Maxi riscatto da attacco “ransomware”: pagato un milione di dollari

Pubblicato il 21 giugno 2017 da ansa

ROMA. – Cybercriminali sempre più aggressivi mettono a segno un colpo da record grazie al “ransomware”: un’azienda sudcoreana, colpita da un attacco informatico con un virus che ne ha bloccato server e reti, ha pagato agli hacker una quota di Bitcoin per un valore di oltre un milione di dollari. Una cifra che a detta degli esperti non era mai stata corrisposta e che segna un cambio di passo anche in questo genere di attacchi informatici.

Vittima dell’attacco, a inizio giugno, è stata Nayana, compagnia di web hosting che ospita servizi online per diversi siti e aziende: gli hacker hanno preso di mira oltre 150 suoi server e hanno avuto accesso a un’ingente quantità di dati dei suoi clienti.

Dopo oltre una settimana di contrattazioni, riporta il sito The Register, l’azienda ha accordato agli hacker il pagamento di circa un milione di dollari, da pagare in tre tranche, col rilascio graduale dei dati e dei server bloccati. La richiesta iniziale sfiorava i quattro milioni e mezzo di dollari.

L’episodio, spiega all’ANSA Andrea Zapparoli Manzoni, esperto informatico del Clusit, associazione italiana per la sicurezza informatica, dimostra che i criminali sono sempre più “sfacciati”. “Fino a poco tempo fa”, afferma, “questo genere di estorsioni venivano realizzate contro singoli o piccole organizzazioni chiedendo somme più contenute, da qualche centinaio di euro a qualche migliaio”.

Questo attacco invece “dimostra che i criminali hanno deciso di ampliare il loro ‘modello di business’ per colpire organizzazioni più grandi ed estorcere somme molto superiori”. Il fatto che la compagnia abbia reso noto il pagamento non è comune, anche perché gli esperti raccomandano di non assecondare mai gli hacker visto che non c’è mai la certezza di ottenere indietro i propri dati, anche pagando.

L’accaduto accende i riflettori anche sulla prevenzione. Secondo l’analisi della società di sicurezza TrendMicro l’attacco a Nayana è stato sferrato con una variante del virus Erebus, già noto, ma rivisitato per attaccare il sistema operativo Linux che, nel caso specifico, non risultava aggiornato. “Certamente per questa azienda”, aggiunge Zapparoli Manzoni, “il danno subito per non aver investito in sicurezza ha superato ampiamente i costi che avrebbe dovuto sostenere per aggiornare i propri sistemi”.

(di Stefania Passarella/ANSA)

Ultima ora

20:31Continua esodo Rohingya in Bangladesh

(ANSA)- DACCA, 17 OTT - Molte migliaia di rifugiati musulmani rohingya in fuga dallo Stato birmano di Rakhine sono giunti durante il fine settimana nei campi di accoglienza di Cox's Bazar, nel sud del Bangladesh, dove la situazione sanitaria diventa di giorno in giorno più allarmanete. I media di Dacca, dopo aver ricordato che dal 24 agosto scorso oltre 500.000 rifugiati hanno abbandonato la Birmania trasferendosi sul suolo bengalese, hanno segnalato oggi che nelle ultime settimane il flusso si era progressivamente ridotto, ma che fra sabato e domenica le agenzie umanitarie hanno confermato che circa 20.000 rohingya sono giunti via mare o attraversando il fiume Naf a Cox's Bazar. Infine il quotidiano Dhaka Tribune scrive che da agosto vi sono stati almeno 28 naufragi di barconi con a bordo rifugiati rohingya che hanno causato la morte di quasi 200 persone, quasi tutte donne e bambini.

20:26Turchia: bomba contro polizia, 18 feriti

(ANSA) - ISTANBUL, 17 OTT - È salito a 18 feriti, di cui 17 agenti, il bilancio dell'esplosione di un ordigno esploso questo pomeriggio al passaggio di un bus della polizia turca a Mersin, nel sud del Paese. Lo ha reso noto il vicepremier e portavoce del governo di Ankara, Bekir Bozdag, secondo cui "gli indizi mostrano che si è trattato di un attacco terroristico". Le autorità non si sbilanciano ancora sulla matrice dell'attentato. Come avviene regolarmente in casi analoghi, le autorità locali hanno imposto una censura sulla pubblicazione di notizie e immagini che riguarda anche i social media.

