Ispra, in Italia si sono persi 23 mila chilometri quadrati di suolo al 2016

Pubblicato il 22 giugno 2017 da ansa

ROMA. – In Italia si sono persi 23 mila chilometri quadrati di suolo al 2016, pari al 7,6% del territorio nazionale, come se ci fossimo ‘mangiati’ uno spazio grande quanto la dimensione di Campania, Molise e Liguria messe insieme.

Sono queste le nuove stime fornite dall’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), contenute nel rapporto sul consumo di suolo del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (Snpa) in cui si fa presente che “il consumo di suolo continua inesorabilmente ad aumentare” sia pure ad un ritmo di “3 metri quadrati al secondo”, più basso rispetto agli “8 mq al secondo degli ultimi decenni”.

Le previsioni sono tutt’altro che incoraggianti. Secondo l’Ispra “il futuro non è roseo”: gli scenari ipotizzati al 2050 parlano di altre perdite di suolo che vanno da “1.635 kmq, a 3.270 kmq, fino a 8.326 kmq”. In tutto ci sono 15 Regioni che hanno perso più del 5% del proprio suolo; tra queste, Lombardia e Veneto entrambe superano il 12%, e la Campania oltre il 10%. Gli incrementi maggiori in valori assoluti riguardano Lombardia (648 ettari di nuove superfici artificiali), Sicilia (585 ettari) e Veneto (563).

La provincia con la maglia nera è Monza e Brianza (che ha perso oltre il 40% di suolo amministrato); seguono Napoli e Milano con oltre il 30%, poi Trieste, Varese, Padova e Treviso (qui, l’incremento maggiore con 186 ettari tra il 2015 e il 2016, valore più alto a livello nazionale). Sopra i 150 mila abitanti gli incrementi maggiori si sono avuti a Roma, Torino e Bologna.

Secondo l’Ispra “da novembre 2015 a maggio 2016 l’Italia ha consumato quasi 30 ettari di suolo al giorno, per un totale di 5 mila ettari di territorio; come se avessimo costruito 200 mila villette”. Le persone che hanno più suolo ‘libero’ pro-capite sono i 39 abitanti di Briga Alta (provincia di Cuneo) con oltre 1.300.000 mq disponibili a testa. Quelli che ne hanno di meno vivono in alcuni Comuni della provincia di Napoli, e si devono accontentare di uno spazio di suolo ‘non consumato’ compreso tra gli 8 e i 23 mq a testa.

Ultima ora

20:02Usa: dem, votiamo per fine shutdown

(ANSA) - WASHINGTON, 22 GEN - "Votiamo oggi per la riapertura del governo". Lo ha detto il leader della minoranza democratica al Senato Usa Chuck Schumer prendendo la parola in aula prima del voto sul testo per il finanziamento del governo.

19:59Davos: Forum sotto la neve

(ANSA) - GINEVRA, 22 GEN - Edizione bianca per il World economic forum 2018: le copiose nevicate su tutta la fascia alpina svizzera hanno ricoperto di un manto nevoso di circa tre metri la stazione sciistica di Davos che si appresta ad accogliere da domani i prestigiosi ospiti del Forum: capi di stato e di governo, ministri e leader politici, imprenditori e accademici di tutto il mondo. Le forti nevicate rischiano di rappresentare un problema per la viabilità e i trasporti, anche se la situazione sul fronte della neve si è lievemente allentata nel pomeriggio e le strade di accesso alla località sono ora aperte, ha riferito l'agenzia di stampa elvetica Ats. Per maggiore sicurezza su diversi pendii sono state provocate valanghe artificiali, ha annunciato il comune, e circa due dozzine di persone sono state sfollate. Stasera sono attese nuove precipitazioni nevose di 20-30 centimetri: grazie all'aumento delle temperatura la coesione del manto nevoso è però destinata ad aumentare e il pericolo di slavine non dovrebbe aggravarsi

19:55Furto in azienda Brunello, portate via 500 bottiglie

(ANSA) - MONTALCINO (SIENA), 22 GEN - Furto di Brunello nella notte tra il 20 e il 21 gennaio a Montalcino (Siena). Ad essere colpita è stata l'azienda Col d'Orcia, di proprietà del conte Francesco Marone Cinzano: ignoti, secondo quanto si apprende, sono riusciti a portare via dal wine shop circa 500 bottiglie del pregiato vino, valore 20mila euro. Rubato anche un furgone dell'azienda, usato per portare via il vino. Ad accorgersi del furto un dipendente quando ieri mattina è andato ad aprire il wine shop. Le indagini sono seguite dai carabinieri che stanno visionando i filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona per verificare se abbiano ripreso il tragitto del furgone. "Le bottiglie portate via sono tutte di Brunello e Brunello Riserva Poggio al Vento, tutte nel formato da 0,75 litri; comprese le vecchie annate, in maniera molto precisa" racconta a WineNews il conte Cinzano specificando come tra le bottiglie rubate ci sia anche "il Brunello 2013, il primo biologico, in uscita in questi giorni".

