Comunali in salita per il Pd, Orlando apre la partita premiership

Pubblicato il 22 giugno 2017 da ansa

Il ministro Andrea Orlando

ROMA. – Uniti ai “calci di rigore” dei ballottaggi. Divisi e litigiosi sul campo della politica nazionale. Così si presenta il centrosinistra al secondo turno di amministrative assai difficili, che rischiano di consegnare al centrodestra città da sempre “rosse”, da Genova a Sesto San Giovanni. Matteo Renzi, come al primo turno, si tiene lontano dalle piazze per non “politicizzare – spiegano i Dem – una sfida che è locale”. Dal Nazareno partono appelli al voto e all’unità: nessun risultato è scritto.

Ma Andrea Orlando apre formalmente la frattura interna al Pd: mentre Renzi lavora a un listone Pd “largo”, il ministro invoca il centrosinistra unito e una “consultazione” per la premiership. Con un’uscita che irrita i renziani non solo per la scelta dei tempi, a due giorni dal voto, ma anche perché vi leggono un’anticipazione “dell’assalto alla diligenza” che partirà se i ballottaggi andranno male.

Renzi si tiene lontano dai comizi. I Cinque stelle, grandi sconfitti al primo turno, si accontentano di battersela in città come Guidonia e Carrara. E così, venerdì sera, la scena sarà di Silvio Berlusconi, al ritorno in piazza a Monza, e Matteo Salvini, nella ambita Genova. Per riportare il centrodestra alla vittoria e allo stesso tempo per contendere ai rispettivi partiti la guida della coalizione.

Ma in una domenica con oltre 4 milioni di italiani al voto e 22 capoluoghi in ballo, è un’altra alleanza, per ora tutta “virtuale”, a preoccupare il Pd: i segnali reciproci tra M5s e Lega “rischiano di pesare, nell’orientare i voti, più di un apparentamento”, ragiona un dirigente Dem. “L’80% dei ballottaggi finirà con distacco minimo: possiamo vincere la maggioranza delle città ma andate a votare”, è l’appello di Matteo Ricci.

Al Nazareno nessuno azzarda previsioni ma Genova e La Spezia ma anche città come Lucca vengono considerate a rischio, come in Lombardia Como e la “Stalingrado” Sesto San Giovanni, dove va a sostenere il centrosinistra anche Walter Veltroni. Ottimismo c’è su l’Aquila e Verona, dove c’è l’apparentamento con la tosiana Patrizia Bisinella. E si spera in una vittoria a sorpresa contro Federico Pizzarotti a Parma. Coalizioni di centrosinistra “unite contro Lega e Fi”, suona la carica Maurizio Martina.

Ma sulla scena nazionale si litiga a sinistra, con Giuliano Pisapia che lavora alla piazza del primo luglio e rivendica “autonomia” dal Pd e Mdp che minaccia l’addio alla maggioranza sulla manovra. “C’è bisogno di una svolta vera sulla politica economica e sociale. Se non c’è, è il governo che sceglie la strada di un accordo con Berlusconi”, attacca Roberto Speranza, che da un lato ribadisce sostegno al governo e dall’altro ventila una rottura sulla manovra che lascerebbe “il cerino” in mano al Pd.

“Mdp non lascia D’Alema per allearsi col Pd”, aggiunge. “E noi non molliamo il Pd per D’Alema”, replica il Dem Matteo Richetti, che definisce “capricci” le richieste di Mdp sulla manovra. Il Pd “largo” cui lavora Renzi, sottolineano i dirigenti a lui vicini, andrà “da Calenda e Tosi a Pisapia” ma non include i dalemian-bersaniani.

Ma Carlo Calenda col Pd è in rotta sul ddl concorrenza e Pisapia dice di non voler entrare in nessun listone. Mdp continua a incalzare su Consip e un’altra sede di attrito si annuncia la commissione d’inchiesta sulle banche, che il Quirinale auspica non si trasformi in un ring elettorale su cui trascinare istituzioni come Bankitalia e Consob.

Chi prova a portare avanti il lavoro di “ricucitura” promosso da Romano Prodi è Orlando, che invoca una “convenzione” per l’unità del centrosinistra, una riforma elettorale con le coalizioni e pure primarie per la leadership. Orlando e Cuperlo saranno sia all’assemblea dei circoli Pd a Milano, che in piazza con Pisapia a Roma. I renziani, a partire da Matteo Orfini, non andranno da Pisapia perché bisogna “innanzitutto rafforzare il Pd”. E Lorenzo Guerini avverte: “Il congresso ha rieletto il segretario con una legittimazione chiarissima. Non vorrei che si fingesse di scordarselo”.

(di Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

20:31Leu: Boldrini, D’Alema? Così si disincentiva voto

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - "Intanto mi permetto di dire che dobbiamo motivare le persone ad andare a votare, non possiamo dare per scontata l'ingovernabilità. Dobbiamo unirci a Mattarella all'appello al voto; le persone non possono pensare che non servirà andare a votare. Votare significa decidere in che paese si vuole vivere". Così Laura Boldrini, intervistata a Carta Bianca, ha commentato le affermazioni di Massimo D'Alema su un governo del Presidente dopo le urne. "Il governo certo che serve, e questa legge non è il massimo e rende tutto più difficile. Potrebbe esserci questi problemi, ma si risolvono sui programmi e sui valori, non in astratto. Noi siamo di sinistra - ha proseguito - diciamo 'lavoro, ambiente', valori che mancavano, e noi andiamo a riempire un vuoto, poi vediamo. Qualsiasi previsione rischia di essere un esercizio vuoto".

