Corea del Nord lancia il primo missile intercontinentale

Pubblicato il 04 luglio 2017 da ansa

EPA/FRANCK ROBICHON

PECHINO. – La Corea del Nord ha rivendicato il “successo” del primo missile balistico intercontinentale in un test, annunciato a inizio anno dal leader Kim Jong-un nel suo discorso alla nazione, destinato a scuotere i delicati equilibri della sicurezza regionale e non solo, fino a minare le relazioni tese tra Cina e Usa: il presidente Donald Trump ha sollecitato Pechino a “mettere fine a quest’assurdità” e a fermare il vicino riottoso e l’alleato storico minacciando di “fare da solo”.

Il lancio è avvenuto nel giorno della festa dell’Indipendenza americana, della visita del presidente cinese Xi Jinping a Mosca da Vladimir Putin e alla vigilia del G20 di Amburgo, in una mossa non casuale e che aumenta i rischi di “scontri e incidenti”.

Il giovane generale, il cui ordine sul test è stato impartito lunedì, è la prova – ha marcato la tv di Stato Kctv in un “annuncio importante” del primo pomeriggio – che Pyongyang può “colpire qualsiasi parte del mondo con il potenziale nucleare”. Il missile ha seguito la traiettoria con altitudine massima di 2.802 km e distanza di circa 933 km in un volo durato 39 minuti, prima di cadere nel mar del Giappone e nella zona economica esclusiva nipponica, ha denunciato Tokyo.

“Un evento di grande auspicio che sarà ricordato nella storia in modo speciale”, ha sottolineato con enfasi l’emittente mentre scorrevano le immagini con Kim a dirigere le operazioni e il missile trasportato su un lanciatore di grandi dimensioni con 16 ruote. “La Corea del Nord ha lanciato un vettore balistico dalle vicinanze di Banghyon, provincia di North Pyongan, intorno alle 9:40 locali (2:40 in Italia)”, ha reso noto il Comando di Stato maggiore congiunto di Seul, propendendo a identificare il missile con un Hwasong-12, alimentato a combustibile solido e testato a maggio come modello a medio-lungo raggio, piuttosto che con uno del tutto nuovo.

Se confermato, come rivendicato da Pyongyang, potrebbe trattarsi di un Hwasong-14, ora operativo avendo per target le coste americane col potenziale di testate nucleari. Il Comando Usa del Pacifico ha gettato acqua sul fuoco e ha parlato della rilevazione di “missile intermedio di terra”, anche se gli esperti, in base a traiettoria e durata di volo, hanno ipotizzato un potenziale di 8-10.000 km, più che sufficienti per raggiungere l’Alaska e approcciare le coste Usa occidentali.

Il test, per altro verso, è il decimo del 2017 e il primo dopo l’incontro del weekend a Washington tra Trump e il presidente sudcoreano Moon Jae-in in cui i due leader hanno concordato di tenere la “massima pressione” su Pyongyang perché abbandoni i suoi piani missilistici e atomici.

Il premier nipponico Shinzo Abe, in partenza per Amburgo, ha affermato che la mossa di Kim “mostra chiaramente l’accresciuta minaccia del Nord”, assicurando che al G20 avrebbe chiesto l’apporto “costruttivo” di Xi e Putin sulla questione. Moon, convinto della necessità di ristabilire un dialogo, si è augurato che “Pyongyang non superi la linea rossa” non essendo in grado di definire gli eventuali scenari.

Putin, dopo l’incontro con Xi, ha detto di condividere la proposta cinese dello stop “simultaneo” tra piani nucleari del Nord ed esercitazioni militari su vasta scala Washington-Seul, proposta bocciata dagli Usa, al fine di riaprire un negoziato.

Trump, in giornata, ha criticato Kim affidandosi a Twitter: “Ha veramente niente di meglio da fare nella sua vita?”, mentre il tycoon si è detto “convinto che Corea del Sud e Giappone non sopporteranno tutto questo a lungo” e che “forse la Cina farà un’azione più decisa sul Nord”.

Nel colloquio telefonico avuto lunedì, Trump e Xi hanno riaffermato la denuclearizzazione della penisola coreana come obiettivo primario. Pechino, tuttavia, ha difeso gli sforzi finora fatti sulla vicenda. “Il contributo è stato ben riconosciuto e il suo ruolo è indispensabile”, ha detto il portavoce del ministro degli Esteri Geng Shuang in conferenza stampa. Del resto, l’ultima incursione del cacciatorpediniere USS Stethem nel mar Cinese meridionale vicino all’isola Triton, nell’ambito della libertà di navigazione, e la vendita di armi americane a Taiwan per oltre un miliardo di dollari, hanno irritato molto Pechino.

(di Antonio Fatiguso/ANSA)

Ultima ora

07:46Usa, amministrazione federale in shutdown

(ANSA) - WASHINGTON, 20 GEN - E' scattato alla mezzanotte ora di Washington (le 6 in Italia) il temuto 'shutdown', ovvero la chiusura degli uffici amministrativi federali negli Stati Uniti in seguito al voto al Senato contro il provvedimento per finanziare il bilancio di governo. In una corsa contro il tempo si sono tentati negoziati in aula che non hanno tuttavia portato ad alcun accordo prima della scadenza fissata. La Casa Bianca, nella prima reazione allo shutdown, punta il dito contro i democratici. La portavoce Sarah Sanders in un comunicato sottolinea: "Non negozieremo lo status di cittadini illegali mentre (i democratici) tengono i nostri cittadini ostaggio di richieste incoscienti". E continua: "Questo e' comportamento da ostruzionisti, non da legislatori".

