Migranti: testimoni a Brindisi, 60 dispersi in naufragio

Pubblicato il 30 giugno 2017 da ansa

BRINDISI. – Con l’Europa che prende tempo sull’ultimatum dell’Italia, dal Mediterraneo centrale arriva il racconto dell’ennesima tragedia. Lo portano a terra alcuni dei 402 migranti che, alla spicciolata e sotto il sole cocente, sono sbarcati a Brindisi dal cacciatorpediniere della Royal Navy ‘Echo’: almeno 60 di loro sarebbero dispersi dopo che il gommone su cui viaggiavano è affondato di fronte alle coste libiche. Le loro testimonianze sono state raccolte dai volontari dell’ Oim, l’organizzazione internazionale delle migrazioni.

La tragedia si sarebbe verificata lunedì scorso, il giorno in cui davanti alle coste libiche sono state salvate circa cinquemila persone. I migranti hanno raccontato di esser partiti in circa 140 da Sabratha, lunedì mattina attorno alle 7.30. Dopo cinque, sei ore di navigazione, il gommone su cui si trovavano avrebbe iniziato ad affondare. Molti migranti, tra cui alcune donne, sono affogati subito mentre altri sono riusciti a rimanere aggrappati ai resti del gommone e poco dopo sono stati salvati da un’unità navale sopraggiunta nella zona del naufragio.

I migranti, ancora sotto choc, hanno raccontato di non poter dire che tipo di nave li avesse soccorsi e di quale nazionalità fosse: ai volontari dell’Oim hanno detto di ricordare solo un’imbarcazione bianca, con personale che parlava tedesco. Successivamente i sopravvissuti, circa 80 persone, sono stati trasferiti sul cacciatorpediniere inglese che li ha sbarcati nel porto di Brindisi.

Il gommone, sempre il racconto dei migranti, era carico di persone di origine sub sahariana, tra cui diverse donne. A Brindisi i racconti sono stati acquisiti anche dai poliziotti dell’ufficio immigrazione della questura che, come di consueto, stanno procedendo con le identificazioni. Nei capannoni ex Montecatini che si affacciano sul porto interno sono state prestate loro le prime cure. In tutto gli stranieri accolti nel porto di Brindisi sono 402: 327 maschi, 69 donne di cui 5 in stato di gravidanza e 6 minorenni.

Sono tutti della zona Sub-sahariana. In 15 hanno anche ustioni di secondo e terzo grado sul corpo: alcuni di loro sono stati ricoverati nel reparto Grandi ustionati dell’ospedale Perrino di Brindisi e ora bisognerà capire le origini di quelle ustioni.

Una volta terminate le operazioni di identificazione, 100 persone resteranno in Puglia, mentre la restante parte sarà smistata in strutture di accoglienza che si trovano in altre regioni d’Italia: andranno in Veneto, Campania, Lazio e Calabria. Intanto sembra rallentare l’esodo dalla Libia. Nella giornata di oggi la centrale operativa della Guardia Costiera ha coordinato il soccorso di 280 persone, che erano a bordo di due barconi e che sono state trasferite su nave Diciotti della Guardia Costiera e sulle navi delle Ong Moas e Sea Eye.

I circa 900 migranti soccorsi nelle giornate di mercoledì e giovedì, invece, si trovano ora a bordo dell’unità inglese Protector, inserita nel dispositivo Eunavformed, e della nave svedese Kbc002, inserita in Frontex. La prima, con a bordo 220 persone, sta facendo rotta per Augusta; la seconda, con 650 migranti a bordo, approderà invece a Catania.

