Stallo social per le notizie, ma le “bufale” incrinano la fiducia

Pubblicato il 22 giugno 2017 da ansa

ROMA. – Complici le ‘fake news’, la fiducia delle persone nei confronti dei mezzi di informazione non è ai massimi, ma ad essersi incrinata è soprattutto quella nei social media. Per la lettura e la condivisione delle notizie, piattaforme come Facebook cominciano a non crescere più mentre a sorpresa spiccano il volo le chat, WhatsApp in testa. A delineare l’evoluzione del rapporto tra persone e informazione è il Digital News Report 2017 del Reuters Insitute, indagine condotta su un campione di 70 mila consumatori di news online in 36 Paesi del mondo, Italia compresa.

Ampio capitolo del rapporto è dedicato al fenomeno delle bufale online, scoppiato durante la campagna elettorale delle presidenziali Usa e piombato nel dibattito pubblico quotidiano. Le fake news, spiega Nic Newman, autore principale del dossier, “potrebbero essere la cosa migliore capitata al giornalismo”. Il rapporto evidenzia che il 33% degli intervistati è scettico nei confronti delle notizie e solo una persona su quattro (24%) pensa che i social network facciano un buon lavoro nel separare i fatti dalle bufale. Dei media tradizionali lo pensa invece il 40%.

Lo stallo dei social media è rilevato a livello globale, in particolare al di fuori di Stati Uniti e Gran Bretagna. L’Italia è uno dei Paesi in cui l’uso dei social per informarsi è diminuito, del 5%. Facebook è quasi ovunque ancora la principale piattaforma social per attingere alle news, ma la crescita galoppante è delle app per i messaggi, più “private” e senza algoritmi che filtrano le notizie.

WhatsApp comincia a rivaleggiare con la sua piattaforma madre, Facebook, in diversi Paesi, in particolare in Malesia, Brasile e Spagna. In Italia l’uso di WhatsApp per la fruizione di notizie è cresciuto dal 20 al 24%. Per gli analisti questa tendenza potrebbe dipendere dal cambiamento dell’algoritmo di Facebook che l’anno scorso ha privilegiato le comunicazioni tra amici e familiari piuttosto che i contenuti professionali. Oppure, aggiungono, potrebbe riflettere il fatto che le persone cominciano a trascorrere in generale meno tempo sui social e più sulle chat.

Complessivamente il 23% degli intervistati usa una chat per trovare, condividere e discutere di notizie almeno una volta a settimana. Il 15% sceglie WhatsApp, l’8% Facebook Messenger, il 2% Snapchat. Tra i social svetta Facebook, scelto per le news dal 47% degli intervistati, seguito da YouTube (22%), Twitter (10%) e Instagram (6%).

Una spinta alle news sulle chat è arrivata anche dai ‘chatbot’, utenti virtuali programmati per fare conversazione su news, meteo e sport, e che hanno debuttato sulle chat Telegram, Messenger, Google Allo. Crescono anche gli aggregatori di notizie, come Apple News o Snapchat Discover.

Trend oramai consolidato è l’accesso alle notizie online dai dispositivi mobili, con gli smartphone che superano i pc in un crescente numero di Paesi. Le notizie dal cellulare si leggono soprattutto a letto (46%), sui mezzi di trasporto (42%) e in bagno (32%).

Il mercato della tecnologia cambia e all’orizzonte spuntano nuove piattaforme di informazione: gli assistenti vocali da salotto, come Amazon Echo o Google Home. Negli Stati Uniti e in Gran Bretagna questi dispositivi hanno già superato gli smartwatch per l’accesso alle news.

(di Stefania Passarella/ANSA)

Ultima ora

01:30Azzurri:Bonucci,Ventura unico colpevole è brutto e riduttivo

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Trovare un unico colpevole nel Ct Ventura è brutto e riduttivo, l'eliminazione arriva non per il Ct in panchina ma perché abbiamo tralasciato i segnali che arrivavano''. Dopo il match con il Napoli, il difensore del Milan e della Nazionale italiana torna sulla mancata qualificazione dell'Italia ai Mondiali. ''Gli altri - afferma Bonucci a Sky - crescono e noi ci affidiamo alla buona sorte. Ancelotti prossimo CT? Per lui parla la carriera, è un grandissimo allenatore, è un vincente ma ci sono altre cose che bisogna decidere prima del commissario tecnico"

