Caso Maugeri, i giudici: Formigoni fu corrotto con oltre 6 milioni

Pubblicato il 20 giugno 2017 da ansa

Roberto Formigoni

MILANO. – Roberto Formigoni sarebbe stato corrotto con oltre 6 milioni e 600 mila euro, “ingenti capitali investiti” tra il 2006 e il 2011 dalle società in gran parte estere del faccendiere Pierangelo Daccò e dell’ex assessore lombardo Antonio Simone, per garantirgli “vacanze in località esc1usive, disponibilità di imbarcazioni di lusso, uso di dimore di pregio, un altissimo tenore di vita, cene di rappresentanza e viaggi su aerei privati (…) quale corrispettivo al mercimonio delle funzioni”.

E cioè in cambio di quelle delibere di Giunta varate grazie ai “dictat” dell’ex Governatore “a fronte di circa 120 milioni di euro e di circa 180 milioni di euro (…) erogati dalla Regione rispettivamente a Fondazione Salvatore Maugeri e Ospedale San Raffaele”.

E’ la ricostruzione, in linea con quella della Procura, che emerge dalle motivazioni della sentenza con cui lo scorso dicembre il Tribunale di Milano ha condannato, tra gli altri, l’attuale senatore di Ap a 6 anni di carcere, Daccò (in detenzione domiciliare per espiare altri 8 anni definitivi) a 9 anni e 2 mesi, Simone a 8 anni e 8 mesi e Costantino Passerino, ex direttore finanziario della Fondazione, a 7 anni per i casi con al centro l’ente con sede a Pavia e l’ospedale fondato da Don Verzè.

Una ricostruzione che Formigoni contesta, spiegando che si tratta di “tesi assolutamente infondate” e che i fondi destinati a Maugeri e San Raffaele erano “versamenti dovuti e regolari” concessi “a fronte di prestazioni erogate da questi a favore dei cittadini”.

“La corruzione presuppone una scorrettezza amministrativa, la scorrettezza non c’è, tutti gli atti amministrativi sono riconosciuti corretti, la corruzione non c’è”, spiega il senatore che promette battaglia per “vedere riconosciuta la mia innocenza”.

I giudici della decima sezione penale, sebbene abbiano assolto Formigoni dal reato di associazione per delinquere in quanto “non è provato” che fosse a conoscenza “della articolata struttura (…) appositamente creata” per “l’attività prodromica alla corruzione”, nei suoi confronti hanno usato parole molto dure: nessuna attenuante gli va riconosciuta in quanto dal processo sono emersi “gravi fatti posti in essere dalla più alta carica politica della Regione Lombardia per un lungo periodo di tempo, con particolare pervicacia”, con “palese abuso delle sue funzioni” e “in modo particolarmente callido e spregiudicato, per fini marcatamente di lucro e con grave danno” per il Pirellone e “per il buon andamento della pubblica amministrazione”.

Il collegio La Rocca-Minerva-Formentin “sotto il profilo cronologico” ha sottolineato “il quasi parallelismo tra le erogazioni” ai due poli sanitari e “le erogazioni delle ‘utilità del Presidente'”, al quale sono stati confiscati circa 6,6 milioni.

Per questo sottolinea la fruizione “del grosso” dei benefit “al Capodanno 2007 in poi”, anno in cui sarebbe intervenuto, per esempio, “per garantire che la legge no profit” venisse “approvata con un testo favorevole” a Maugeri e San Raffaele con “all’epoca, più pressanti necessita finanziarie”.

In questo quadro però, l’ex dg della sanità Carlo Lucchina e l’ex segretario generale del Pirellone Nicola Maria Sanese a dire dei giudici, erano “estranei all’accordo corruttivo” – di cui Simone sarebbe stato “il garante politico” – altrimenti non ci sarebbe stata la necessità del ‘Celeste’ di “esercitare così forti pressioni sulla struttura tecnica” per l’adozione di delibere definite “illegittime”. I due assieme anche a l’ex dirigente regionale Alessandra Massei, l’ex moglie di Simone Carla Vites e Alberto Perego, amico storico dell’ex governatore sono stati assolti. Ora si attende il secondo round in appello.

(di Francesca Brunati e Igor Greganti/ANSA)

Ultima ora

01:21Uragani: Casa Bianca chiede altri 44 mld aiuti a Congresso

(ANSA) - WASHINGTON, 17 NOV - La Casa Bianca ha inviato al Congresso una richiesta di aiuti per 44 miliardi di dollari legati ai danni degli uragani che hanno colpito le isole caraibiche americane e gli Stati Usa del Golfo del Messico. La richiesta, la terza avanzata dal presidente Donald Trump, porterebbe l'ammontare complessivo degli aiuti a 100 miliardi di dollari. Ma i parlamentari delle regioni colpite sono già sul piede di guerra, ritenendo la somma troppo bassa.

01:18Usa: ok a vendita di Patriot a Polonia per 10 miliardi

(ANSA) - WASHINGTON, 17 NOV - Il dipartimento di Stato Usa ha approvato una possibile vendita per 10,5 miliardi di dollari di missili Patriot alla Polonia, nell'ambito della cooperazione militare bilaterale e nella cornice dell'alleanza Nato. Lo rende noto lo stesso Dipartimento di Stato, che ha notificato la proposta al Congresso. Varsavia ha rafforzato il suo sistema difensivo dopo l'annessione della Crimea da parte della Russia.

