Comunali all’ultimo voto: arrembaggio centrodestra, il Pd insegue

Pubblicato il 23 giugno 2017 da ansa

ROMA. – Espugnare Genova la “rossa”. E’ a un passo dall’impresa, il centrodestra. Marco Bucci, dopo aver staccato di cinque punti al primo turno il centrosinistra guidato da Gianni Crivello, prova a conquistare ai ballottaggi la vittoria che, nelle speranze di Silvio Berlusconi e Matteo Salvini, darebbe a Fi e Lega una spinta nella lunga corsa alle politiche.

Ma il Pd, presente al ballottaggio in 20 dei 22 capoluoghi alla guida di coalizioni civiche di centrosinistra, non molla la presa. A Genova, come in altre 11 città, parte in svantaggio. La sfida è difficile ma in molti Comuni l’incertezza è alta, i voti sul filo. Con due convitati di pietra: l’astensione e gli elettori M5s, fuori dalle sfide principali.

Sui 111 Comuni che domenica andranno al secondo turno, chiamando alle urne oltre quattro milioni di italiani, in due città su tre la sfida è tra centrosinistra e centrodestra. E nei due terzi dei casi, secondo un’analisi dell’istituto Cattaneo, l’esito è incerto.

Anche per questo Matteo Renzi, che ha scelto di non fare nessun evento di campagna elettorale, invita ad aspettare lunedì per i bilanci. In mattinata punta l’accento sui dati economici positivi che, a dispetto di “catastrofisti e populisti”, saranno al centro di una lunghissima campagna per le politiche che annuncia “pacata e civile”. E in serata punta le sue fiche sui ballottaggi del Veneto, “terra di frontiera e sperimentazione”.

Da Padova e Belluno, a Verona, dove il Pd sostiene la tosiana Patrizia Bisinella, fino a Mira, che l’altra volta andò ai Cinque stelle, il segretario Pd invita al voto per “evitare” la vittoria della Lega di Salvini. Ma da Genova e La Spezia, da Lodi e Monza, fino a Livorno e Taranto, la partita per i Dem, che cinque anni fa avevano fatto il quasi “en plein”, è in salita.

E i renziani paventano una lettura del voto che li penalizzi in ogni caso: se perderemo – ragionano – sarà colpa del Pd, se vinceremo verrà notato che in città come Genova, Parma, La Spezia, Lucca e Pistoia i candidati sono “non renziani”, civici di centrosinistra.

Quel che è sicuro, è che lunedì si riaprirà il dibattito sulle alleanze a sinistra, con la minoranza orlandiana all’attacco del segretario e Giuliano Pisapia, che si smarca da un eventuale “listone” Dem, in campo il primo luglio per lanciare il suo nuovo soggetto.

Notizie positive si annunciano per il centrosinistra a l’Aquila e una possibile sorpresa, contro l’uscente Federico Pizzarotti, a Parma. A Trapani, dove lo sfidante si è ritirato, la corsa Dem è contro il quorum al 50%. Ma quasi ovunque il centrodestra, galvanizzato da un ottimo primo turno, punta al massimo risultato con una campagna a tappeto di Berlusconi e Salvini. Tanto che il Dem Michele Anzaldi denuncia una “virata pro-Fi nell’informazione della Rai” (“Avevo invitato Renzi, ma ha rinunciato”, replica Bruno Vespa).

A destra i leader di Fi e Lega sono impegnati non solo a rilanciare la coalizione, ma anche a contendersene lo scettro. “Con me in campo Fi andrà oltre il 30%”, suona la carica il Cavaliere, che già immagina Salvini futuro ministro dell’Interno. Ma il leader della Lega vuol giocarsi la leadership e ribatte: “Parliamone lunedì…”.

A dividere i due – Salvini chiude la campagna a Genova, Berlusconi a Monza – è il feeling di Lega e M5s che, notano dal Pd, domenica potrebbe portare molti voti al centrodestra. Il Cavaliere attacca Grillo (“Aveva il vizio di farsi pagare in nero”) e definisce i grillini “un pericolo come nel ’94 i comunisti”, un’alleanza con loro “un suicidio”. Salvini replica che il M5s non è “il male assoluto”.

Fedele a se stesso, Beppe Grillo nega ogni apparentamento. Ma la vigilia del voto è amara per il M5s. Non solo perché corre in soli dieci comuni (il più importante è Asti) ma anche perché a Roma impazza la bufera per le intercettazioni di Renato Marra sulla Raggi e a Palermo quattordici grillini finiscono a processo per le firme false.

