Ambasciatore Rodríguez: “In Venezuela, nessuna crisi umanitaria”

Pubblicato il 15 giugno 2017 da redazione

ROMA – Le quotidiane lunghe file di venezuelani in attesa di pane di fronte ai forni; le ancor piú lunghe file alle porte dei generi alimentari per acquistare farina, pasta, olio, burro ed altri prodotti di prima necessità, la mancanza di medicine per malati cronici, il ritorno di malattie endemiche che erano scomparse dal Venezuela, i bambini che muoiono di denutrizione negli ospedali pubblici sarebbero, per l’Amabasciatore del Venezuela in Italia, Juan Isaías Rodríguez Díaz, una realtá virtuale, una grossa montatura, il prodotto di una campagna internazionale di “controinformazione”, come ha sottolineato durante il convegno “Un sogno Italo-Latino Americano” organizzato dall’IILA alla Camera dei Deputati, sul Venezuela sarebbe in atto una “campagna di controinformazione a una voce sola”.

– Non è una campagna obiettiva – ha affermato il diplomatico -, e può darsi che la rispettabile Marina Sereni sia incorsa in questa campagna, segnalando una “crisi umanitaria” in Venezuela. In Venezuela non c’è nessuna crisi umanitaria.

L’ambasciatore, nel suo intervento, ha negato quanto affermato dalla vicepresidente della Camera Marina Sereni, che nel corso dei suoi saluti al convegno aveva parlato di “preoccupazione per la crisi umanitaria in Venezuela”.

– In Venezuela non c’è una crisi umanitaria – ha spiegato -, stiamo avendo un’aggressione per prendere il nostro petrolio così come è stato in Iraq. Il Venezuela in questo momento è vittima di una guerra petrolifera. Così come furono aggrediti Iraq, Libia, Siria, il Nord Africa, così si sta tentando di aggredire il Venezuela. Abbiamo la colpa di avere il più grande giacimento petrolifero del mondo. La Exxonmobil, la più grande compagnia petrolifera – ha aggiunto -, ha il 4% complessivo del patrimonio petrolifero del Venezuela e questo è un obiettivo da molto tempo. Per questo, le organizzazioni internazionali sono state utilizzate dalle compagnie petrolifere per aggredire il Venezuela. Dopo essere stati sconfitti dall’Onu, si sono rivolti al Parlamento europeo .

L’ambasciatore Rodríguez, quindi, ha poi chiarito di non voler “collocare la nostra situazione in questa cornice, perché mi sembra scortese dire queste cose nella sede di un Parlamento europeo”.

– È in atto una campagna mostruosa contro il Venezuela – ha quindi insistito -. Si dice che c’è la dittatura, si vuole far cadere il presidente. Chi si oppone al governo del Venezuela in questo momento non vuole le elezioni, lo ha detto anche il Papa. In questo momento – ha precisato -, ci sono due politiche per l’America latina: quella del Vaticano, una politica di pace; e quella degli Stati Uniti, una politica di aggressioni. Noi in questo momento siamo vittime e obiettivi di una politica di aggressione e abbiamo la mano tesa del Papa per la pace e il dialogo.

Nel corso dell’intervento del diplomatico, che ha negato la crisi in Venezuela, dalla platea della Sala della Regina della Camera qualcuno ha gridato “Vergogna”. A quel punto l’ambasciatore ha risposto alzando la voce, dicendo di “avere la parola” e insistendo nell’affermare che “in Venezuela non c’è una crisi umanitaria”.

In merito all’intervento dell’Ambasciatore Rodríguez, al margine del convegno e conversando con i giornalisti dell’Ansa, la vicepresidente della Camera, Marina Sereni, ha spiegato che nel parlare di “crisi umanitaria” in Venezuela ha fatto “riferimento esplicito a delle risoluzioni che sono state approvate in Parlamento”.

– In quelle risoluzioni – ha precisato – ci si preoccupava delle condizioni dei nostri connazionali che sono tantissimi e che stanno subendo le conseguenze di una crisi che è sicuramente politica ma è anche una crisi umanitaria, perché mancano dei beni di prima necessità.
Sereni ha ribadito di essersi “attenuta ai testi ufficiali”.

– Sono documenti del Parlamento motivati dalla vicinanza ai nostri connazionali – ha commentato -. Quella del Venezuela è certamente una situazione di difficoltà che volevamo segnalare.

Una situazione di difficoltá che, come hanno fatto notare anche i giornalisti che si sono recati recentemente in Venezuela e hanno avuto modo di parlare con gli esponenti della collettivitá, colpisce tutti ma, in particolare, i pensionati e gli anziani, quella fascia di cittadini per i quali una medicina puó essere la differenza tra la vita e la morte.

Anche il segretario generale dell’IILA, Donato Di Santo, è intervenuto in merito all’espisodio provocato dall’Ambasciatore Rodríguez

– Anche su questo punto- ha detto – si è riaffermata l’essenza dell’IILA: un luogo dove prevale il dialogo e il confronto aperto, e questo è un patrimonio che dobbiamo preservare, anche con alcune dinamiche di frizione o diversa valutazione.

Ultima ora

14:43Terrorismo: espulso pachistano, sospettato far parte rete

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - Con un provvedimento firmato dal ministro dell'interno, Marco Minniti, è stata eseguita l'espulsione di un cittadino pachistano, per motivi di sicurezza dello Stato. Si tratta di un 27enne, residente a Napoli, segnalato a seguito di indagini investigative in ambito di collaborazione internazionale perché ritenuto membro di una rete di suoi connazionali impegnata in "attività ricognitive" finalizzate a "possibili azioni controindicate nel nostro Paese". A seguito degli approfondimenti informativi che ne hanno confermato l'opera di monitoraggio svolta su potenziali obiettivi, il ministro dell'Interno ha emesso un provvedimento di espulsione. L'uomo è stato quindi rimpatriato con un volo decollato dalla frontiera aerea di Roma Fiumicino. Con quella di oggi sono 87 le espulsioni eseguite con accompagnamento nel proprio Paese, nel corso del 2017 e 219 quelle eseguite dal 1° gennaio 2015 ad oggi, riguardanti soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso.

