Calcio venezuelano: Caracas o Monagas, chi sará il campione dell’Apertura?

Pubblicato il 30 giugno 2017 da redazione

Rubert Quijada

CARACAS – Domenica, alle 17:00, sul campo dello stadio Olímpico della UCV andrà in scena la gara di ritorno della finale dell’Octagonal tra Caracas e Monagas. Gli orientali partono con il leggero vantaggio di aver vinto la gara d’andata per 1-0 grazie ad una rete segnata dall’italo-venezuelano Samuel Barberi. Dal canto loro, se i rojos del Ávila vogliono mettere in bacheca un nuovo trofeo dovranno vincere la gara con due gol di scarto. La squadra allenata da Noel Sanvicente cercherà di approfittare dell’incitamento dei suoi tifosi per tentare l’impresa.

I capitolini hanno avuto un inizio di campionato altalenante, ma poi, con il passare delle giornate la squadra ha iniziato ad ingranare, chiudendo la regular season al quinto posto. Sotto la direzione di Sanvicente, i rojos del Ávila hanno portato a casa 7 vittorie, 7 pareggi e 3 sconfitte. Nelle 17 gare disputate la squadra della Cota 905 ha segnato 27 reti e ne ha subite 19 per una media gol di +8.

Durante l’octagonal, il Caracas ha superato prima il Deportivo Anzoátegui (globale 1-0) e poi il Deportivo La Guaira dell’italo-venezuelano Eduardo Saragó, battuto soltanto dopo i calci di rigore. Uno degli zoccoli duri della formazione allenata da Noel Sanvicente é il reparto arretrato dove può contare con giocatori del calibro di Wuilker Fariñez tra i pali, davanti a lui pezzi da novanta come Wilmer Diaz e l’italo-venezuelano Rubert Quijada Fasciana.

Parlando della gara d’andata il difensore di origine italica ha confessato: “Non abbiamo disputato una buona gara a livello difensivo. Ci sono stati momenti in cui loro attaccavano con due o tre calciatori e noi difendevamo con sette-otto giocatori, ma riuscivamo a far pesare la nostra superiorità numerica. Durante la settimana, abbiamo lavorato per calibrare questi dettagli che saranno fondamentali domenica”.

Il Monagas allenato da Jhonny Ferreira si è guadagnato l’etichetta di squadra rivelazione di questo Octagonal: prima ha eliminato lo Zamora dell’italo-venezuelano Francesco Stifano (globale di 6-2) e poi il Carabobo (globale di 1-1, blaugrana qualificati in virtú dei gol segnati in trasferta). Durante la stagione regolare, i denominati ‘Kariñas del Guarapiche’ hanno chiuso al sesto posto con 26 punti. In 17 gare disputate hanno ottenuto 6 vittorie, 8 pareggi e 3 sconfitte. In questo periodo hanno segnato 27 reti e ne hanno subite 19, per una media gol di +8.

Domenica, la formazione orientale dovrà fare a meno di uno dei suoi pilastri: Luis ‘Cariaco’ González squalificato per somma d’ammonizioni. Nelle 22 gare disputate dal Monagas in questo Torneo Apertura, Cariaco è sempre partito titolare. Nella gara d’andata, anche non andando in gol, ha impegnato in tre occasioni il portiere del Caracas.

I precedenti ci dicono che Monagas e Caracas si sono affrontati in 36 occasioni con l’ago della bilancia che pende dalla parte dei capitolini con 26 vittorie, 7 pareggi e 3 trionfi per gli orientali. Il bottino dei gol è di 76-24 in favore del Caracas.

Nei prossimi novanta minuti, o forse qualcosa in più, scopriremo quale sarà la squadra campione dell’Apertura. Per avere il supporto dei propri tifosi e una carica in più alla ricerca di un nuovo ‘título’, il Caracas ha annunciato che i biglietti per andare in curva saranno gratuiti. D’altro canto il Monagas non si tira indietro, per la gara di domenica è previsto l’arrivo di una decina di pullman per assistere a quella che potrebbe essere una giornata storica per i baugrana.