19:53Calcio: Roma, Dzeko riflette su offerta del Chelsea

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - In mattinata si è regolarmente allenato con la squadra nei pressi di Milano, dove la Roma è rimasta in ritiro in vista della trasferta che la attende mercoledì a Marassi con la Sampdoria, mentre nel pomeriggio si è concentrato sul suo futuro professionale per decidere se accettare o meno il trasferimento al Chelsea. Edin Dzeko sembra essere a un passo dal salutare l'Italia per tornare in Premier League, stavolta a Londra dopo l'esperienza al Manchester City. L'attaccante in queste ore sta affrontando la questione con la propria famiglia e il suo entourage, tra cui l'intermediario Silvano Martina, avvistato nell'hotel dove la squadra giallorossa è in ritiro seguita anche dal ds Monchi e da Francesco Totti. Il dirigente spagnolo aspetta di capire se Dzeko seguirà le orme di Emerson Palmieri permettendo così alla Roma di incassare una super-plusvalenza visto che l'operazione complessiva per entrambi i giocatori si aggira sui 60 milioni di euro (50 fissi più bonus).

19:53Yemen: Onu lancia piano da quasi 3 miliardi di dollari

(ANSA) - NEW YORK, 22 GEN - La crisi nello Yemen devastato dalla guerra continua a deteriorarsi e le agenzie dell'Onu hanno lanciato un Piano di risposta umanitaria per il 2018: ci vorranno 2,96 miliardi di dollari per raggiungere oltre 13 milioni di persone con aiuti salvavita. Si tratta del più grande appello umanitario per lo Yemen dove, dopo anni di guerra, tre quarti della popolazione ha bisogno di assistenza. Tra loro 11,3 milioni hanno bisogno urgentemente di aiuti solo per restare vivi. "L'assistenza umanitaria non è la soluzione per la popolazione dello Yemen, ma è l'unica àncora di salvezza per milioni di loro", ha detto Jamie McGoldrick, coordinatore umanitario delle Nazioni Unite nel paese, rivolgendosi alla comunità internazionale. Le conseguenze più gravi le subiscono i bambini: secondo l'Ufficio Onu per il coordinamento umanitario (Ocha), quasi due milioni di minori non vanno a scuola, e 1,8 milioni di piccoli sotto i 5 anni sono gravemente malnutriti (tra loro 400.000 con malnutrizione acuta grave).

19:50Terremoto: Protezione Civile, consegnate 2.305 casette

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Sono 2.305 le casette consegnate ad oggi in 33 comuni delle quattro regioni del centro Italia colpite dai terremoti del 2016. Lo rende noto il Dipartimento della Protezione Civile sottolineando che al momento sono in corso lavori in 74 aree. Complessivamente, nelle Marche sono state consegnate 975 Soluzioni abitative d'emergenza (Sae), 693 sono le casette completate nel Lazio, 509 in Umbria e 128 in Abruzzo. Secondo i dati forniti dalle quattro regioni, le casette ordinate sono complessivamente 3.662, per 48: l'Abruzzo ne ha chieste 238 per 11 comuni, il Lazio 826 per sei comuni, l'Umbria 759 per tre comuni e le Marche 1.839 per 28 comuni alle quali, lo scorso 29 novembre, ha aggiunto un ulteriore fabbisogno di 122. Sul sito del Dipartimento della Protezione civile è possibile consultare la mappa sullo stato di avanzamento dei lavori all'indirizzo http://www1.protezionecivile.gov.it/jcms/it/soluzioni_abitative_ sae_e.wp

19:49Spara e ferisce 5 persone, ‘ho ucciso mia moglie’

(ANSA) - CASERTA, 22 GEN - Scene da far west a Bellona, nel Casertano, dove un uomo di 48 anni, Davide Mango, che dice di aver ucciso la moglie, si è affacciato al balcone della sua abitazione e ha iniziato a sparare verso la strada con un fucile; almeno 5 le persone ferite, nessuna in pericolo di vita, tra cui il comandante della stazione dei carabinieri di Vitulazio. L'uomo si è barricato in casa, in via Cafaro. I carabinieri stanno cercando di convincerlo alla resa.

Archivio Ultima ora