole far cadere il presidente. Chi si oppone al governo del Venezuela in questo momento non vuole le elezioni, lo ha detto anche il Papa. In questo momento – ha precisato -, ci sono due politiche per l’America latina: quella del Vaticano, una politica di pace; e quella degli Stati Uniti, una politica di aggressioni. Noi in questo momento siamo vittime e obiettivi di una politica di aggressione e abbiamo la mano tesa del Papa per la pace e il dialogo.

Nel corso dell’intervento del diplomatico, che ha negato la crisi in Venezuela, dalla platea della Sala della Regina della Camera qualcuno ha gridato “Vergogna”. A quel punto l’ambasciatore ha risposto alzando la voce, dicendo di “avere la parola” e insistendo nell’affermare che “in Venezuela non c’è una crisi umanitaria”.

In merito all’intervento dell’Ambasciatore Rodríguez, al margine del convegno e conversando con i giornalisti dell’Ansa, la vicepresidente della Camera, Marina Sereni, ha spiegato che nel parlare di “crisi umanitaria” in Venezuela ha fatto “riferimento esplicito a delle risoluzioni che sono state approvate in Parlamento”.

– In quelle risoluzioni – ha precisato – ci si preoccupava delle condizioni dei nostri connazionali che sono tantissimi e che stanno subendo le conseguenze di una crisi che è sicuramente politica ma è anche una crisi umanitaria, perché mancano dei beni di prima necessità.
Sereni ha ribadito di essersi “attenuta ai testi ufficiali”.

– Sono documenti del Parlamento motivati dalla vicinanza ai nostri connazionali – ha commentato -. Quella del Venezuela è certamente una situazione di difficoltà che volevamo segnalare.

Una situazione di difficoltá che, come hanno fatto notare anche i giornalisti che si sono recati recentemente in Venezuela e hanno avuto modo di parlare con gli esponenti della collettivitá, colpisce tutti ma, in particolare, i pensionati e gli anziani, quella fascia di cittadini per i quali una medicina puó essere la differenza tra la vita e la morte.

Anche il segretario generale dell’IILA, Donato Di Santo, è intervenuto in merito all’espisodio provocato dall’Ambasciatore Rodríguez

– Anche su questo punto- ha detto – si è riaffermata l’essenza dell’IILA: un luogo dove prevale il dialogo e il confronto aperto, e questo è un patrimonio che dobbiamo preservare, anche con alcune dinamiche di frizione o diversa valutazione.

Ultima ora

21:15Ragazzo italiano accoltellato a morte a Londra

(ANSA) - LONDRA, 26 GIU - Un ragazzo italiano, Pietro Sanna, di origini sarde, é stato accoltellato a morte nelle ultime ore a Londra. Lo riferiscono fonti investigative in Gran Bretagna. Il consolato generale italiano, come é stato riferito all'ANSA, é in contatto sia con la famiglia della vittima, sia con la polizia, che sta indagando per fare luce sull'episodio. Non ancora chiare, secondo Scotland Yard, le cause e le circostanze esatte dell'accaduto.

21:00Germania: coalizione Cdu-Fdp in Westfalia, apripista Berlino

(ANSA) - BERLINO, 26 GIU - In Germania torna di moda il nero-giallo. La Cdu di Angela Merkel e i liberali hanno firmato un patto di coalizione per il governo del Land Nordreno- Westfalia, governato precedentemente da socialdemocratici e verdi, clamorosamente sconfitti alle ultime amministrative. Armin Laschet (Cdu) e Christian Lindner (Fdp) hanno sottoscritto il programma a Duesseldorf e Laschet sarà eletto come leader del governo locale dal Landtag (il parlamento della regione). Il Land di Duesseldorf viene ritenuto un apripista, in genere, per le sorti del governo federale di Berlino. E oggi l'autorevole ministro delle finanze, Wolfgang Schaeuble, si è pronunciato chiaramente a favore di una coalizione coi liberali: "Ho sempre ritenuto l'Fdp un partner privilegiato per una coalizione con l'Unione", ha detto all'Handelsblatt. "Non avremmo esitato un secondo nel 2013 ad andare avanti nella coalizione coi liberali. Purtroppo non riuscirono in quel caso a entrare in Parlamento".

