Francia e Spagna contrarie ad aprire loro porti a migranti

Pubblicato il 03 luglio 2017 da ansa

BRUXELLES. – L’Ue si dice pronta a dare segnali della propria solidarietà all’Italia con un piano d’azioni molto concrete da mettere in campo immediatamente, sostiene l’iniziativa dell’Italia sul codice di condotta per i salvataggi delle organizzazioni non governative, ma l’ipotesi di far sbarcare i migranti soccorsi nel Mediterraneo centrale nei porti di altri Stati membri sembra non trovare spiragli.

Parigi e Madrid hanno già fatto sapere di essere contrari alla richiesta, e sebbene ufficialmente la questione venga rimandata alla discussione dei commissari europei di domani a Strasburgo, e al vertice informale dei ministri dell’Interno dei 28 di giovedì a Tallin, il nodo – mettono in guardia più fonti – sarà pressoché impossibile da sciogliere. Il premier Paolo Gentiloni però avverte a sua volta: la condivisione Ue “è necessaria” per l’Italia “per evitare che i flussi diventino insostenibili alimentando reazioni ostili nel nostro tessuto sociale”.

Ad accrescere la preoccupazione sono i flussi dalla Libia che non accennano a diminuire. “Le indicazioni di cui disponiamo non denotano un rallentamento. Questo significa che un più ampio numero di persone potrebbe continuare a provare di lasciare il Paese tramite la rotta del Mediterraneo centrale”, spiega l’inviato speciale dell’Unhcr per il Mediterraneo centrale, Vincent Cochetel.

E mentre la Commissione Ue è al lavoro su un “piano in dieci punti”, per portare sollievo alla pressione sull’Italia, con un’accelerazione sui ricollocamenti, sugli accordi di riammissione, con lo stanziamento di fondi, il presidente francese Emmanuel Macron torna a fare il distinguo tra profughi e migranti economici. Per affrontare le crisi migratorie – ribadisce il capo dell’Eliseo – “bisogna condurre in maniera coordinata un’azione efficace e umana in Europa che ci permetta di accogliere i rifugiati politici che corrono un rischio reale, senza confonderli con i migranti economici e senza abbandonare l’indispensabile mantenimento delle nostre frontiere”.

Intanto però spunta anche un ‘non paper’, un documento non ufficiale circolato al vertice dei leader del 23 giugno, in cui Francia e Olanda, (Macron e il premier Mark Rutte) presentavano ‘un piano in dieci azioni per contenere i flussi’ focalizzato soprattutto su azioni dirette all’Africa, e guidato da una sorta di progetto pilota di cooperazione rafforzata.

D’altra parte sembra che alcune misure a cui lavora Bruxelles, raccolgano anche questi input, oltre agli spunti emersi dalla riunione dei ministri dell’Interno di domenica a Parigi, a cui hanno partecipato Marco Minniti, il francese Gerard Collomb, il tedesco Thomas de Maiziere, e il commissario europeo Dimitris Avramopoulos.

Tra le idee, quella di cambiare la regola in base a cui le navi delle organizzazioni non governative (che rappresentano il 35-40% della flotta che effettua soccorsi in mare) sbarcano i migranti a bordo dei mezzi di EunavforMed Sophia; contribuire ad organizzare un’area di soccorso e salvataggio (Sar) per la Tunisia; e rafforzare l’azione della Guardia Costiera libica.

Ma per molte delle azioni previste serviranno nuove risorse, e anche quella dei soldi da destinare al Fondo fiduciario d’emergenza dell’Unione europea per la stabilità e la lotta contro le cause profonde della migrazione, a Tallin, si potrebbe rivelare una discussione in salita. La Commissione Ue fino ad oggi ha finanziato il Fondo destinandovi 2,6 miliardi di euro, ma dagli Stati membri è arrivato ben poco, solo 89 milioni (da Italia e Germania). L’Olanda di recente ha sbloccato 50 milioni di euro, da destinare in parte anche a questo, ma da parte degli altri Paesi per ora è silenzio.

Intanto fonti diplomatiche avvertono, “nessuno ha creduto davvero al bluff” della chiusura dei porti alle navi delle ong paventata dall’Italia e “le minacce in Ue non vanno da alcuna parte”. Ma, sottolineano, “c’è un’enorme comprensione per la questione e c’è veramente la volontà di aiutarla”.

(di Patrizia Antonini/ANSA)

Ultima ora

04:57Usa:stop Trump a piano residenza temporanea 60.000 haitiani

NEW YORK - L'amministrazione Trump mette fine al programma di residenza temporanea concesso a 60.000 haitiani dopo il terremoto. Lo stop entrera' in vigore nel luglio del 2019 alla luce del fatto che Haiti - spiega l'amministrazione - ha compiuto significativi progressi dal terremoto del 2010.