20:22Sardegna: Giunta vara finanziaria 2018-2020 da 7,7 miliardi

(ANSA) - CAGLIARI, 17 OTT - La Giunta regionale della Sardegna, su proposta dell'assessore del Bilancio Raffaele Paci, ha approvato la Finanziaria 2018-2020. La legge prevede un aumento delle entrate tributarie di 120 milioni fino a 6 miliardi e 276mila euro: alla fine sarà una manovra da 7 miliardi e 724mila euro, il 2% in più rispetto allo scorso anno. "Abbiamo approvato la legge in Giunta più di due mesi prima rispetto allo scorso anno e puntiamo ad evitare il ricorso all'esercizio provvisorio", ha spiegato Paci. Dei quasi otto miliardi, 40 milioni di euro saranno a disposizione del Consiglio regionale. Una novità?. "Stiamo fortemente rinnovando tutti i mezzi della Protezione civile, del Corpo forestale e di Forestas, una grande operazione di acquisto di mezzi in leasing". Altri dettagli saranno comunicati nel corso di una conferenza stampa ancora da programmare.

20:19Ucraina: manifestanti montano tende in zona Parlamento

(ANSA) - MOSCA, 17 OTT - I manifestanti hanno montato delle tende nella zona del Parlamento ucraino e invitano a portar loro cibo e indumenti pesanti perché possano continuare a lungo la loro protesta. Lo riferiscono i media locali. Secondo l'agenzia Unian, avrebbero montato 11 grandi tende in via Grushevski, sei grandi tende e 25 più piccole a Parco Mariinski e 11 in piazza Costituzione. "Penso che sia una buona idea per noi tutti rimanere qui finché non esaudiscono le nostre richieste", ha affermato l'ex presidente georgiano Mikheil Saakashvili.

20:17Corea Nord: Usa agli alleati, ‘prepariamoci al peggio’

(ANSA) - NEW YORK, 17 OTT - Gli Stati Uniti "non escludono la possibilita' di negoziati diretti con la Corea del Nord, ma con i loro alleati Giappone e Corea del Sud devono prepararsi al peggio se la diplomazia dovesse fallire": lo ha detto il vicesegretario di stato americano, John Sullivan durante la sua visita a Tokyo.

20:14Champions: Jorge Jesus, non vedo la crisi della Juve

(ANSA) - TORINO, 17 OTT - "Non mi sembra che la Juventus stia andando male, come tanti dicono, ma lo Sporting Lisbona arriva a Torino con la piena fiducia di poter ottenere un risultato positivo". Così Jorge Jesus, l'allenatore dei lusitani che sono a braccetto della Juve, dopo le due prime partite del girone di Champions. "Mi piacerebbe - ha detto il tecnico - rivivere le sensazioni della semifinale di tre anni fa", quando era alla guida del Benfica, che eliminò i bianconeri nelle semifinali di Europa League, a un passo quindi dalla finale che si è poi giocata nello Juventus Stadium, poi persa ai rigori contro il Siviglia.

20:05Tosi, proposte da Renzi quando era premier? Non smentisco

(ANSA) - SAN BIAGIO DI CALLALTA (TREVISO), 17 OTT - L'ex sindaco di Verona Flavio Tosi e leader di Fare! ha detto oggi di "non poter smentire" la voce secondo la quale, lo scorso anno, avrebbe ricevuto dall'allora premier Matteo Renzi delle proposte per ricoprire incarichi di governo. "Ma non è - ha aggiunto Tosi, in un'intervista ad un'emittente televisiva - una questione legata al referendum del 4 dicembre. Diciamo che io mantengo un buon rapporto con Renzi, siamo stati entrambi sindaci, ho creduto in quel referendum e ci credo ancor più ora - ha concluso Tosi - che abbiamo una legge elettorale pasticciata".

Archivio Ultima ora