(di Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

19:19Champions: Totti, qualificazione dipende da noi

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - E' ancora aperta la qualificazione della Roma alla Champions League? "Dipende da noi". Così Francesco Totti, a margine di una partita di calcio contro la violenza sulle donne disputata oggi su iniziativa del Dipartimento per le Pari opportunità alla Totti Soccer School di Ostia. A chi gli chiedeva come avesse visto la squadra ieri contro l'Atletico Madrid l'ex capitano giallorosso ha risposto: "Bene, bene".

19:15Violenza sessuale: 9 anni a ex Milan Robinho

(ANSA) - MILANO, 23 NOV - La nona sezione del tribunale di Milano, presieduta da Mariolina Panasiti, ha condannato l'ex giocatore del Milan, Robinho, al secolo Robson de Souza Santos, a nove anni di carcere, per violenza sessuale di gruppo ai danni di una ragazza albanese, all'epoca dei fatti 22enne, avvenuta in una discoteca di Milano il 22 gennaio 2013. La violenza, secondo le indagini, è stata consumata da Robinho, che in quel periodo giocava nel Milan, con altre 5 persone. Il calciatore ora si trova in Brasile dove gioca per l'Atletico Mineiro.

19:07Calcio: Balata, sarò presidente garante di tutti

(ANSA) - MILANO, 23 NOV - "Vengo da un organo di giustizia sportiva e sono stato sempre libero, parlo e mi confronto con tutti. Non ho né padroni, né condizionamenti. Sarò un presidente garante di tutti, un presidente terzo": lo dice il nuovo n.1 della Lega di Serie B Mauro Balata dopo l'assemblea elettiva dei club cadetti. "Sono felice di questa giornata e orgoglioso - continua Balata - perché è un giorno importante per tutto il movimento calcistico. Abbiamo trovato una unità che ci permette di guardare al futuro con nuova positività".

19:04Sci: annullata anche 2/a prova discesa Lake Louise

(ANSA) - LAKE LOUISE (CANADA), 23 NOV - Anche la seconda prova cronometrata della discesa di cdm uomini di Lake Louise in programma oggi è stata annullata: piove e fa stranamente caldo sulle Montagne rocciose. A disposizione degli atleti, con previsioni meteo in miglioramento, resta cosi' solo la terza prova di domani con inizio alle 20,15 ora italiana. A Lake Louise sono previste le prime gare veloci della stagione: sabato discesa e domenica superG.

18:54Malta: famiglia Daphne, rimuovere vice polizia da inchiesta

(ANSA) - LA VALLETTA, 23 NOV - La famiglia di Daphne Caruana Galizia, la giornalista investigativa assassinata a Malta, chiede che il vicecapo della polizia, Silvio Valletta, sia rimosso dall'indagine sul caso. Il responsabile, insieme alla moglie Justyne Caruan - ministro del governo - era finito al centro delle critiche della cronista.

18:51Rugby: O’Shea, ora serve concretezza

(ANSA) - PADOVA, 23 NOV - "Sarà un partita molto, molto dura. Loro sono una squadra migliore di un anno fa. Ma lo siamo anche noi". Il ct dell'Italrugby Conor O'Shea sembra voler mettere le mani avanti in vista della sfida di sabato a Padova contro il Sudafrica, rivincita di quella di un anno fa a Firenze in cui gli azzurri vinsero sovvertendo ogni previsione. "Contro l'Argentina abbiamo avuto una buona prestazione - dice ancora O'Shea riferendosi al match di sabato scorso - , ma abbiamo avuto difficoltà nelle nostre uscite dal campo e siamo stati poco precisi. Sono sicuro che potremo essere molto competitivi sabato contro gli Springboks se il nostro focus sarà quello giusto. Il Sudafrica è una grande squadra, un mese fa stava per battere gli All Blacks. E' vero che ha faticato molto contro l'Irlanda, ma la settimana scorsa ha sconfitto la Francia a Parigi. Ma come sempre noi dobbiamo pensare a noi stessi, alla nostra prestazione, e non agli avversari. Dovremo fare una prestazione di alto livello, concretizzando nei momenti giusti".

18:50Donna uccisa nel Bolognese, conferma carcere per il marito

(ANSA) - BOLOGNA, 23 NOV - Fermo convalidato e custodia cautelare in carcere. E' la decisione del Gip di Bologna Franco Raffa, all'esito dell'udienza di convalida del provvedimento emesso dalla Procura a carico di Athos Vitali, accusato dell'omicidio della moglie Anna Lisa Cacciari, accoltellata nella sua casa di Armarolo di Budrio lunedì 20 novembre. Il giardiniere 69enne, interrogato dai carabinieri e dai Pm, una volta messo alle strette aveva confessato. Nell'udienza, difeso dall'avvocato Francesca Gabriele, si è avvalso della facoltà di non rispondere. (ANSA).

Archivio Ultima ora