Trump alla parata del 14 luglio a Parigi con Macron

Pubblicato il 28 giugno 2017 da ansa

PARIGI. – Prove di dialogo tra Emmanuel Macron e Donald Trump dopo l’intesa sulla Siria. Il presidente Usa ha accolto l’invito dell’omologo francese alla tradizionale parata militare del 14 luglio sull’avenue degli Champs-Elysées a Parigi, la stessa colpita in queste ultime settimane dal terrorismo. “In quell’occasione dei soldati americani parteciperanno alla sfilata militare al fianco dei compagni francesi”, precisa il servizio stampa dell’Eliseo, ricordando che quest’anno le celebrazioni per la Festa Nazionale commemoreranno “il centenario dell’ingresso degli Stati Uniti nella Prima Guerra Mondiale”.

E’ dal vertice Nato di Bruxelles, poi al G7 di Taormina, che il leader trentanovenne europeista moltiplica i segnali di dialogo con il leader della Casa Bianca, nonostante il gelo sull’uscita degli Usa dagli accordi sul clima siglati nel 2015 alla Cop21 di Parigi. A inizio giugno, in seguito all’annuncio shock di Washington, Macron deformò la frase cult di Trump ‘Make America great again’ – rilanciandola in chiave ecologica, ‘Make our planet great again’ e invitò studiosi e ricercatori Usa a lasciare la madre patria per lavorare in Francia.

Ma se sulla salvaguardia del pianeta le posizioni sono radicalmente opposte, i due hanno però trovato una prima intesa forte sulla Siria. In caso di un nuovo attacco chimico da parte del regime di Bashar al-Assad ci sarà una risposta comune, hanno avvertito, al termine di un colloquio telefonico bilaterale. Il giorno prima, Washington aveva accusato Damasco di preparare un nuovo attacco chimico e si era detta pronta a replicare come ad aprile. E qui l’appoggio di Parigi appare totale.

Macron e Trump si incontrarono per la prima volta al vertice Nato di Bruxelles, dove le immagini della loro stretta di mano, a dir poco vigorosa, fecero il giro del mondo. Prima dell’arrivo di Macron, quando all’Eliseo c’era ancora Francois Hollande, Trump moltiplicò le stoccate contro l’inefficacia della politica francese anti-terrorismo e anche il fatto che a suo avviso “Parigi non è più Parigi”. Alla missione parigina è stata invitata anche la moglie Melania Trump che forse, sulle rive della Senna, avrà l’occasione di ritrovare la neo-Première Dame, Brigitte Macron.

Fonti dell’Eliseo spiegano che il programma della visita non è ancora definito nel dettaglio. Unica certezza: Trump non accompagnerà Macron a Nizza, dove è atteso nel pomeriggio per omaggiare gli 86 morti (e 434 feriti) degli attentati del 14 luglio scorso sulla Promenade des Anglais. In Place de la Concorde, la piazza in cui si chiude la parata dopo la discesa dei militari dall’Arco di Trionfo, gli operai sono al lavoro per montare il palco presidenziale in cui siederanno i due presidenti di Francia e Stati Uniti.

(di Paolo Levi/ANSA)

Ultima ora

14:23Bersani,se replica Pd arrogante punto non ritorno

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Speranza ha preso una iniziativa importante e ha fatto una proposta seria. C'è da augurarsi che le risposte siano serie e non arroganti e propagandistiche. Sarebbe un punto di non ritorno". Lo scrive su Facebook Pier Luigi Bersani, rilanciando l'intervista in cui il coordinatore di Mdp Roberto Speranza chiede al Pd un tavolo per discutere di alleanze future.

14:23Pd: Rosato, ok a incontro con Mdp ma votino l.elettorale

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Se c'è la volontà di collaborare, e noi l'abbiamo tutta, le condizioni da mettere devono riguardare il futuro. Intanto approviamo insieme questa legge elettorale, che è un buon modello che ci consentirà di fare la coalizione". Lo dice il capogruppo del Pd Ettore Rosato al gr Rai rispondendo alla richiesta di un incontro con Renzi avanzata del leader Mdp Speranza.