14:39Migranti tentano espatrio attraverso fogne, salvati

(ANSA) - VENTIMIGLIA (IMPERIA), 21 OTT - Due migranti sono stati soccorsi a Mentone dopo essere rimasti intrappolati nell'impianto fognario nel tentativo di espatriare abusivamente in Francia passando da un tombino. E' accaduto, ieri sera, vicino alla frontiera franco-italiana di Ponte San Ludovico, a Menton. Secondo quanto anticipato sul quotidiano francese Nice Matin, sono stati i sapeurs pompiers a estrarre i due migranti, ormai in crisi ipotermica. Una volta visitati e identificati sono stati riammessi alla polizia di frontiera italiana. Si tratterebbe della prima volta che viene utilizzato un sottoservizio per espatriare in modo clandestino. Molti i metodi utilizzati finora - il tetto dei treni, le cabine degli impianti elettrici, lungo ferrovia e autostrada e attraverso i passeur - ma mai in questo modo. (ANSA).

14:02Bankitalia: Alfano, autonomia istituto ma non è enclave

(ANSA) - CAPRI (NAPOLI), 21 OTT - Su Bankitalia "adesso c'è solo da attendere la proposta del presidente del Consiglio e del ministro dell'Economia. Non alimenterei ulteriori polemiche, perché il punto essenziale adesso è la decisione del governo, su cui occorrerà concentrasi per fare la scelta più giusta". Così il ministro degli Esteri, Angelino Alfano: c'è "l'autonomia della Banca d'Italia e al tempo stesso la possibilità, il diritto delle forze politiche di dire la propria opinione. Non è una enclave la Banca d'Italia, della quale e sulla quale non si può discutere".

13:58L.elettorale: Di Maio, faremo di tutto per fermarla

(ANSA) - SCIACCA (AGRIGENTO), 21 OTT - "Faremo di tutto per fermare questa legge, e chiediamo a tutti gli italiani di scendere in piazza con noi mercoledì 25 al Senato. Circonderemo pacificamente il Senato per far sentire la nostra voce su una legge che non è contro il M5S ma contro gli italiani e la democrazia". Così Luigi Di Maio, a Sciacca per la campagna elettorale a sostegno del candidato M5s a Governatore della Sicilia Giancarlo Cancelleri. "Una legge elettorale - ha aggiunto il leader grillino - che favorisce le ammucchiate e i piccoli partiti. Non a caso Mastella intende rifare l'Udeur".

13:55Renzi, se Gentiloni confermasse Visco prenderò atto

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - "Qualsiasi nome il premier farà, non ci saranno problemi. Anche se dovesse confermare Visco, nessun problema. Prenderò atto della decisione del governo e qualsiasi decisione sarà non intaccherà minimamente i nostri rapporti. Gentiloni non ha bisogno di consigli. Paolo ha la mia stima, il mio rispetto e la mia amicizia. E le sue parole sull'indipendenza e l'autonomia della Banca d'Italia sono giuste". Così Matteo Renzi in una intervista all'Avvenire di domani (anticipazioni sul sito del quotidiano).

13:55Calcio: Delneri, Buffon si ritira? Spero continui a giocare

(ANSA) - UDINE, 21 OTT - "Buffon è un grande professionista; io sono onorato di averlo allenato e penso i tifosi di averlo visto all'opera". Lo ha detto oggi il tecnico dell'Udinese Gigi Delneri a chi gli ha ricordato che quella di domani potrebbe essere l'ultima al Friuli per il numero uno della Juventus se veramente il campione bianconero dovesse decidere di ritirarsi nella prossima stagione. "Spero per lui non lo sia. Mi sembra che abbia lasciato una traccia importante per la visione di un ruolo come quello del portiere. E’ stato artefice del cambiamento strutturale del ruolo dei portieri. Credo abbia dimostrato come si possa diventare un attaccante pur essendo in porta", ha aggiunto ricordando anche la sua figura di uomo. "Un ragazzo a posto che ha dimostrato che in tutti gli ambienti bisogna avere professionalità, essere uomini, credere in quello che si fa. Un esempio per tutti, anche per i bambini".

13:47Sport e fair play: consegnati gli Award 2017 per videospot

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - Sport e fair play: consegnati a Roma gli Award della quarta edizione del Video-spot Festival alle scuole superiori italiane sul tema 'Vivere da sportivi, a scuola di fair play'. Si tratta di una competizione multimediale inserita in una campagna di sensibilizzazione giovanile sul significato sociale dei valori etici dello sport. 12 le scuole finaliste, 6 i premi assegnati nella sezione Video, 7 per gli Spot, due alla sezione Speciale e 2 fuori concorso agli Ospedali Pediatrici. I best video 2017 sono 'Salviamo gli ultras' realizzato dagli studenti dell'istituto Tommaso D'Oria di Ciriè (Torino) e 'Si gioca solo con regole condivise' dei ragazzi del liceo sportivo Galilei di Siena. La cerimonia finale di premiazione si è svolta alla Scuola Superiore di Polizia. Tema della competizione multimediale 2017 lanciata da Monica Promontorio, sono stati in particolare i temi d'integrazione, inclusione, bullismo e cyber-bullismo, parità di genere, ambiente. (ANSA).

Archivio Ultima ora