Onu preoccupata per la sorte di Luisa Ortega Díaz e il paese

Pubblicato il 30 giugno 2017 da redazione

Caracas.- Anche l’Onu fa sentire la sua voce un’altra volta. E questa volta in modo chiaro, a difesa della Procuratrice Generale della Repubblica, Luisa Ortega Díaz. L’organismo ha definito come “veramente preoccupante” l’invio a giudizio della Procuratrice, la proibizione di uscita dal paese, la congelazione dei suoi beni e, se non bastasse, l’annullamento della designazione al suo posto del vice Procuratore Rafael González.
Riguardo questa ultima mossa de Tsj, Colville ha segnalato come irregolare la decisione del Tsj del 27 di giugno secondo la quale non si è rispettata la nomina del vice Procuratore González, fatta dalla stessa Ortega Díaz. Il Tsj ha designato un magistrato “numero 2”, temporale, un procedimento che viola la legge venezuelana.
Il portavoce per l’Onu ha inoltre denunciato che alcune funzioni esclusive del ruolo della Procuratrice non possono essere assegnate ad altri funzionari, com’è invece è stato fatto. Funzioni che ora deve svolgere l’Ombudsman Tarek William Saab.
Colville ha denunciato che non è possibile che si segua il cammino dell’intimidazione dei funzionari della Procura. E in questa direzione si è pure mosso Diego Garcia-Sayan, che ha criticato l’intimidazione sofferta dalla Procuratrice. “Le decisioni adottate questa settimana dal Tsj, incidono negativamente sull’ indipendenza e le funzioni della Procuratrice e del Pubblico Ministero in Venezuela.”
Garcia -Sayan ha chiesto al Tsj di abbandonare ogni azione diretta a ridurre le funzioni legali e costituzionali che appartengono al Pubblico Ministero e alla Procura. “Qualsiasi indagine deve essere fatta in modo trasparente e sopra tutto seguendo la legge e rispettando il giusto processo.
Rupert Colville non ha dimenticato di riferirsi ai fatti violenti che continuano a sussistere nel paese dopo più di due mesi di proteste contro il governo. Il funzionario dell’Onu ha comunicato la preoccupazione riguardo la violazione dei diritti umani che si vive in Venezuela, ricordando la repressione senza misura delle forze dell’ordine, i morti e le detenzioni irregolari, persino gli attacchi alle abitazioni e palazzi dove si sospetta vivano attivisti opposti al governo.
Colville ha comunque ricordato che si deve protestare pacificamente per poter essere veramente ascoltati e ha chiesto alle due parti di rinunciare alla violenza e la persecuzione.

Ultima ora

12:20Bambino di quattro anni cade da edificio, è grave

(ANSA) - MILANO, 22 OTT - Un bambino di quattro anni è grave in ospedale dopo essere caduto stamani da un edificio in via Isimbardi, a Milano. E' stato portato in ospedale in gravi condizioni ma all'arrivo dei soccorsi appariva cosciente. Sul posto gli operatori del 118 e gli agenti della Questura di Milano.

12:18Ubriaco entra in chiesa, urla e agita una borsa, arrestato

(ANSA) - BRESCIA, 22 OTT - Un uomo di nazionalità marocchina questa mattina durante la Messa delle 8.30 è entrato nella chiesa di Manerbio, nella Bassa Bresciana, e dopo aver preso posto nei primi posti ha iniziato ad urlare agitando una borsa. I presenti sono scappati spaventanti mentre il parroco invitava alla calma. L'uomo è stato bloccato dai carabinieri. Era ubriaco al momento del suo ingresso in chiesa e non sarebbero emersi profili legati all'integralismo islamico.

11:29Spari nella notte a Torino, morto albanese. Due ricercati

(ANSA) - TORINO, 22 OTT - Un albanese di 39 anni è morto all'ospedale Martini di Torino, dove era stato ricoverato perché ferito da alcuni colpi di pistola. La sparatoria nella notte in via Fidia, davanti ad un bar aperto tutta la notte. Due gli uomini che hanno fatto fuoco per poi dileguarsi, secondo la prima ricostruzione degli investigatori della Squadra Mobile intervenuti sul posto. Ancora da chiarire i motivi dell'agguato. Tra le ipotesi degli inquirenti, un regolamento di conti tra bande albanesi. La polizia è sulle tracce dei fuggitivi.(ANSA).

11:12Siria: liberato principale campo petrolifero Isis

(ANSA) - BEIRUT, 22 OTT - Le forze democratiche siriane a guida curda, alleate degli Usa, hanno preso il controllo del principale campo petrolifero siriano in mano all'Isis, quello di Al-Omar.

10:54Trump: De Niro, ‘prima lo arrestano meglio è’

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Robert De Niro non ha dubbi: prima arrestano o mettono in stato d'accusa (impeachment) il presidente americano Donald Trump, meglio è. La star di Hollywood non ha perso l'occasione per tornare ad attaccare l'inquilino della Casa Bianca anche dal Montenegro, dove si trovava venerdì per il Global Citizen Forum. "Nel mio Paese abbiamo un'amministrazione che non è affatto di aiuto", ha detto il 74enne attore democratico americano secondo quanto riporta Newsweek, sottolineando che il Paese ha perso la leadership nella lotta al cambiamento climatico perché "abbiamo un leader che non fa il leader, che non sa quello che fa". "Non posso immaginare che vada avanti per altri tre anni", ha aggiunto l'attore riferendosi sempre a Trump. "Prima può essere messo sotto accusa ('impeached')" meglio è, "o forse sarà arrestato e messo in prigione...". Non è la prima volta che de Niro attacca Trump: lo scorso ottobre l'aveva definito in un video "cane, maiale, truffatore": mi "piacerebbe prenderlo a pugni", aveva detto.

09:32Terremoti: scossa magnitudo 4,9 in Nuova Zelanda

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Una scossa di terremoto di magnitudo 4,9 é stata registrata oggi circa 14 chilometri a sudovest di Kaikoura, in Nuova Zelanda, ad una profondità di 10 chilometri: lo rende noto l'Istituto geofisico americano (Usgs). Per ora non si hanno notizie di vittime o danni.

09:28Referendum autonomia, Lombardia vota, seggi aperti fino a 23

(ANSA) - MILANO, 22 OTT - Oggi in Lombardia si vota per il referendum sull'autonomia. Seggi aperti dalle 7 alle 23 per la prima consultazione elettronica in Italia: la scheda cartacea è infatti sostituita da tablet sul quale si può votare sì, no o scheda bianca. Nel quesito si chiede all'elettore se è favorevole all'avvio di una trattativa con il governo per trasferire alla Lombardia le 20 competenze concorrenti e le tre negoziabili previste dalla Costituzione e le relative risorse. In Lombardia non è previsto un quorum.

Archivio Ultima ora