L’italo-venezuelano Johnny Amadeus Cecotto alla scoperta di Baku

Pubblicato il 22 giugno 2017 da redazione

2017 FIA Formula 2 Round 3.
Monte Carlo, Monaco.
Thursday 25 May 2017.
Johnny Cecotto Jr. (VEN, Rapax) Photo: Zak Mauger/FIA Formula 2.

CARACAS – E’ il più “giovane” dei circuiti in calendario e il secondo per lunghezza dopo quello del leggendario Spa-Francorchamps, con i suoi 6.003 metri. Ma è anche uno dei tracciati più strani di questo del calendario. Una pista cittadina nel centro di Baku, la capitale dell’Azerbaijan, che però vanta un tratto quasi rettilineo di 2,1 Km, oltre un terzo dello sviluppo totale, da percorrere a pieno gas.

La pista non è molto spettacolare in se per sé, molti tifosi non hanno ben accolto il nuovo “Tilkodromo” (nomignolo dispregiativo affiancato a tutte le piste di Hermann Tilke) e se in passato molti si sono lamentati della somiglianza delle varie piste progettate da Tilke, guardando questo nuovo circuito sembra proprio che la matita dell’architetto tedesco sia ormai orientata esclusivamente su questo stile.

Tra i protagonisti in pista, nella categoría Formula 2, ci sarà l’italo-venezuelano Johnny Amadeus Cecotto con la scuderia Rapax. Nell’ultima gara disputata il figlio d’arte ha chiuso al secondo posto alle spalle del compagno di squadra l’olandese Nick De Vries. Quella prova si è disputata sulla pista di Montecarlo.

Quelli conquistati sulle strade del principato sono stati i primi in questa stagione per Johnny Amadeus Cecotto: grazie all’ottavo posto in Gara 1 ed il secondo posto in gara 2 ha portato a casa 16 punti. Il leader del campionato della Formula 2 è il monegasco Charles Leclerc con 77 punti, alle sue spalle il británico Oliver Rowland con 74.

Trovare l’assetto giusto a Baku è sempre un esercizio difficile per piloti e ingegneri, che nel decidere il livello di carico aerodinamico ottimale devono bilanciare le esigenze del tratto più lento con la necessità di correre sul dritto. Un circuito così mette a dura prova anche la trazione, nelle curve più guidate: ed è impegnativo anche per il recupero di energia.

Per Amadeus Cecotto, questa sarà la prima presenza su questo tracciato cittadino, scenario che è entrato nel mondo degli sport a motore nel 2016.

L’1-2 ottenuto a Montecarlo ha permesso alla scuderia italiana di posizionarsi al quinto posto nella classifica costruttori con 43 punti, in questa graduatoria in vetta alla classifica c’è il Russian Time con 16 punti.

Sarà la prima gara ufficiale dell’Azerbaijan, perché lo scorso anno questo Gran Premio si è disputato sotto le insegne del Gran Premio d’Europa, ma quest’anno prende il nome di Gran Premio dell’Azerbaijan.

Le qualifiche si disputeranno venerdì, qui i piloti avranno 30 minuti per ottenere il miglior tempo ed avere una posizione privilegiata sulla griglia di partenza. La prima gara della Formula 2 si disputerà sabato ed avrà una durata di 29 giri, qui sarà obbligatoria una sosta ai box. Mentre per la Gara 2, il numero di giri saranno 21 e non ci saranno soste.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

18:02Gas: Emiliano, Tap offre soldi per silenzio? Provo ribrezzo

(ANSA) - BARI, 17 AGO - Un "emissario" di Tap, la società che sta realizzando il gasdotto che dall'Azerbaijan approderà in Salento, avrebbe provato a comprare "silenzio e consenso" offrendo 40mila euro a un'associazione salentina. La notizia è stata rilanciata dal governatore Michele Emiliano che su Fb dichiara di provare "ribrezzo per questi metodi". Tap smentisce "categoricamente di essere coinvolta". A lanciare l'accusa è stata l'associazione 'Nuove speranze', secondo cui un "emissario di Tap" le avrebbe assicurato, "facendo leva sul bisogno di denaro", un finanziamento di 40mila euro "in cambio di complicità, silenzio e omertà". Tap respinge ogni accusa e sottolinea di non agire "tramite emissari, ma in modo trasparente a sostegno delle associazioni no profit" e invita "chiunque venisse contattato da sedicenti 'emissari' di Tap a segnalarli" per procedere alla denuncia. Su Fb Emiliano attacca: "Provo davvero ribrezzo per questi metodi. E non è neppure la prima volta. Credono che un po' di soldi servano a comprare i pugliesi".

17:57Furgone contro la folla sulla Rambla a Barcellona

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Un furgone ha travolto diverse persone sulla Rambla a Barcellona. Lo riferiscono testimoni e la polizia catalana, scrive la stampa spagnola. Il viale è stato transennato ed evacuato. Diverse i feriti. Il conducente ha abbandonato il veicolo e sarebbe fuggito a piedi. Si tratta di un furgone bianco, raccontano testimoni citati dai media. La polizia ha chiuso la zona e sul luogo stanno accorrendo diverse ambulanze e mezzi di soccorso.