20:26Brasile: proteste per aumento prezzi dei trasporti pubblici

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Centinaia di brasiliani hanno protestato oggi contro l'aumento delle tariffe del trasporto pubblico a San Paolo, in una manifestazione terminata con alcuni incidenti che hanno coinvolto cittadini e polizia. La protesta è stata indetta dal movimento Passe Livre per denunciare l'aumento del 5,26% della tariffa della rete di trasporto pubblico (autobus, metropolitana e treno), che è salita da 3,80 real a 4 real (1,24 dollari). Per gli organizzatori, l'aumento danneggia soprattutto le classi sociali più povere. "I brasiliani con un salario minimo investiranno il 20% del loro denaro per pagare la tariffa giornaliera dell'autobus", ha detto Francisco Bueno, 21 anni, membro del movimento Passe Livre. La protesta, che ha visto un importante dispiegamento di forze di polizia, è stata pacifica fino a quando un gruppo di manifestanti ha invaso la stazione Brás della metro, con conseguente intervento degli agenti che hanno lanciato gas lacrimogeni contro i cittadini.

20:19Siccità in Sudafrica, manca l’acqua

(ANSA) - IL CAIRO, 18 GEN - Città del Capo, la metropoli sudafricana colpita dalla peggiore siccità del secolo, ha annunciato nuove riduzioni della disponibilità d'acqua per i cittadini: dal mese prossimo il quantitativo massimo che ogni cittadino potrà usare scenderà dagli attuali 87 a 50 litri al giorno. La sindaca della città, Patricia de Lille, teme che Città del Capo possa diventare la prima metropoli al mondo a restare senza acqua già fra tre mesi. La città sudafricana ha raggiunto un "punto di non ritorno" e il "Giorno Zero" in cui la maggior parte dei rubinetti rimarrà a secco è fissato per il 21 aprile. De Lille ha lamentato che, nonostante appelli al risparmio idrico lanciati per mesi, il 60% dei cittadini continua a usare più di 87 litri al giorno. "Non possiamo più solo chiedere alla gente di smettere di sprecare l'acqua. Dobbiamo obbligarla", ha detto de Lille, che ha già messo al bando il lavaggio delle auto e il riempimento delle piscine.

20:13Berlusconi, ho sperato in Renzi ma è stata promessa mancata

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - "Renzi è stata una promessa in cui molti hanno sperato tra cui il sottoscritto ma è stata promessa mancata". Lo afferma Silvio Berlusconi ospite del programma Quinta Colonna su rete 4.

20:12Uccisa da uno sparo accidentale, indagato il ragazzo

(ANSA) - BERGAMO, 18 GEN - Sarà eseguita mercoledì prossimo l'autopsia sul corpo di Alessandra Cornago, la studentessa ventunenne di Ponteranica morta ieri sera per un proiettile esploso dalla pistola del fidanzato, l'ex guardia giurata Denis Zeni, suo coetaneo, da oggi indagato a piede libero per omicidio colposo. Gli inquirenti hanno sequestrato gli smartphone dei due fidanzati e il computer su cui stava studiando Alessandra Cornago. Denis aveva in camera da letto una pistola perché, per circa sei mesi e fino a un anno fa, aveva lavorato come guardia particolare giurata all'istituto di vigilanza privato Fidelitas. Dopo aver lasciato l'istituto, aveva continuato a detenere legalmente l'arma. Pochi istanti dopo la tragedia la reazione del giovane è stata di quelle che, a detta degli inquirenti, non lasciano dubbi sull'involontarietà dell'episodio: ha cercato di rianimarla, ha chiamato la madre che era in un'altra stanza (il papà era invece fuori casa) e hanno subito avvertito il 118. Era sotto choc.

20:10Maltempo: in Belgio si fermano treni ad alta velocità

(ANSA) - BRUXELLES, 18 GEN - La circolazione dei treni ad alta velocità Thalys dal Belgio verso Olanda e Germania è stata interrotta, per l'intera giornata, a causa del maltempo. Una cinquantina di treni regionali sono stati cancellati, e sono stati accumulati ritardi per oltre 20 ore sulla rete ferroviaria del Paese. Inoltre si sono registrati una ventina di incidenti ferroviari a causa dei detriti finiti sui binari. Lo scrivono i media online del Paese. Ad Anversa si contano almeno 4 feriti tra cui una donna grave.

20:06Calcio: serie A, Orsato arbitrerà Atalanta-Napoli

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Sarà Daniele Orsato di Schio l'arbitro di Atalanta-Napoli, anticipo delle 12.30 della 2/a giornata di ritorno in programma domenica 21 gennaio. Inter-Roma, big match delle 20.45 è stata affidata a Davide Massa di Imperia mentre il posticipo di lunedì tra Juventus e Genoa sarà diretto da Marco Di Bello di Brindisi. Queste le altre designazioni: Bologna-Benevento ad Abbattista di Molfetta; Cagliari-Milan a Guida di Torre Annunziata; Verona-Crotone a Rocchi di Firenze; Lazio-Chievo ad Abisso di Palermo; Samp-Fiorentina a Pasqua di Tivoli; Sassuolo-Torino a Fabbri di Ravenna; Udinese-Spal a Doveri di Roma 1.

Archivio Ultima ora