Terrorismo: propaganda per Isis, arrestato iracheno

Pubblicato il 19 giugno 2017 da ansa

CATANZARO. – Un lupo solitario che avrebbe potuto agire in qualsiasi momento ed in ogni luogo perché non c’è bisogno di andare in Iraq o in Siria per fare il jihad: si può anche rimanere in Italia, “per redimere gli infedeli”, ai quali va “tagliata la gola”. È questo l’identikit di Hussien Abss Hamyar, il 29enne iracheno arrestato dalla Digos di Crotone per apologia del terrorismo internazionale e istigazione a delinquere.

“Siamo dovuti intervenire strappando l’indagine – ha spiegato il procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri – perché abbiamo ritenuto concreto il rischio di una fuga. Temevamo, come è già successo, che il soggetto lasciasse la Calabria per compiere un attacco terroristico”.

A far alzare il livello di allarme, un viaggio che il 29enne ha compiuto a Roma. Obiettivo della trasferta sarebbe stato verificare il grado di allarme che era capace di scatenare. Per questo ha volutamente provato a saggiare la reazione delle forze dell’ordine andando in giro con un sacchetto bianco.

Un altro dato inquietante gli investigatori lo hanno trovato nella memoria del suo smartphone. Conservava fotografie della Questura di Crotone e di alcuni funzionari della polizia. Un “pericoloso dossieraggio”, lo ha definito il questore di Crotone Claudio Sanfilippo, una cui immagine è stata rinvenuta nel cellulare di Hussein.

Non ancora maggiorenne il giovane iracheno avrebbe fatto parte di Hezbollah, poi nel 2008 il suo primo viaggio in Europa. Prima Norvegia, poi Finlandia, Germania e Danimarca, dove avrebbe anche passato un periodo in carcere. Nel 2012 è stato fermato appena sbarcato dalla Grecia sulle coste pugliesi.

Dopo aver richiesto lo status di rifugiato, Hussein è stato trasferito in un centro Sprar a San Nicola dell’Alto, poco distante da Crotone. È qui che avrebbe iniziato la sua opera di proselitismo in favore dell’Isis mantenendo un atteggiamento di aperta intransigenza a volte anche di minaccia nei confronti degli altri ospiti dello Sprar che avevano, a suo parere, una condotta di vita non rispettosa dei più integralisti precetti.

A loro il 29enne mostrava i video di propaganda diffusi dal Califfato. Ma non solo, Hussien Abss Hamyar era riuscito a ritagliarsi un ruolo anche all’interno della moschea di Crotone. È lui stesso a riferire, intercettato, di aver “parlato bene” dello Stato islamico davanti all’imam e a un gruppo di fedeli. “…Qui ho il controllo di una moschea, parlo davanti ad altre persone..”.

Alla sorella riferisce che nonostante qualcuno gli abbia chiesto di rientrare nel suo paese d’origine per fare la guerra santa, è necessario che egli rimanga dove si trova in quanto la sua missione è quella di redimere gli infedeli: “…Sono cosi impuri che anche se leggi il Corano loro non hanno voglia di ascoltarti…”.

Soddisfazione per l’arresto è stata espressa dal ministro dell’Interno Marco Minniti. “La nostra polizia, coordinata dalla Dda di Catanzaro – ha detto – ha svolto un ottimo lavoro a conferma che il sistema di prevenzione e sicurezza sta funzionando. Si tratta di un successo investigativo molto importante, che fa seguito a un lungo lavoro di indagine condotto con grande professionalità”.

(di Gaetano Mazzuca/ANSA)

Ultima ora

12:03Scuola: ancora raid a Caccioppoli Napoli,rubati cavi di rame

(ANSA) - NAPOLI, 19 GEN - Un furto è stato compiuto la scorsa notte nell'area antistante il Liceo Scientifico Caccioppoli di Napoli: ignoti hanno rubato alcuni cavi di rame. E' la sesta volta in pochi mesi che l'istituto scolastico di via Nuova del Campo finisce nel mirino dei ladri: si tratta del sesto raid in pochissimo tempo. Sul posto è giunta la polizia. A inizio mese i malviventi hanno portato via computer e altro materiale. La scorsa settimana gli studenti sono scesi in piazza per denunciare i disagi causati dai continui furti e per sollecitare maggiore sorveglianza.