Ultima ora

13:23Catalogna: Maroni, un vantaggio per Milano su Ema

(ANSA) - MILANO, 19 OTT - Quanto avvenuto in Catalogna "è un vantaggio per la candidatura di Milano per l'Ema": ne è convinto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, che nel Forum all'ANSA ha risposto così sulla vicenda. "Puigdemont ha perso un'occasione straordinaria, si è fermato in mezzo al guado. Ora non ha più la forza che aveva il primo giorno. Paradossalmente questo è un vantaggio per la Lombardia sulla vicenda Ema. La candidatura di Barcellona si è indebolita, a tutto vantaggio della candidatura di Milano".

13:20Sequestro 2500 pasticche ‘Yaba’, ‘la droga di Hitler’

(ANSA) - VENEZIA, 19 OTT - Quasi 2.500 pasticche di metanfetamina di ultima generazione 'Yaba', denominata 'la droga di Hitler' perché rischia di diventare le persone rendendole violente, come capitava ai soldati nazisti, sono state sequestrate dai carabinieri di Mestre nel corso di una operazione che ha portato all'arresto di un bengalese, Rahman Masudur, di 50 anni, domiciliato nel Lazio. L'uomo era di ritorno da un viaggio a Dacca di due settimane. I militari dell'Arma l'hanno atteso nei parcheggi all'esterno dell' aeroporto di Venezia e una successiva perquisizione ha permesso di scoprire nei bagagli le pasticche, suddivise in nove involucri occultati tra generi alimentari orientali di ogni tipo e dal forte odore. E' stato arrestato per importazione di droga, mentre sono in corso indagini per accertare la sua capacità "operativa" sul mercato della droga sintetica. (ANSA).

12:56Italia Team: accordo campus preolimpico azzurri a Tokyo 2020

(ANSA) - ROMA, 19 OTT - Il Vice Segretario Generale del CONI, e Responsabile della Preparazione Olimpica, Carlo Mornati ha firmato oggi - nella sede dell'Ambasciata italiana a Tokyo - un memorandum d'intesa tra il Coni, la Prefettura di Saitama, la città di Tokorozawa e l'Università di Waseda per l'utilizzo di un Campus dell'ateneo destinato a ospitare gli atleti azzurri e a favorirne la preparazione alla vigilia dei Giochi di Tokyo 2020. Gli atleti potranno dunque usufruire della prestigiosa area di Tokorozawa, dotata di campo di atletica e piscina olimpionica, rara e speciale combinazione nei dintorni di Tokyo. "Abbiamo scelto Waseda -ha detto Mornati- perché é una eccellenza unanimemente apprezzata". Il Governatore di Saitama, Kiyoshi Ueda ha detto "siamo contenti di dare il benvenuto agli atleti italiani". Masato Fujimoto, Sindaco di Tokorozawa: "Siamo onorati che il CONI e l'Italia abbiano scelto la nostra città". Kamata Kaoru, Presidente di Waseda University: "felici di questo accordo. L'Italia é uno dei partner più importanti per la nostra Università che è anche legata anche alla Sapienza di Roma. Waseda ha sempre incoraggiato la partecipazione olimpica degli atleti e vanta una grande tradizione in questo campo con 56 medaglie conquistate. Daremo massimo supporto all'Italia per la preparazione ai Giochi". Yoshiro Mori, Presidente del Comitato Organizzatore dei Giochi di Tokyo: "Questo accordo rinsalda i legami tra Italia e Giappone. Waseda ha un rapporto profondo con l'Italia e con lo sport, fattore molto apprezzabile. Spero che l'intesa favorisca ancora di più le relazioni tra i Paesi e auguro le migliori fortune alla squadra olimpica italiana".(ANSA).

