Usa: controlli aeroporti, libri fuori da valigia come pc

NEW YORK. – Libri e materiale cartaceo trattati come i personal computer, fuori dalla valigia ai controlli di sicurezza. E’ la nuova misura che sta sperimentando Tsa (Transportation Security Administration), l’ente americano che si occupa della sicurezza negli aeroporti, in alcuni scali in California e Missouri.

Tuttavia la sperimentazione ha suscitato perplessità nonché questioni legate alla privacy perché gli agenti avranno l’autorità di sfogliare le pagine dei libri riposti nei contenitori. Secondo l’American Civil Liberties Organization (ACLU) ciò che leggono gli americani è appunto protetto da privacy e ogni violazione di essa equivale ad un atto criminale. Si temono inoltre discriminazioni nei confronti di quei passeggeri che hanno con sé libri in arabo o critici dell’attuale amministrazione.