Il governo studia il decreto banche venete. L’incognita Ue

Pubblicato il 22 giugno 2017 da ansa

MILANO. – Il Tesoro lavora alle misure per permettere la separazione tra good e bad bank di Popolare di Vicenza e Veneto Banca, così da consentire a Intesa Sanpaolo di rilevare per 1 euro la parte buona dei due istituti e accollarsi gli asset problematici. Un’operazione inedita, che richiederà la liquidazione coatta amministrativa delle due banche e soprattutto dovrà passare attraverso le forche caudine della Direzione generale Concorrenza della Ue (Dg Comp), fino ad ora molto severa nella possibilità di ricorrere agli aiuti di Stato deviando dal quadro delle regole europee.

Tra l’Italia e l’Ue “c’è un filo diretto continuo sulle banche”, ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, “penso che si stia lavorando nella direzione giusta”. Intesa ha chiesto una cornice normativa “definita” che le consenta di rilevare le ‘good bank’ ripulite da una decina di miliardi di euro di crediti deteriorati, dai crediti in bonis a rischio, sgravate dai costi di ristrutturazione e dai rischi legali, oltre a un via libero “incondizionato” da parte delle varie authority.

Per costruire la “cornice legislativa” il governo sta valutando due opzioni. O un decreto ad hoc o un emendamento, da inserire nel dl che la scorsa settimana ha sospeso il rimborso del bond di Veneto Banca e già all’esame del Parlamento. Le misure serviranno a destinare a finalità diverse dalla ricapitalizzazione precauzionale i 20 miliardi stanziati con il decreto salva-risparmio di Natale. Ma c’è anche la necessità di iniettare altre risorse al fondo esuberi di settore, viste le forti uscite previste (si parla di 4 mila tagli, numeri che attendono conferme dal Mef).

Il conto per lo Stato, che potrà rientrare parzialmente attraverso la liquidazione della bad bank e il recupero degli Npl, si prospetta molto salato. Gli analisti di Equita Sim parlano di 3,5 miliardi di euro “per coprire i costi di ristrutturazione e il capitale della bad bank”. Anche Intermonte prevede che le good bank debbano essere ricapitalizzate per 3,5 miliardi così da permettere a Intesa di rilevarle senza impatti sul patrimonio, sui dividendi e senza aumento. Ma le cifre sono incerte e il conto a carico dello Stato potrebbe lievitare, c’è chi dice, fino a 5-6 miliardi.

A questo punto si tratterà di vedere se la soluzione messa in piedi dal Tesoro, che mantiene il più stretto riserbo, riuscirà a fare lo slalom tra le norme della Ue, da cui non sono ancora arrivate posizioni ufficiali. I contatti sono in corso ed è probabile che la soluzione sia stata già oggetto di negoziato. Tuttavia il diavolo si nasconde nei dettagli e analisti ed esperti sono concordi nel ritenere il via libera incondizionato della DgComp all’utilizzo di risorse pubbliche per schivare il bail in di depositi e bond senior l’ostacolo più insidioso.

Così la polemica politica inizia a montare: il capogruppo di Fi alla Camera, Renato Brunetta, chiede le dimissioni del ministro Padoan e Pierluigi Bersani afferma: “che ora lo Stato ci mette 10 miliardi fa male al cuore”. Intanto la leader della Cgil, Susanna Camusso, si dice “preoccupata” per la mole di esuberi in arrivo mentre le associazioni dei piccoli azionisti veneti, a cui era stato promesso di recuperare qualcosa delle perdite miliardarie, si disperano per via dell’inevitabile azzeramento bis, in compagnia del fondo Atlante e dei titolari di bond subordinati.

(di Paolo Algisi e Silvia Gasparetto/ANSA)

Ultima ora

11:41Valanghe: elicotteri evacuano turisti in valle Lunga

(ANSA) - BOLZANO, 23 GEN - E' in corso l'evacuazione di un albergo e alcune case in valle Lunga, in alta val Venosta. La scorsa notte una slavina è scesa nei pressi dell'albergo Langtauferer Hof. Le masse nevose hanno anche sfiorato il maso didattico Erlebnisschule a Melago. Davanti all'albergo è stata istituita una piazzola di atterraggio per gli elicotteri. In mattina è prevista l'evacuazione con gli elicotteri di 75 turisti e qualche decina di abitanti della zona. La situazione è comunque tranquilla e i turisti sono sereni, racconta chi è sul posto.

