Trump: video shock anti Cnn

WASHINGTON. – Per il video shock in cui colpisce e mette ko un uomo con il volto coperto dal logo della Cnn Donald Trump avrebbe pescato nel sottobosco della alt-right su Reddit: un utente del sito di social news dal nome in codice di HanAssSolo (versione volgare del personaggio di Han Solo di Guerre Stellari) ha infatti cantato vittoria dopo che ieri ha visto la sua “creatura” rilanciata dal capo della Casa Bianca nella sua crociata contro i media.

La Casa Bianca da parte sua respinge l’ipotesi che le immagini siano state estrapolate da Reddit ma non fornisce alcun dettaglio sulla provenienza, riferisce la Cnn. Sta di fatto che il video era stato postato lo scorso mercoledì con il commento: “Trump mette al tappeto le Fake News”. Pochi per gli standard di Reddit e del gruppo r/The_Donald i commenti a caldo. Questo fino alla reazione dell’autore, o del presunto tale: “Holy s…! Stavo bevendo il caffe’ e chi ritwitta il mio post ma lo stesso MEGA EMPOROR (sic). Sono onorato!!!!”, ha postato HanAssSolo.

Applausi a scena aperta da parte di altri utenti che fino al giorno prima si erano concentrati su nuove teorie complottiste a carico dei Clinton. Mentre si è scatenata la caccia a identificare l’autore e i ‘segugi’ che hanno scandagliato il web hanno trovato altri post in cui il ‘redditor’ minaccia di uccidere musulmani o affigge stelle di David accanto ai ritratti di tutti i giornalisti della Cnn, ma anche di chi, nell’entourage di Trump, potrebbe aver passato il video al presidente.

Nell’ipotesi, ovviamente, che non sia lo stesso Commander in Chief a navigare personalmente in rete alla ricerca di materiale ad alto contenuto incendiario. Si allunga intanto la lista di chi condanna senza mezzi termini l’ultima ‘trovata’ del presidente per attirare l’attenzione sulla guerra ingaggiata con i media. E non manca chi ci vede una strategia precisa e non soltanto le ‘uscite’ sopra le righe cui il temperamento di Trump ha abituato, piuttosto l’intenzione precisa di sminuire davanti all’opinione pubblica il lavoro dei media.

Qualunque sia la versione più accurata, sta di fatto che al momento resta tutto ‘legale’, almeno secondo Twitter. Secondo il sito di microblogging infatti il messaggio del presidente contro la Cnn non viola le regole di Twitter. Il giudizio e’ stato raggiunto, si spiega, considerando tre fattori: il contesto politico della conversazione, i vari modi in cui potrebbe essere interpretato il cinguettio del tycoon e la mancanza di dettagli nel messaggio stesso.

Secondo le sue regole, la società può sospendere un account per una serie di motivi, per esempio in caso di minacce violente, attacchi basati su razza, religione o genere, oppure se costituisce “abuso o molestia mirata di altre persone”. Ma nessuno di questi casi, per Twitter, riguarda il post di Trump. Intanto si registra che il messaggio in poche ore è stato ritwittato oltre 185mila volte, ha ricevuto circa 300mila like e quasi 100mila commenti.