Nuovo calo delle liti col fisco, 470mila ancora pendenti

Pubblicato il 16 giugno 2017 da ansa

ROMA. – Italiani sempre in lite col fisco, anche se la montagna di ricorsi comincia a ridursi, soprattutto grazie alla mediazione. Nel 2016 infatti sono ancora 470mila le liti pendenti, per circa 51 miliardi, ma lo ‘stock’ prosegue il suo trend di discesa.

Rispetto allo scorso anno il ministero dell’Economia ha registrato infatti un -11,6% dovuto soprattutto alla riduzione dei nuovi ricorsi. Ogni causa, infatti, continua a richiedere lunghi tempi di attesa per arrivare al giudizio definitivo, nel quale, tra l’altro le agenzie fiscali vincono nel 70% dei casi (percentuale che sale al 90% per i Monopoli).

I tempi lo scorso anno si sono leggermente accorciati per i processi in primo grado, davanti alle commissioni provinciali, dove ora si impiegano in media 76 giorni in meno rispetto al 2015 e 180 rispetto al 2014. Servono comunque in media di 781 giorni, circa 2 anni e 2 mesi, che di fatto raddoppiano se il ricorso arriva al secondo grado di giudizio, davanti alle commissioni regionali. In quel caso, in totale servono in media altri 778 giorni di attesa, on un allungamento di 27 giorni rispetto al 2015 e di 49 giorni rispetto al 2014.

Tra le 470mila liti che ancora attendono giudizio il 62,9% (295.104) è in giacenza da meno di 2 anni, il 27,3% (128.437) è in giacenza da un periodo compreso tra 2 e 5 anni e solo il 9,7% (pari a 45.606) è in giacenza da più di 5 anni. Lo scorso anno sono stati 231.713 i nuovi ricorsi, il 9,8% in meno rispetto all’anno precedente, per circa 31,7 miliardi, con un valore medio per singola controversia di 137mila euro.

Ad essersi ridotti soprattutto i ricorsi nel primo grado di giudizio, del 13%, con una diminuzione che si concentra sulle piccole liti, quelle sotto i 20mila euro per le quali si può attivare la mediazione. Con l’obiettivo di ridurre ancora il contenzioso in giudizio questa soglia per la mediazione è stata ora portata a 50mila euro e il governo ha proposto, con la ‘manovrina’ appena approvata in via definitiva, anche la ‘rottamazione’ delle vecchie liti pendenti.

Nonostante il forte calo le piccole liti rappresentano però ancora 71,5% dei ricorsi definiti (in totale nel 2016 si sono chiusi procedimenti per 32 miliardi) mentre il valore medio della singola controversia decisa è di 109mila euro.

Ultima ora

13:38Esplosione a Donetsk, ‘grave ministro separatista’

(ANSA) - MOSCA, 23 SET - Il 'ministro' delle Entrate e delle Imposte dell'autoproclamata repubblica popolare di Donetsk, Aleksandr Timofeiev, è rimasto ferito in seguito a un'esplosione verificatasi stamattina a Donetsk: lo riferiscono i separatisti locali sul loro sito web ufficiale aggiungendo che Timofeiev "è ricoverato in ospedale in gravi condizioni" e che ad esplodere è stata la sua auto. Secondo l'agenzia Interfax, otto persone sono state ferite dall'esplosione. Ma alcune fonti riferiscono di due detonazioni. Secondo l'ufficio stampa del sedicente ministero delle Entrate e delle Imposte della repubblica secessionista del sudest ucraino, l'auto di Timofeiev sarebbe saltata in aria. "L'auto del ministro è esplosa oggi, non sappiamo dove fosse l'esplosivo. Abbiamo appena parlato con il ministro, è vivo", riferisce il 'ministero', citato dall'agenzia di stampa ufficiale russa Tass.

13:24Noemi: padre, verità e giustizia per mia figlia

(ANSA) - PERUGIA, 23 SET - "Voglio verità e giustizia per mia figlia Noemi": a dirlo è Umberto Durini, il padre della sedicenne di Specchia (Lecce) uccisa il 3 settembre dal suo fidanzato di 17 anni che ha poi confessato l'omicidio. L'uomo si è affidato all'avvocato del foro di Perugia Walter Biscotti, già legale della mamma di Sarah Scazzi e difensore di Salvatore Parolisi, che si è recato appositamente nella città pugliese. "Umberto Durini - ha detto all'ANSA l'avvocato Biscotti - vuole ringraziare le forze dell'ordine e tutti quelli che hanno collaborato alle indagini. Chiede che rimanga alta l'attenzione sul caso perché ci sono punti ancora oscuri legati alla confessione del ragazzo". Secondo il legale "occorre chiarire in particolare il ruolo del padre del diciassettenne". (ANSA).

