Petrolio: Wti ai minimi da sette mesi, sotto 43 dollari

ROMA. – Il petrolio amplia il ribasso e tocca i minimi da sette mesi dopo il balzo della produzione della Libia, mentre aumentano i dubbi sull’efficacia dell’accordo Opec per i ridurre i livelli produttivi e gli stock.

Le quotazioni del greggio Wti sono scese del 3% fin sotto i 43 dollari al barile, a 42,8 dollari, per la prima volta da fine novembre scorso totalizzando così un calo 20% rispetto ai massimi registrati a febbraio di quest’anno (a 54,45 dollari). In discesa anche il Brent con ribassi del 2,75% a 45,6 dollari.