04:50Kosovo: ballottaggi municipali, Pristina a nazionalisti

PRISTINA - Sara' con ogni probabilita' Shpend Ahmeti, rappresentante del movimento nazionalista 'Autodeterminazione', il nuovo sindaco di Pristina, la capitale del Kosovo che e' stata una delle 19 citta' dove domenica si e' votato per i ballottaggi delle municipali. Lo ha reso noto la commissione elettorale, che ha diffuso i dati ancora preliminari del secondo turno delle amministrative. I risultati definitivi si avranno solo dopo l'arrivo per posta delle schede dall'estero e il conteggio di quelle relative a elettori autorizzati a votare in Comuni diversi da quello di residenza.

04:47Argentina: rumore rilevato non di sommergibile, Marina

BUENOS AIRES - Il rumore rilevato nella zona dell'Atlantico sud dove si svolgono le ricerche del sottomarino San Juan disperso ''non corrisponde a quello di un sommergibile''. Lo ha reso noto il portavoce della marina argentina, Enrique Balbi.

01:53Charlie Rose accusato molestie, sospeso

(ANSA) - NEW YORK, 20 NOV - Lo scandalo delle molestie sessuali travolge anche Charlie Rose, lo storico giornalista americano. Cbs lo sospende e la Pbs blocca la produzione e la distribuzione dello suo show per accuse di molestie sessuali da parte di otto donne.

22:41Inviato proiettile con missiva a sindaco Lega di Cascina

(ANSA) - CASCINA (PISA), 20 NOV - Una lettera anonima di minacce e di poche righe contenente un proiettile calibro 28 è stata recapitata stamani al sindaco leghista di Cascina (Pisa), Susanna Ceccardi. Lo ha reso noto lo stesso sindaco spiegando all'ANSA di "non essere al momento in grado di valutare se è davvero pericolosa o meno, ma che comunque non rinuncerò alla mia azione politica". Nella missiva c'è scritto: "Con il tuo razzismo non andrai da nessuna parte. Accetta questo nostro pensiero. Ripuliremo Cascina dalle merde come te". La lettera anonima è stata recapitata in Comune e aperta dall'ufficio protocollo dell'amministrazione cascinese. Il foglio è stato subito consegnato ai carabinieri che l'hanno inviata alla polizia scientifica per effettuare tutti i rilievi del caso. "Io sono convinta - ha concluso Ceccardi - di non essere razzista, ma solo di voler lavorare al servizio dei miei concittadini. E il mio impegno politico a favore prima di tutto degli italiani proseguirà".

22:28Coppa America: ecco nuove barche,monoscafi da oltre 22 metri

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - La 36/a edizione dell'America's cup di vela è cominciata con un salto nel futuro, ma senza rinnegare in toto il passato. Non si tratta di un compromesso tecnologico, ma di una scelta ben precisa, che precede una mini-rivoluzione sostanziale. Da Auckland, nella serata italiana, è rimbalzata la notizia della scelta ufficiale delle nuova barca, da parte di Emirates team New Zealand, il 'defender' del più prestigioso e antico trofeo velico, la cui fase finale si disputerà nel 2021 proprio in Nuova Zelanda. Frutto del lavoro condiviso tra i progettisti del team 'kiwi' e quelli di Luna Rossa, 'challenger of record' (con il guidone del Circolo della vela Sicilia di Palermo) e quindi primo sfidante ufficiale dell'edizione che verrà, la nuova imbarcazione, denominata Ac75, è in realtà un monoscafo rivoluzionario, della lunghezza di 22,86 metri, dotato di appendici (foil) lunghe oltre cinque metri ciascuna, che promettono velocità e spettacolo in ogni condizione di vento, ma anche di mare.

20:51Coniugi uccisi: sottoposto a fermo figlio vittime

(ANSA) - NAPOLI, 20 NOV - E' stato sottoposto a fermo Graziano Afratellanza, per il duplice omicidio dei suoi genitori, la scorsa notte a Parete, nel Casertano. A suo carico sono stati raccolti gravi indizi. In particolare sin dai primi accertamenti è risultato che i due ottantenni erano stati sgozzati con una lama di 14-15 centimetri mentre dormivano. L'esame esterno ha subito fatto ipotizzare ad un'aggressione: il figlio, unico convivente delle vittime si era reso sin da subito irreperibile a bordo della proprio automobile. Durante le indagini trovato abbandonato lungo una strada sterrata, il coltello a lama liscia compatibile con quella dell'omicidio. (ANSA).

Archivio Ultima ora