13:13Calcio: Bayern, Alaba a disposizione per la sfida con il Psg

(ANSA) - ROMA, 23 SET - All'indomani del mezzo passo falso in Bundesliga (con il pareggio interno subìto dal Wolfsburg da 2-0 a 2-2 nell'anticipo della sesta giornata), in casa Bayern Monaco arriva la buona notizia del pieno recupero di David Alaba, il quale potrebbe essere disponibile sin dal prossimo, delicato impegno della squadra di Carlo Ancelotti, mercoledì a Parigi contro il Psg in Champions League. Stamani l'esterno austriaco, infortunatosi ad una caviglia in Nazionale (nella gara del 5 settembre scorso contro la Georgia, qualificazioni mondiali), ha svolto la seduta d'allenamento con i compagni tornando anche colpire il pallone per la prima volta dall'incidente.

13:05Corea Nord: Nuova Cina, terremoto di magnitudo 3.4

(ANSA) - SEUL, 23 SET - Un terremoto di 3.4 gradi di magnitudo è stato rilevato in Corea del Nord. Lo riferisce l'agenzia Nuova Cina. Il sisma rilevato in Corea del nord ha cause naturali, secondo l'agenzia meteorologica sudcoreana. Un funzionario ha precisato che il sisma, di magnitudo 3, è stato individuato nella stessa regione in cui di recente è stato compiuto un test nucleare, ma ha detto che certamente non è stato causato da un'esplosione artificiale. Esperti cinesi, citati da media internazionali, hanno invece affermato che potrebbe trattarsi del risultato di un'esplosione.

12:35Inchiesta a Napoli su test medicina ‘venduti’ a candidati

(ANSA) - NAPOLI, 23 SET - L'ipotesi è che qualcuno abbia 'venduto' i risultati del test per l'accesso alla facoltà di medicina ai figli di due esponenti delle forze dell'ordine: per questo la Procura di Napoli ha aperto una inchiesta. Quattro gli indagati, accusati di corruzione: un'assistente bibliotecaria che il 5 settembre scorso, giorno dei test, faceva parte della squadra di 300 impiegati con compiti di vigilanza; il marito, ex dipendete dell'Università e i due appartenenti alle forze dell'ordine. Sarebbe iniziato tutto da una intercettazione telefonica, da lì su disposizione del pm Ida Frongillo la mattina del 5, tra gli oltre 4mila studenti sarebbero scattate anche le perquisizioni. Quelle sugli indagati hanno dato esito negativo; saranno esaminate le memorie di computer e cellulari. In un solo caso, tra i candidati, è stato rinvenuto un algoritmo sul quale sono in corso accertamenti per verificare la compatibilità con la risoluzione del quiz.

12:35Omicidio stradale, un arresto a Taranto

(ANSA) - TARANTO, 23 SET - Il conducente di un'automobile, che guidava sotto l'effetto dell'alcool e che è risultato positivo anche all'assunzione di sostanze stupefacenti, è stato arrestato per omicidio stradale dopo che la vettura che guidava, una Renault Megane, è uscita di strada, ribaltandosi, provocando la morte di un 24enne di Carosino (Taranto), Andrea Attanasio. Nell'incidente - avvenuto la notte scorsa sulla statale 7 Appia, nel tratto che collega Taranto a San Giorgio Jonico, nei pressi di un ristorante - è rimasto ferito lo stesso conducente dell'automobile, un 39enne, ed altre tre persone. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118, vigili del fuoco e Polizia stradale. L'arrestato ha riportato solo contusioni. Altri tre giovani, trasportati in ospedale, hanno riportato ferite giudicate guaribili tra i 7 e i 30 giorni.

12:17Germania: a vigilia voto si riduce distanza Merkel-Schulz

(ANSA) - BERLINO, 23 SET - Alla vigilia del voto tedesco, si riduce la distanza fra i due candidati cancellieri: stando al sondaggio Emnid di Bild am Sonntag, anticipato oggi, in una elezione diretta Angela Merkel avrebbe il 45% dei consensi e Martin Schulz il 32%. Nelle ultime settimane lo scarto si è ridotto da 29 a 13 punti: quattro settimane fa, infatti, i due candidati erano premiati rispettivamente dal 51 e dal 22% dei consensi.

Archivio Ultima ora