11:17Tennis:Australia,Edmund sorprende Dimitrov, semifinale è sua

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Cominciano con una sorpresa anche i quarti maschili a Melbourne. Con la sconfitta inattesa del numero tre del mondo Grigor Dimitrov. Il bulgaro ha ceduto per 6-4 3-6 6-3 6-4 al britannico Kyle Edmund, numero 49 del ranking mondiale, mai così avanti in uno Slam. Ora il 23enne nato a Johannesburg, che aveva eliminato anche l'azzurro Andreas Seppi, attende il vincente di Nadal-Cilic.

11:15Calcio: Allegri respinge critiche,’contano solo i tre punti’

(ANSA) - TORINO, 23 GEN - "I tre punti sono l'unica cosa che importa": Massimiliano Allegri allontana così dalla sua Juventus le critiche per la vittoria di misura contro il Genoa. "Rientrare dalle soste è sempre complicato", osserva su Twitter il tecnico bianconero, secondo cui "nella maratona della serie A serve un ritmo costante". Proprio quello tenuto dalla Juve, che pur non brillando con i tre punti resta in scia al Napoli.

11:13Tennis: Australia, Svitolina ko, Mertens vola in semifinale

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Sono cominciati col botto i quarti di finale degli Australian Open femminili a Melbourne: Elise Mertens ha infatti rispedito a casa Elina Svitolina concedendole appena quattro game. E' la prima tennista belga a raggiungere una semifinale Slam da Kirsten Flipkens (Wimbledon 2013) e la prima a riuscirci Down Under dopo Kim Clijsters (2012). Giovedì, nella sua prima semifinale Major in carriera, la Mertens troverà dall'altra parte della rete la vincente di Wozniacki-Suarez Navarro. Mercoledì gli altri due quarti con le sfide Halep-Pliskova e Kerber-Keys.

11:01Stalking: minacce e violenze a ex moglie,arrestato a Potenza

(ANSA) - POTENZA, 23 GEN - Su richiesta della Procura della Repubblica di Potenza, la Squadra mobile del capoluogo lucano ha eseguito la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un uomo di 38 anni indagato per violazione degli obblighi di assistenza familiare, maltrattamenti in famiglia e atti persecutori ai danni dell'ex moglie. In particolare, la Polizia ha accertato che per anni l'uomo ha molestato verbalmente e telefonicamente, con ripetuti messaggi, la donna, da cui è separato dal settembre 2016. E nello scorso mese di luglio gli agenti della Questura potentina sono intervenuti per un violento litigio tra i due: il 38enne si era recato sul luogo di lavoro dell'ex moglie, dove, alla presenza della figlia, l'ha minacciata di morte.

11:00Valanga in valle Formazza, paura ma nessun ferito

(ANSA) - FORMAZZA (VCO), 23 GEN - Una valanga di grandi dimensioni ha interrotto nella tarda serata di ieri la statale 659 della valle Formazza tra Chiesa e San Michele, frazioni di Formazza, paese più a nord dell'Ossola. La massa di neve non ha colpito né case, né persone. Sul posto si sono recati anche gli uomini del Soccorso Alpino della squadra di Formazza con un'unità cinofila per verificare che non fosse rimasta coinvolta nessuna persona. La strada statale è chiusa al transito dei veicoli; aperto soltanto un passaggio per permettere il transito a piedi dei residenti. Oggi saranno fatte ulteriori verifiche sui pendii nevosi che sovrastano le frazioni.(ANSA).

10:46Vasi romani ed etruschi in salotto, confiscati 200 reperti

(ANSA) - TORINO, 23 GEN - Sono stati confiscati gli oltre duecento reperti archeologici, di origine etrusca e romana, che i carabinieri avevano trovato nell'abitazione di un noto antiquario torinese, morto per causa naturali. Si tratta di vasi e di ceramiche, di epoca compresa tra il VI e il III secolo a.C., per un valore di oltre 300 mila euro. I reperti erano custoditi nella credenza del salotto dell'abitazione dell'antiquario, dove nel settembre 2012 i carabinieri erano intervenuti per sedare una lite tra gli eredi. Era così stato richiesto l'intervento del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dell'Arma che, in collaborazione con la Soprintendenza del capoluogo piemontese, hanno individuato anche altri reperti illecitamente detenuti.(ANSA).

Archivio Ultima ora