12:02Pop. Vicenza,Gdf esegue sequestri a carico di 5 imputati

(ANSA) - VICENZA, 19 GEN - Gli uomini del nucleo di Polizia economico-finanziaria della Gdf di Vicenza stanno eseguendo alcuni provvedimenti di sequestro conservativo emessi dal Tribunale, su richiesta della Procura, nei confronti di cinque degli imputati nell'inchiesta sulla Banca Popolare di Vicenza, attualmente in fase di udienza preliminare. L'accusa ha chiesto il processo per 7 ex dirigenti, tra i quali l'allora presidente Gianni Zonin.

11:52Mafia cinese:China Truck, 25 arrestati, 8 in fuga all’estero

(ANSA) - FIRENZE, 19 GEN - La squadra mobile di Prato e lo Sco della polizia di Stato hanno catturato finora 25 dei 33 indagati colpiti dall'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Alessandro Moneti nell'inchiesta 'China Truck' contro la mafia cinese coordinata dalla Dda di Firenze. Altri otto sono tuttora ricercati e, secondo ipotesi della polizia, si dovrebbero trovare tutti in fuga all'estero. Saranno attivate collaborazioni con polizie straniere. Tra gli otto da portare in carcere, due sono considerati soggetti particolarmente pericolosi, già individuati nelle indagini come responsabili di aggressioni con armi bianche.

11:36Grillo, alleanze? Come dire che Panda mangia carne

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Se faremo le alleanze, anche con il Pd? "Sono domande senza senso, è come dire che un giorno un panda può mangiare carne cruda. Noi mangiamo solo cuore di bamboo". Non esistono forze politiche" a questo voto, " noi siamo l'unica forza politica nuova". Lo afferma Beppe Grillo uscendo dal Viminale dopo aver consegnato il simbolo del M5S. "Abbiamo presentato il simbolo della prima forza politica del Paese - gli fa eco il candidato premier Luigi Di Maio lasciando il ministero assieme a Davide Casaleggio - vogliamo andare al governo e andremo al governo".

11:35Migranti: Vienna, task force per controlli al confine

(ANSA) - BOLZANO, 19 GEN - Il ministro degli interni austriaco Herbert Kickl ha annunciato l'istituzione di una task force di polizia per i controlli di frontiera. Come spiega il ministro del partito di ultradestra Fpoe, si tratta di un'unità di pronto intervento "in grado di avviare entro poche ore il management di confine" (controlli di frontiera, ndr.) e "procedere all'identificazione" dei viaggiatori. "Non ci sarà più un lasciapassare", ribadisce Kickl in un'intervista al quotidiano Tiroler Tageszeitung. Nell'intervista Kickl spiega di aver già provveduto all'istituzione di questa 'Grenzschutzeinheit'. "Abbiamo comunque già controlli efficaci che funzionano, ma un anno 2015 non si deve ripetere", sottolinea il ministro in riferimento all'elevato numero di ingressi in Austria all'epoca.

11:34Tennis: Australia, Seppi soffre e vince, vola agli ottavi

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Soffre e vince, e vola agli ottavi degli Australian Open, il tennista azzurro Andreas Seppi, brillante vincitore al termine di una maratona di 4 ore di partita contro il croato Ivo Carlovic. Un match infinito che si è chiuso al quinto set dopo un tira e molla fra i due rivali, da un game all'altro, che ha entusiasmato il pubblico. L'italiano ha tenuto duro, in una gara giocata anche sul filo dei nervi e alla fine ha prevalso con il punteggio di 6-3 7-6 6-7 6-7 9-7 . Agli ottavi il tennista altoatesino dovrà affrontare il britannico Kyle Edmund. (ANSA).

11:25Sci: cdm, maltempo, modificato programma superG Kitzbuehel

(ANSA) - Kitzbuehel (Austria), 19 gen - Dopo una nevicata notturna con nuvole basse e fondo morbido sulla parte Bassa della Streif, il programma dell'odierno SuperG di coppa del mondo di Kitzbuehel e' stato modificato. La gara invece che alle ore 11,30 partirà così alle 13. Non solo: il percorso e' stato anche accorciato con partenza dalla famosa Mausefalle, la 'trappola per topi' ed arrivo in quota sopra il grande salto della Hausbergkante e non nel grande stadio alla base della Streif. Dunque pochi spettatori potranno vedere direttamente gli atleti tagliare il traguardo. (ANSA).

Archivio Ultima ora