Chi vincerà? Non si sà, non c’è un chiaro favorito. L’unica cosa che possiamo sperare è che le due formazioni ci regalino una gara indimenticabile e che i tifosi sugli spalti regalino una splendida cornice.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

23:57Calcio: Montella, reso facile gara con mentalità vincente

(ANSA) - MILANO, 17 AGO - ''Missione compiuta? Il 6-0 è certamente un grande risultato, bravi i ragazzi che l'hanno resa facile con approccio e mentalità. Abbiamo avuto qualche pausa iniziale su cui lavoreremo ma sono soddisfatto''. Così Vincenzo Montella commenta la vittoria del Milan per 6-0 con lo Shkendija che ha ipotecato il passaggio del turno alla fase ai gironi di Europa League. ''André Silva - il parere di Montella - può ancora migliorare moltissimo, Montolivo meritava il gol. Peccato per Bonaventura, c'è apprensione visto che è reduce dal brutto infortunio dell'anno scorso''. Montella chiosa sugli obiettivi ("Vogliamo arrivare nelle prime quattro") e sulla trattativa per Kalinic: ''Sul mercato non siamo mai sazi''.

23:08Calcio: Europa League, Milan-Shkendija 6-0

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Il Milan ha battuto 6-0 (3-0) la formazione macedone dello Shkendija nel match di andata dei playoff di Europa League. In gol per i rossoneri Andre' Silva al 13' pt e al 28' st, Montolivo (25' pt e 40' st), Borini al 22' st e Antonelli al 23' st. Per il Milan la qualificazione è in cassaforte.

22:02Isis rivendica attacco Barcellona

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - L'Isis ha rivendicato l'attentato di Barcellona attraverso la sua 'agenzia' Amaq, definendo gli attentatori "soldati dello Stato islamico". Lo riferisce il Site, il sito di monitoraggio dell'estremismo islamico sul web, pubblicando una immagine della rivendicazione in arabo.

21:35Basket: bagno di folla al raduno della Openjobmetis Varese

(ANSA) - VARESE, 17 AGO - Bagno di folla per la Openjobmetis Varese, che si è radunata nel pomeriggio di oggi e domani sarà a Chiavenna per l'inizio della preparazione in vista del prossimo campionato. Come è tradizione ormai da qualche anno, la squadra varesina si presenta al palasport per ricevere l'abbraccio dei suoi tifosi, sempre molto presenti (oggi qualche centinaio a chiedere autografi e a scattare fotografie) in particolare nella sottoscrizione degli abbonamenti (quasi raggiunta quota duemila tessere). Presenti oggi al raduno tutti i giocatori in organico, fatta eccezione per il pivot Norvel Pelle, impegnato in questi giorni con la Nazionale liberiana, uno dei tre confermati (gli altri sono il capitano Giancarlo Ferrero e Aleksa Avramovic). La squadra varesina resterà per una decina di giorni ad allenarsi a Chiavenna, dove il 26 agosto sosterrà il primo test stagionale con gli svizzeri della Sam Massagno.

21:31Barcellona: Minniti convoca il Casa

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Il ministro dell'Interno, Marco Minniti, dopo i tragici fatti di Barcellona, ha convocato una riunione straordinaria del Comitato di Analisi Strategica Antiterrorismo (CASA) per domani, 18 agosto alle ore 11.00 al Viminale, alla presenza dei vertici delle Forze di polizia e dei Servizi di Intelligence.

21:29Barcellona: Papa prega per vittime

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Papa Francesco ha appreso con "grande preoccupazione quanto sta accadendo a Barcellona. Il Papa prega per le vittime di questo attentato e desidera esprimere la sua vicinanza a tutto il popolo spagnolo, in particolare ai feriti ed alle famiglie delle vittime". Lo afferma il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Greg Burke.

21:08Raduno “famiglia Arcobaleno”, decimo intervento di soccorso

(ANSA) - TRAMONTI DI SOPRA (PORDENONE) , 17 AGO - Decimo intervento di emergenza al "Raduno europeo della famiglia Arcobaleno" che si concluderà domenica a Tramonti di Sopra (Pordenone). La manifestazione è iniziata lo scorso 22 luglio e si svolge in una radura a quota 1.200 metri, ad alcune ore di cammino a piedi dal primo paese. Oggi i tecnici del Soccorso Alpino di Maniago (Pordenone) e l'elicottero della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia sono intervenuti per portare in ospedale una donna affetta da un'infezione che le procurava uno stato febbrile preoccupante. Nei giorni scorsi, il raduno era stato funestato da due tragedie: un uomo belga di 41 anni era stato colpito da un albero durante un nubifragio ed era morto sotto gli occhi della compagna e della figlia di lei, di soli 4 anni. Lunedì scorso la seconda vittima: un uomo di 40 anni di Montereale Valcellina (Pordenone) ha accusato un malore fatale lungo il sentiero che conduce in quota.

Archivio Ultima ora