20:50Trump, è ‘chiara vittoria’ decisione Corte Suprema su bando

(ANSA) - WASHINGTON, 26 GIU - La decisione della Corte Suprema sul bando "è una chiara vittoria per la nostra sicurezza nazionale": lo afferma il presidente americano, Donald Trump, in una dichiarazione diffusa alla stampa. "La mia prima responsabilità come Commander in Chief è quella di garantire la sicurezza degli americani e la decisione di oggi mi dà uno strumento importante per farlo", aggiunge il tycoon. "La decisione all'unanimità della Corte Suprema è una chiara vittoria per la nostra sicurezza nazionale. Consente la parziale entrata in vigore della sospensione dei viaggi da sei Paesi" a maggioranza musulmana, afferma Trump. "Come presidente non posso consentire a persone che vogliono farci del male di entrare nel Paese". "Sono inoltre gratificato dal fatto che la decisione sia stata assunta 9 a 0", ha concluso, riferendosi all'unanimità dei 'saggi' nel valutare il caso e ascoltare le sue argomentazioni.

20:46Palio Siena:’cencio’ Brocchi per i 200 anni Teatro dei Rozzi

(ANSA) - SIENA, 26 GIU - Un lungo applauso ha accolto nell'Entrone di Palazzo Pubblico a Siena il 'Drappellone' disegnato dall'artista senese Laura Brocchi per il Palio di Provenzano del 2 luglio, dedicato quest'anno ai 200 anni del Teatro dei Rozzi. Sulla sinistra del 'cencio' che viene assegnato alla contrada vittoriosa sul tufo della piazza nella carriera del 2 luglio, le contrade sono rappresentate a sbalzo su mattonelline di rame ricoperto di argento mentre sul lato destro è raffigurata la Madonna che ha il volto della mamma dell'artista. Il velo azzurro ha la forma di un drappeggio che come un sipario si apre sul primo attore della Carriera: il cavallo. Nella pupilla dell'animale il riflesso del giubilo. Le maschere, che richiamano l'attività teatrale, sono inserti di stoffa cuciti dalle amiche di Brocchi, gli stemmi, quelli del Comune e del Popolo sono stati realizzati con lo stile utilizzato da Cesare Olmastroni, una scelta dettata sempre dal cuore nei confronti del pittore recentemente scomparso. E proprio all'artista senese ha rivolto il suo omaggio il sindaco di Siena Bruno Valentini nel suo discorso: "In questo giorno di festa, un pensiero speciale va ad una persona che ha dato tanto e fatto tanto per il Palio, e che se potesse sarebbe senz'altro qui con noi oggi", ha detto il primo cittadino. "Il Palio è la nostra festa, la più bella di tutte, e nessuno potrà mai cancellarla, snaturarla o denigrarla, noi non lo permetteremo", ha concluso Valentini. Presentato anche il Masgalano, il premio che viene assegnato alla Contrada le cui comparse si distinguono nei cortei storici che precedono i Palii di luglio e agosto, realizzato quest'anno dal maestro di arte orafa Paolo Penko, offerto da Lions Club Siena, in occasione del 60esimo anniversario del club senese e dei 100 anni del Lions International. (ANSA).

20:39Coppa America: Luna Rossa sarà sfidante ufficiale

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - Luna Rossa è lo sfidante ufficiale della 36/a America's Cup di vela. L'annuncio è stato anticipato all'Ansa direttamente da Bermuda, dove il patron del team Patrizio Bertelli, in compagnia del presidente del Circolo della vela Sicilia di Palermo, Agostino Randazzo, ha assistito al trionfo del team neozelandese. La nuova edizione della Coppa si terrà fra 3 o 4 anni, a seconda della scelta dei 'kiwi'. Luna Rossa ha già beneficiato del titolo sportivo e del guidone del sodalizio siciliano nella sfida del 2013, a S.Francisco.

20:36Europeo U.21: Di Biagio a ct slovacco, ridicolo

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - ''Il ct della Slovacchia? Ridicolo'': così il tecnico dell'Under 21 Luigi Di Biagio risponde alle accuse del ct Della Slovacchia e del premier slovacco su Italia-Germania. ''Noi due anni fa potevamo lamentarci di una partita un po' particolare - le parole di Di Biagio durante la conferenza stampa della vigilia di Italia-Spagna - è stato giusto non farlo. La partita non l'ha vista ed ha parlato con rabbia. L'Uefa dovrebbe squalificarlo, non si deve permettere di fare certe affermazioni''.

20:33Coppa America: New Zealand trionfa 7-1

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - Emirates Team New Zealand ha vinto la 35/a America's cup di vela, disputatasi alle Isole Bermuda. La barca degli 'All Blacks del mare' ha vinto la prima delle due regate odierne contro il defender Oracle Team Usa, conquistando il trofeo con un trionfale punteggio totale di 7-1. Schiacciante anche in questa occasione la vittoria dei 'kiwi', guidati dal ventenne Peter Burling, esordiente nella Coppa America, che ha avuto la meglio sul 37enne australiano James Spithill. I nezelandesi avevano vinto l'ultimo trofeo nel 2000.

Archivio Ultima ora