12:55Senato verso cambio Regolamento, astensione non voto contro

(ANSA) - ROMA, 19 OTT - L'astensione non sarà più considerata voto contrario. Lo prevede la bozza di riforma del Regolamento del Senato che l'ANSA è in grado di anticipare. Messe a punto dal Comitato ristretto della Giunta di Palazzo Madama, le nuove regole, che ora dovranno passare al vaglio della Giunta e dell' Aula, puntano a uniformare le norme che disciplinano l'attività delle due Camere. Ma quella sull'astensione non è l'unica novità. Sono previste anche misure per ridurre i tempi di discussione in Aula e per impedire la proliferazione dei gruppi. Solo i partiti che si sono presentati alle elezioni potranno costituirsi in gruppi o singolarmente o come coalizione alla quale hanno aderito al momento del voto. E sempre che abbiano 10 componenti. Ma non si potranno più formare gruppi nel corso della legislatura a meno che non si tratti di fonderne di già esistenti. Chi si vorrà svincolare potrà accedere solo al Misto. Unica eccezione è prevista per le minoranze linguistiche: potranno costituire gruppi di 5 senatori.

12:45Truffe assicurazioni con incidenti simulati, 77 indagati

(ANSA) - FIRENZE, 19 OTT - Scoperta dai carabinieri un'organizzazione criminale specializzata nelle frodi alle assicurazioni attraverso incidenti stradali simulati. 77 le persone indagate a vario titolo, alle quali nei giorni scorsi è stato notificato l'avviso di conclusione indagini. Ai vertici del presunto gruppo criminale, con base logistica a san Casciano Val di Pesa (Firenze), un medico, un carrozziere, un perito assicurativo e un artigiano albanese, i soli ai quali viene contestato il reato di associazione per delinquere. Secondo quanto accertato dai militari, coordinati dal pm fiorentino Tommaso Coletta, dal luglio del 2012 al febbraio 2015 sarebbero state messe a segno 51 frodi, per un ammontare complessivo di 260 mila euro, tra rimborsi per i danni ai veicoli e liquidazioni di quelli alle persone. Tra gli indagati anche un avvocato di Firenze, al quale sono contestate due truffe, una tentata e una consumata, un medico di Prato e uno di Firenze, che attraverso l'esecuzione di accertamenti diagnostici contribuivano a rendere credibili le lesioni denunciate dalle persone coinvolte nei falsi incidenti. Le indagini sono partite alle fine del 2014 dagli accertamenti svolti su una tentata estorsione messa in atto da parte di tre persone di origine kosovara nei riguardi di un connazionale. (ANSA).

12:42Calcio: Messi fa 100 in Europa, Ronaldo lo precede di 13 gol

(ANSA) - ROMA, 19 OTT - Con il gol di ieri sera all'Olympiacos, nel Camp Nou di Barcellona, Leo Messi si è portato a quota 100 marcature nella classifica di tutti i tempi delle coppe europee. L'argentino è entrato a vele spiegate nel 'club dei centenari' ma, rispetto a Cristiano Ronaldo che lo precede al comando con 113 reti, ha però totalizzato 122 presenze, contro le 151 del rivale portoghese. L'attaccante del Barcellona ha realizzato 97 reti in Champions League e tre nella Supercoppa europea, secondo quanto riporta il sito dell'Uefa. Messi segnò il primo gol contro il Panathinaikos il 2 novembre 2005 e risulta il secondo miglior marcatore non europeo (Didier Drogba è arrivato a 50 gol). La coppia Ronaldo-Messi precede Raul Gonzalez con 76 gol in 158 partite e Pippo Inzaghi, fermo a 70 centri, ma in 114 presenze. In classifica anche Alessandro Del Piero con 53 reti in 129 presenze. (ANSA).

12:41Riciclaggio: Rischiano processo Re delle slot e Fini

(ANSA) - ROMA, 19 OTT - Chiusura dell'inchiesta su una presunta attività di riciclaggio e possibile richiesta di rinvio a giudizio del Re delle slot machine Francesco Corallo, dell'ex leader di An Gianfranco Fini, della compagna Elisabetta Tulliani, il fratello di quest'ultima, Giancarlo e il padre Sergio. La procura di Roma ha notificato il relativo avviso agli indagati. Si tratta della procedura che prelude alla richiesta di processo.

Archivio Ultima ora