14:10Terremoto: Arca a Norcia “dove progettare il futuro”

(ANSA) - NORCIA (PERUGIA), 22 OTT - Firmato il protocollo di intesa per la realizzazione del concorso internazionale di progettazione per la realizzazione dell'Arca di Norcia. Stamani, al centro polivalente Boeri, l'associazione "I love Norcia", l'Ordine nazionale degli architetti, la Regione Umbria e il Comune di Norcia hanno siglato l'accordo che porterà alla realizzazione di uno spazio dedicato alla città, "dove progettare il futuro, far vivere il presente e tenere viva la memoria", ha detto Vincenzo Bianconi, presidente dell'associazione, nata all'indomani della grande scossa del 30 ottobre scorso. "I love Norcia è un qualcosa che ha radici in città e occhi che guardano al mondo, è un sogno che oggi ha un suo punto di atterraggio con la firma che apponiamo e soprattutto dobbiamo aspirare ad essere un modello per il mondo, in particolare per il nostro saper convivere con i terremoti", ha aggiunto Bianconi. "L'Arca sarà la casa di tutti i nursini, sarà un luogo sicuro e un grande laboratorio di idee che guardano all'innovazione", ha evidenziato il presidente. Il concorso per la progettazione è promosso dall'Ordine nazionale degli architetti, il cui presidente, Giuseppe Capocchin, ha spiegato che si svolgerà in maniera diversa da tutti gli altri: "Le cinque idee migliori avranno l'incarico di realizzare i cinque progetti con un contributo di 20 mila euro ciascuno, il miglior progetto realizzerà l'Arca". Alla firma dell'accordo erano presenti la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini e il sindaco Nicola Alemanno. A raccordare gli interventi, Davide Rampello, docente al Politecnico di Torino. Nel corso del convegno si sono susseguite le testimonianze dei consiglieri di "I love Norcia" e della dirigente scolastica dell'istituto onnicomprensivo De Gasperi-Battaglia, Rosella Tonti. (ANSA).

14:06Referendum: alle 12 in Lombardia affluenza al 6,25%

(ANSA) - MILANO, 22 OTT - In Lombardia per il referendum sull'autonomia alle 12 hanno votato 492.061 elettori, il 6,25% del totale. L'affluenza più bassa è stata registrata nella città metropolitana di Milano, con 85.808 votanti, pari al 3,49%; la più alta, con il 9,58% e 26.116 votanti, a Lecco.

14:03Referendum: Veneto, alle 12 affluenza al 21,1%

(ANSA) - VENEZIA, 22 OTT - E' stata del 21,1% l'affluenza dei votanti alle ore 12 per il referendum consultivo sull'autonomia del Veneto. Il dato è dell'osservatorio elettorale regionale. La provincia con maggior affluenza percentuale è stata Vicenza con 25,2. Chiude, tra le sette province venete, sul piano percentuale Rovigo con il 16%. Le urne si chiuderanno alle 23 e il referendum veneto prevede per essere valido un quorum del 50%+1 degli aventi diritto al voto.

14:00Giappone: exit poll, vince coalizione governo

(ANSA) - TOKYO, 22 OTT - La coalizione di governo in Giappone, guidata dai liberal democratici del premier Shinzo Abe assieme alla forza di centro destra New Komeito, si conferma la prima forza politica alle elezioni legislative indette per il rinnovo della Camera bassa. In base ai primi exit poll - pochi minuti dopo la chiusura delle urne - l'attuale formazione dell'esecutivo ha conquistato 280 seggi sui 465 in lizza.

13:57Catalogna: convocazione urne ‘non è sul tavolo’ Generalitat

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - La convocazione di elezioni in Catalogna da parte del presidente della Generalitat "non é sul tavolo": lo ha detto il portavoce del governo di Barcellona, Jordi Turull, nel corso di un'intervista a RAC1, secondo quanto riporta il quotidiano La Vanguardia. Come é noto, il governo di Madrid ha proposto ieri il commissariamento della Generalitat, con dure misure per bloccare la corsa verso l'indipendenza della regione ribelle, e la convocazione di nuove elezioni al massimo entro sei mesi. Le misure annunciate ieri dal governo, ha commentato Turull, dimostrano che "c'é uno Stato che non vuole la Catalogna". E poi: "Ciò che é la Catalogna lo deciderà il Parlament eletto in modo legittimo dai cittadini".

Archivio Ultima ora