La Real Academia vice-campione del Torneo “Un calcio senza frontiere”

CARACAS – Finisce in finale l’avventura della Real Academia di San Antonio de Los Altos nella sua tourneé italiana. I creoli, che stavano partecipando al “Torneo Un calcio senza frontiere”, manifestazione sponsorizzata dal marchio Nike, sono stati battuti nella gara decisiva per 2-1 dalla Virtus Junior Napoli. L’incontro con la formazione partenopea é stato disputato nella Polisportiva Nike di Pellezzano di Salerno. I venezuelani hanno partecipato nella categoría Pulcini 2006.

Prima di prendere parte alla manifestazione del noto marchio ellenico-statunitense, la Real Academia é stata tra le protagoniste della “XXVIII edizione del torneo di calcio giovanile Cittá di Cava dei Tirreni” dove ha chiuso tra le migliori otto.

La formazione presieduta da Hector Heraldo Uribe non é tornata a casa con le mani vuote: oltre alla coppa per il secondo posto nel Torneo calcio senza frontiere ha messo in bacheca il Trofeo Vincenzo Pellegrino, riservato al giocatore – e in questo caso alla squadra – più comunicativa. Il premio messo in palio dal giornalista Antonio Di Giovanni è andato ai sudamericani per la gran voglia di partecipare alla tournée italiana, nonostante i problemi che sta attraversando il Venezuela.

Una partecipazione resa possibile grazie all’impegno e al lavoro della Promo-Inter. L’associazione sportiva dillettantistica, presieduta dall’italo-venezuelano Tomás Coppola, é stata costituita proprio per promuovere i rapporti sportivi e culturali tra l’Italia ed il Sudamerica. L’anno scorso la Real Academia di San Antonio de los Altos ha partecipato in un torneo in Argentina, dove ha lasciato il segno portando in alto il nome del Venezuela.

Quest’anno le giovani promesse del calcio creolo, hanno ricevuto una spinta in piú per fare bene: un messaggio di Tomás Rincón, capitano della Vinotinto e giocatore della Juventus.

“Il bilancio è assolutamente positivo – spiega Coppola -. I nostri ragazzi hanno avuto la possibilità di confrontarsi con il calcio italiano, onorando al meglio i colori del Venezuela. La Promo-Inter, anche nei prossimi anni, continuerà a promuovere gli scambi culturali, sportivi e sociali tra l’Italia e il Sud America”.

(Fioravante De Simone)