22:17Turista tedesco cade da scala e muore

(ANSA) - BOLZANO, 19 GEN - Un turista tedesco di 62 anni è morto in Val Badia dopo essere caduto da una scala. L'incidente è avvenuto poco prima delle ore 18 nel rifugio Piz Sorega, a quota 2.000 metri, poco prima che gli impianti sciistici chiudessero. Vano l'intervento dei soccorritori dell'Aiut Alpin che sono giunti sul posto in elicottero. L'uomo è morto per un trauma cranico. Secondo i primi rilievi dei carabinieri, il tedesco sarebbe scivolato sulle scale interne della struttura, in quanto indossava gli scarponi da neve.

21:50Acquisizione Bari Calcio, Procura Bari indaga per estorsione

(ANSA) - BARI, 19 GEN - La Procura di Bari indaga sull'acquisizione della società Fc Bari 1908 da parte dell'attuale presidente Cosmo Antonio Giancaspro. A quanto si apprende l'inchiesta della Guardia di finanza, coordinata dal pm Bruna Manganelli, è stata aperta circa un anno e mezzo fa sulla base di una denuncia dell'ex presidente del Bari Calcio Gianluca Paparesta. Nel fascicolo il pm ipotizza i reati di estorsione contrattuale e usura. I fatti su cui sono in corso gli accertamenti degli inquirenti baresi risalgono al primo semestre del 2016. Al centro dell'indagine ci sarebbero l'ingresso di Giancaspro in società come socio di minoranza, un accordo sottoscritto fra i due soci per il pagamento di debiti pregressi e la successiva ricapitalizzazione della società calcistica da parte di Giancaspro. Paparesta contesta in sostanza le modalità di trasformazione dei crediti di Giancaspro in capitale sociale. La vicenda fu pubblicamente denunciata dallo stesso Paparesta nel novembre 2016 in una conferenza stampa.

21:38Calcio: Sportiello, Fiorentina si gioca posto in E.League

(ANSA) - FIRENZE, 19 GEN - "Le prime cinque in classifica fanno un campionato a parte. Noi, come Atalanta, Sampdoria, Torino, Milan e mettiamoci anche il Bologna, ci giochiamo un mini-campionato e abbiamo tutte le carte in regola per vincerlo, però sappiamo che lo dobbiamo dimostrare domenica dopo domenica". Per Marco Sportiello, ai microfoni dell'emittente Italia 7, per la Fiorentina domenica inizia un mini-campionato dove in gioco c'è un posto in Europa League. Alla squadra viola manca "una vittoria importante fuori casa, come può esserla quella del Ferraris. Ci manca uno 'strappo' - ha aggiunto Sportiello - perché è vero che nelle ultime otto partite abbiamo fatto belle prestazioni e abbiamo preso pochi gol, ma abbiamo fatto solo due vittorie e sei pareggi".

21:35Trump cerca di evitare lo ‘shutdown’

(ANSA) - WASHINGTON, 19 GEN - La Casa Bianca si sta preparando all'eventualità di uno 'shutdown', vale a dire la chiusura delle attività amministrative, nonostante continui i suoi tentativi per scongiurarlo. La Camera americana ha approvato una proroga a breve della legge di bilancio per evitare dalla mezzanotte di oggi (le sei in Italia) lo shutdown. Le prospettive del voto restano però incerte al Senato, dove i repubblicani hanno solo 51 voti dei 60 necessari e i democratici sono sulle barricate perché non è stato raggiunto un accordo né sui cosiddetti 'dreamers' né sul programma che garantisce la copertura sanitaria di nove milioni di bambini. Donald Trump ha telefonato al leader dem al Senato Charles Schumer invitandolo alla Casa Bianca per tentare di raggiungere un accordo per evitare lo shutdown.

21:30Spari in strada: Bitonto,bimbo ringrazia Cc e Ps con disegno

(ANSA) - BITONTO (BARI), 19 GEN - Un gesto di speranza a Bitonto mentre oltre 100 uomini, tra carabinieri e polizia, hanno messo oggi a soqquadro la zona ex 167 in seguito alle sparatorie avvenute il 30 dicembre culminate con l'omicidio di Anna Rosa Tarantino. Proprio mentre i carabinieri recuperavano, dietro ad un muro di cartongesso nel salone dell'abitazione di un uomo, quattro telecamere, due orientate su via Pertini e le altre due su via Spadolini, collegate a uno schermo al plasma da 55 pollici, un bambino si è avvicinato ai militari dell'Arma donando loro un disegno in cui erano ritratte un'auto della polizia e una vettura dei carabinieri. Un gesto fatto in segno di riconoscenza, con tanto di dedica e ringraziamento agli uomini delle forze dell'ordine. 'Grazie polizia e carabinieri che ci aiutate - ha scritto il bimbo - vi ringrazio del vostro lavoro Che Dio vi benedica'.

21:29Cile: storica chiusura progetto minerario per danni ambiente

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - A cinque anni dall'inizio delle indagini, la Sovrintendenza dell'Ambiente del Cile ha emesso una storica risoluzione con la quale ha chiesto la chiusura definitiva del progetto minerario di oro e argento "Pascua-Lama" della canadese Barrick Gold, la più grande società al mondo per l'estrazione dell'oro. Lo riporta Diario Financiero. Nel procedimento sono stati identificati 33 elementi negativi a carico della società, tra i quali il fatto di aver prodotto un danno ambientale irreparabile all'area, situata a sud di Atacama, al confine tra Cile e Argentina. Tra le accuse contro il progetto minerario ci sarebbero lo scarico di acque acide, la distruzione della flora e il parziale monitoraggio ambientale e sociale. In precedenza c'è stato solamente un altro caso nel quale la Sovrintendenza cilena ha chiesto la chiusura definitiva di un progetto minerario, ed era legato al commercio illegale di minerali.

Archivio Ultima ora