01:10Tennis: Atp Finals, Dimitrov fa en plein

(ANSA) - ROMA, 17 NOV - Il bulgaro Grigor Dimitrov ha chiuso imbattuto, imitando finora il fuoriclasse Roger Federer, la fase a gironi della Atp Finals in corso a Londra. Il numero 6 del ranking mondiale ha travolto lo spagnolo Pablo Carreno Busta, sconfitto con un doppio 6-1, lo stesso punteggio che aveva riservato due giorni prima al belga David Goffin, che si è qualificato oggi a sua volta per le semifinali. Nelle due partite per decidere i finalisti, Federer affronterà Goffin, mentre Dimitrov se la vedrà con lo statunitense Jack Sock.

01:06Figc: Tommasi, tema non è Tavecchio ma la responsabilità

(ANSA) - ROMA, 17 NOV - "Quando si ha un ruolo di responsabilità, bisogna prendersela. Qui invece, a ben due giorni da quell'evento, dopo due giorni di silenzio della federazione, si pensava solo a mandare via la guida tecnica e non a fare tutti un passo indietro come tutti si aspettavano". Così il presidente dell'Aic, Damiano Tommasi, ospite di 'Propaganda Live' su La7, sulla riunione della Figc di mercoledì scorso dopo l'eliminazione dell'Italia dalla corsa al Mondiale 2018. "Il tema non è Tavecchio ma la responsabilità delle istituzioni. L'unica strategia possibile a questo punto è azzerare la dirigenza federale e ripartire di nuovo". "Servono un nuovo programma e nuove idee per il movimento. Un fallimento così esigeva un cambio di marcia - ha detto -. Ora invece si penserà al nome del nuovo ct ma non è questo il problema. Io credo alla nostra posizione e lo fanno i calciatori, che la vorrebbero anche più dura. Pur conoscendo il nostro pensiero, nessuno mi ha chiamato tra quelli che nel mondo dello sport decidono qualcosa".

00:38Basket: Eurolega, Milano batte Bamberg 71-62

(ANSA) - MILANO, 17 NOV - Dopo la maxi-remuntada di mercoledì con Valencia, ecco un'altra rimonta in doppia cifra dell'Olimpia contro il Brose Bamberg (71-62). Sedici i punti recuperati in Spagna con un grande Jerrells, undici quelli ribaltati oggi (senza Goudelock, out sei settimane) in un lampo da un eroico Kalnietis che ne infila dieci in fila (dopo lo 0 nei primi 35') per allestire un parziale di 19-0 (dal 46-57 al 65-57) che spegne il furore tedesco e le speranze di Trinchieri di battere per la terza volta consecutiva la squadra dove è cresciuto. Ma questa è la Milano di Pianigiani che alla sua squadra chiede sempre di non mollare mai: l'Olimpia è sulle gambe per via della maratona di Valencia, ha percentuali drammatiche al tiro (ne sbaglia 34 dei primi 47) ma non si scompone mai (o quasi, vista la randellata presa con Kaunas) nelle difficoltà. Così sono arrivati tutti e tre i successi in Eurolega e ora la classifica vede Milano ad appena una vittoria di distanza dall'ottavo posto che separa i sogni dagli incubi.

00:35Calcio: serie B, Frosinone-Avellino 1-1

(ANSA) - FROSINONE, 17 NOV - Nell'anticipo della 15/a giornata di B, finisce 1-1 (0-1) la sfida allo 'Stirpe' fra Frosinone e Avellino. I ciociari puntavano a fare bottino pieno ma alla fine ha avuto ragione Novellino che aveva promesso una prova gagliarda degli irpini. Il Frosinone recrimina per alcune scelte dell'arbitro Baroni, che ha visto bene in occasione del vantaggio ospite nell'assegnare il penalty per mani di Matteo Ciofani, trasformato da Castaldo al 5' pt, ma poi non ha ritenuto da rigore un fallo su Daniel Ciofani e una plateale manata al pallone su punizione di Ciano. A inizio ripresa il pareggio frusinate al 4' su inzuccata di Daniel Ciofani. Sempre nel primo tempo la squadra laziale ha colpito una traversa con Ciano e un palo con Dionisi. Un legno anche per i campani colpito da Migliorini. Nel primo tempo gravissimo infortunio a Lasik, si parla di frattura di tibia e perone, dopo un intervento che gli è costato anche il cartellino su Beghetto.

00:25Usa: incendio in palazzo a New York, fiamme sotto controllo

(ANSA) - NEW YORK, 17 NOV - Incendio in un edificio di sette piani a Manhattan, nell'area di Hamilton Heights. Circa 200 pompieri sono sul posto e le fiamme, anche se alimentate dal vento, sono al momento sotto controllo. Secondo le informazioni preliminari, non ci sarebbero feriti. Le cause dell'incendio, scoppiato sulla 144ma strada, non sono ancora chiare.

Archivio Ultima ora