01:16Azzurri:Sarri’nessuno ha difeso Ventura e non mi è piaciuto’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Nessuno ha preso le difese di Ventura. Qualcuno avrebbe dovuto farlo. Non ho sentito le parole dell'associazione allenatori e questo mi ha fatto male''. Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri prende le difese dell'ex ct della nazionale Giampiero Ventura assediato dai media dopo la mancata qualificazione ai Mondiali. ''Nessuno l'ha difeso e non mi è piaciuta la gogna mediatica a cui è stato sottoposto''. ''Io ct? Più facile - aggiunge Sarri - che io faccia il politico''.

00:41Calcio: Liga, finisce a reti inviolate il derby di Madrid

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - Finisce a reti inviolate il derby di Madrid. Nella 12/a giornata della Liga, l'Atletico, prossimo avversario della Roma in Champions League, non va oltre lo 0-0 in casa contro il Real di Cristiano Ronaldo. Ne approfitta il Barcellona che allunga sempre di più in classifica dopo la larga vittoria 3-0 sul campo del Leganes. Ora i blaugrana hanno 7 punti di vantaggio sul Valencia impegnato domani contro l'Espanyol e 10 sulle due squadre di Madrid.

00:40Calcio:Insigne’dispiace molto per Mondiale,ma no polemiche’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - "E' stata una grande vittoria contro una grande come il Milan. Noi ci abbiamo messo grinta e cuore, poi i tifosi ci sono sempre vicino e noi li ringraziamo sempre e cercheremo di non deluderli''. A Premium Sport l'attaccante del Napoli Lorenzo Insigne torna sulla mancata qualificazione al Mondiale: Scudetto possibile? ''Sappiamo che possiamo fare grandi cose quest'anno, stiamo dando il massimo e speriamo che basterà. Il Napoli per dimenticare la panchina in Nazionale? A me è dispiaciuto di più non andare al Mondiale rispetto a non aver giocato. Non voglio fare polemica, ho accettato le scelte del mister. Per il CT quegli erano gli uomini giusti ma io sono stato orgoglioso di far parte di quel gruppo. Dispiace molto, ma ora devo pensare al Napoli".

00:24Basket: Serie A, Cremona-Reggio Emilia 68-71

(ANSA) - CREMONA, 18 NOV - Colpo grosso per Reggio Emilia che in emergenza totale passa al PalaRadi di Cremona contro una Vanoli troppo svagata (71-68). La squadra di Menetti si è affidata al suo giocatore più forte, Amedeo Della Valle, e alla fine ha ragione visto che il numero 8 realizza ben 24 punti. Reggio ha sfruttato una grande difesa, riuscendo a limitare per quasi tutti i 40' il giocatore più pericoloso della Vanoli: Johnson Odom. La gara, nonostante la supremazia di Reggio, si è decisa a pochi secondi dalla fine. Cremona era riuscita a passare in vantaggio ma ha sprecato troppo facendosi riprendere e superare da un canestro di Wright. Sul -1 la palla persa decisiva di Odom con contropiede decisivo di Reggio che ha di fatto chiuso il conto sul 71-68. Migliori marcatori da una parte Della Valle con 24 e dall'altra Sims con 15.

00:13Serie A: il Napoli batte il Milan 2-1

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - Il Napoli ha battuto il Milan 2-1 (1-0) al San Paolo nel secondo dei due anticipi della 13/a giornata del campionato di Serie A. Apre le marcature Insigne (gol convalidato dalla Var al 33' pt) e chiude Zielinski al 28' st. Tardivo il gol nel finale di Romagnoli (47' st). Gli azzurri allungano in testa alla classifica a +4 punti dalla Juventus attesa domani a Genova dalla Sampdoria.

00:01Gerry Adams, ‘lascio la guida del Sinn Fein nel 2018’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - Gerry Adams ha annunciato che l'anno prossimo lascerà la guida del Sinn Fein, il partito di riferimento della causa repubblicana nella comunità cattolica dell'Irlanda del Nord, dopo 34 anni di leadership. Adams ha comunicato che non si presenterà alle prossime elezioni parlamentari irlandesi. "La leadership è sapere quando è il momento di cambiare e questo è il momento", ha detto alla riunione del partito a Dublino. La sua decisione era attesa.

Archivio Ultima ora