17:51Calcio: Marotta, rosa Juve già a posto così

(ANSA) - TORINO, 17 AGO - "Restano 15 giorni di mercato e può succedere ancora di tutto. Ma la nostra rosa già oggi è a posto, sicuramente non si realizzerà nulla di stravolgente". Così Beppe Marotta, dg e ad della Juventus, ai microfoni di Jtv, nel pomeriggio dell'amichevole in famiglia dei bianconeri a Villar Perosa, 'feudo' della famiglia Agnelli. "Tutti gli anni si dice che può essere finito un ciclo - ha aggiunto Marotta - è normale quando una squadra vince tanto, abbiamo dimostrato, negli ultimi 6 anni, di essere un modello vincente e vogliamo andare avanti su questa strada. Se e non abbiamo fatto grandi rivoluzioni è perché questo è un gruppo molto molto forte, l'anno scorso ci è mancata solo la ciliegina sulla torta. Ma ripartiamo - ha concluso il dg bianconero - puntando a vincere tutte le competizioni in cui siamo in corsa".

17:50Calcio: Fifa Awards, in lizza Buffon e Bonucci

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Ci sono tre calciatori della Serie A, di cui due italiani, tra i 24 candidati al "The Best Men's Player 2017", il premio che la Fifa consegnerà il prossimo 23 ottobre a Londra al miglior giocatore della passata stagione. Si tratta degli juventini Gigi Buffon e Paulo Dybala e del neomilanista Leonardo Bonucci, il 3 giugno anche lui con la maglia bianconera nella finale Champions di Cardiff. Ma è nella categoria allenatori che l'Italia invece con Massimiliano Allegri, Carlo Ancelotti e Antonio Conte, che si giocheranno il riconoscimento insieme a Luis Enrique, Pep Guardiola, Leonardo Jardim, Joachim Loew, Josè Mourinho, Mauricio Pochettino Diego Pablo Simeone Tite e Zinedine Zidane. Tra i calciatori in corsa Aubameyang, Carvajal,Cristiano Ronaldo, Griezmann, Hazard, Ibrahimovic, Iniesta, Kane Kantè, Kroos , Lewandowski, Marcelo Messi Modric, Navas, Neuer, Neymar, Ramos, A.Sanchez, L.Suarez, Vidal. Votazioni dal 21/8 al 7/9 poi la Fifa comunicherà i nomi dei 3 finalisti di ogni categoria.

17:48Regeni: Boldrini, informativa governo sia anticipata

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - "È essenziale che il Parlamento italiano continui a tenere alta l'attenzione sulla tragica fine di Giulio Regeni. Per questo ho chiesto al Presidente della Commissione Esteri della Camera, Fabrizio Cicchitto, che l'informativa del governo, richiesta da diversi gruppi, possa tenersi quanto prima". Lo afferma la presidente della Camera Laura Boldrini in una nota. "Non solo la sua famiglia - prosegue la presidente della Camera - ma un Paese intero ha il diritto di sapere che la ricerca della verità sull'uccisione di un giovane cittadino italiano rimarrà imperativo fondamentale per le nostre istituzioni e non sarà piegata a nessun'altra ragione".

17:45Donna fatta a pezzi: nomade, pensavo dormisse

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - "Per prima cosa ho visto i piedi ed ho pensato che fosse una donna addormentata nel cassonetto. Soltanto quando con il bastone ho staccato una delle due buste di plastica nera, mi sono resa conto che erano delle gambe tagliate". A parlare è Maria (nome di fantasia) la nomade romena di 39 anni che a Ferragosto ha scoperto in un cassonetto di viale Maresciallo Pilsudski, ai Parioli, le gambe di Nicoletta Diotallevi ed ha permesso di far arrestare l'assassino, il fratello della vittima, Maurizio Diotallevi. Un 'imprevisto' che non dimenticherà più, durante i tour giornalieri nella sua attività di rovista-cassonetti. "Ho paura - spiega - che i parenti dell'assassino si possano vendicare con me". Le gambe, dice, "per me erano congelate perché non c'era sangue nelle buste, ma io non le ho toccate. Ho cominciato ad urlare. C'era anche una signora poco lontano da me e a quel punto sono corsa al vicino commissariato. Urlavo 'gambe' gambe', in spagnolo ma il poliziotto non capiva, alla fine sono riuscita a spiegarmi".

17:42Rapporto Usa su libertà religiosa, più violazioni nel mondo

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 17 AGO - Si registra una maggiore diffusione ed intensità delle violazioni della libertà religiosa. È il dato generale messo nero su bianco nel rapporto annuale prodotto dalla Commissione per la libertà religiosa del Dipartimento di Stato americano. Segnalate le nazioni dove avvengono le vessazioni più gravi, tra cui Birmania, Repubblica Centrafricana, Cina, Eritrea, Iran, Nigeria, Corea del Nord, Pakistan, Russia, Arabia Saudita, Sudan, Syria, Tajikistan, Turkmenistan, Uzbekistan e Vietnam. In seconda fascia gli Stati dove persistono violazioni ma si registrano miglioramenti, come Cuba, Egitto, Iraq e Afghanistan. Alla presentazione del testo, ieri, il segretario di Stato americano Rex Tillerson ha puntato il dito contro le condizioni in alcuni Paesi alleati degli Stati Uniti, in particolare Bahrein e Arabia Saudita, oltre alla Turchia. Immediate le reazioni: per il governo cinese, che ha protestato ufficialmente, la relazione "ignora i fatti"; per l'Iran il rapporto è "di parte".

Archivio Ultima ora