La politica italiana condanna l’aggressione al Parlamento

Pubblicato il 06 luglio 2017 da redazione

BRUXELLES – Antonio Tajani, presidente del Parlamento Europeo, ha condannato in un breve messaggio l’aggressione dei militanti chavisti contro i deputati all’interno del Parlamento. Tajani, nel suo account in Twitter, ha definito l’Assemblea Nazionale venezuelana “un simbolo della democrazia”, e ha aggiunto che “il Parlamento Europeo chiede elezioni subito”, unica via per risolvere la grave crisi politica nel paese.

Anche in Italia le forze politiche, ed esponenti del Parlamento, hanno espresso sorpresa e indignazione per l’irruzione violenta dei “colectivos” in Parlamento e solidarietà nei confronti dei deputati pestati a sangue dalle bande filogovernative che ricordano quelle che in Italia e in Germania hanno caratterizzato l’epoca grigia del fascismo e nazifascismo.

In una nota il Presidente della Commissione Affari esteri del Senato, Pier Ferdinando Casini ha espresso “la più viva solidarietà ai parlamentari venezuelani, aggrediti ieri da sostenitori del regime che hanno invaso la sede del Parlamento. Faccio un appello perché tutti condannino la deriva del governo di Maduro che sta assumendo veri e propri connotati dittatoriali. Le equidistanze non sono più possibili: è arrivata l’ora che ciascuno si assuma le proprie responsabilità”.

Dal canto suo, Fabrizio Cicchito, esponente dell’Ap ha affermato:

“Quello che sta avvenendo in Venezuela è di una gravità straordinaria. E’ evidente che da parte di Maduro c’è un attacco al Parlamento nel quadro di una operazione golpista che intende annullare con la violenza l’orientamento della larga maggioranza dei venezuelani”.

Ettore Rosato, capogruppo del Pd alla Camera, ha scritto su Twitter,:

“Assalto al parlamento è gesto violento e pericoloso. Solidarietà ai colleghi del Venezuela. Chiederemo informativa a ministro Angelino Alfano. @Deputatipd”.

Dal canto loro, i governi di Colombia, Messico, Argentina, Brasile, Uruguay, Paraguay, Perù e Cile hanno condannato energicamente quello che l’ambasciatore britannico a Caracas, John Saville, ha definito “il grottesco attacco”di militanti chavisti contro il Parlamento venezuelano. Argentina, Brasile, Uruguay e Paraguay, membri fondatori del Mercosur in contrasto con il governo del presidente Maduro, hanno diffuso da Montevideo un comunicato congiunto nel quale si rimarca che “questi fatti, preceduti da un intervento di alte autorità del Potere Esecutivo, senza l’accordo delle autorità legislative, costituiscono una prevaricazione dell’Esecutivo su un altro potere dello Stato, inammissibile nel quadro delle istituzioni democratiche”.

Dal canto suo, il presidente colombiano e premio Nobel per la pace, Juan Manuel Santos, ha condannato l’assalto al Parlamento di Caracas e precisato che è necessaria “una soluzione negoziata e pacifica”.

Altro capo di Stato che ha espresso indignazione per quanto accaduto a Caracas è stato Pedro Pablo Kuczynski, presidente del Perú.

“La crisi umanitaria e politica in Venezuela – ha commentato – deve essere superata rispettando i diritti umani e le istituzioni democratiche”,

Una dichiarazione, invece, è stata diffusa dal ministero degli Esteri messicano. In essa si sostiene che “la polarizzazione in Venezuela non può continuare, e la violenza non può diventare un ricorso quotidiano”.

Il governo cileno, poi, ha associato l’attacco con la situazione della Procuratrice Generale, Luisa Ortega Diaz, a punto di essere rimossa dal suo incarico, ribadendo che è necessario “rispettare la sua autonomia ed indipendenza”.

Ultima ora

00:58Medico, Trump assume farmaci per capelli

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - Tra i farmaci assunti da Trump figurano la Propecia (finasteride) contro la caduta dei capelli e il Crestor (rosuvastatina) per abbassare il colesterolo. Lo ha detto il contro ammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, aggiungendo che il presidente trarrebbe vantaggi da una dieta con meno grassi.

00:55Calcio: Var irrompe in Fa cup e regala un gol al Leicester

(ANSA) - LONDRA, 16 GEN - Svolta storica nel calcio inglese dove, per la prima volta, un gol è stato assegnato con l'ausilio della Var, sperimentata nella Fa cup nell'attesa della sua introduzione anche in Premier League. Durante la partita fra Leicester e Fleetwood Town (squadra di III Divisione), vinta dalle 'Foxes' 2-0 e valida per il terzo turno, l'arbitro ha fatto ricorso al sussidio tecnologico e, dopo avere annullato in un primo momento la rete del 2-0 firmata da Kelechi Iheanacho, dopo 70" di consultazione, ha ribaltato la propria decisione, concedendo il gol del raddoppio che era stato realizzato al 32' del secondo tempo. Una rivoluzione nella terra dove è nato il calcio. Un "grazie" con tanti punti esclamativi è apparso sull'account Twitter ufficiale del Leicester. (ANSA).

00:51Medico, Trump assume farmaci per capelli

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - Tra i farmaci assunti da Trump figurano la Propecia (finasteride) contro la caduta dei capelli e il Crestor (rosuvastatina) per abbassare il colesterolo. Lo ha detto il contro ammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, aggiungendo che il presidente trarrebbe vantaggi da una dieta con meno grassi.

00:33Calcio: doppio Balo non basta, 2-2 in derby Costa Azzurra

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Una doppietta di Balotelli non basta al Nizza per aggiudicarsi in trasferta il derby della Costa Azzurra. Sul terreno del Louis II, a Montecarlo, finisce 2-2 con il Monaco, passato in vantaggio con Diakhaby (33'), ma raggiunto al 2' st e superato al 23' st dall'attaccante italiano, ora a quota 9 gol. Al 48' st Radamel Falcao mette tutti d'accordo e regala il definitivo 2-2 al Monaco. Nel tardo pomeriggio si erano disputate altre due partite della 21/a di Ligue 1: il Bordeaux è stato sconfitto in casa 2-0 dal Caen, in vantaggio al 44' st con Santini su rigore; il raddoppio è arrivato in pieno recupero, al 49', con Rodelin. Il Marsiglia, invece, ha sfruttato il fattore campo e superato 2-0 lo Strasburgo: gol di N'Jie al 34' st e Payet al 43' st. Nuova classifica: Paris Saint-Germain punti 53; Marsiglia 44; Monaco 43; Lione 42; Nantes; Nizza 31; Guincamp 39; Caen e Montpellier 27; Digione 25; Stade Rennais 25; Strasburgo 24; Bordeaux e Saint-Etienne 23; Lilla 22; Amiens e Troyes 21; Angers e Tolosa 19; Metz 12.(ANSA).

00:27Medico Casa Bianca, la salute di Trump è ottima

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - La salute di Donald Trump complessivamente è eccellente: lo ha detto il controammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, in un briefing sul primo checkup medico del presidente effettuato venerdì scorso. Anche la salute cardiaca è eccellente, ha aggiunto l'ufficiale medico, secondo cui Trump ha fortissime probabilità di completare il suo mandato senza problemi medici. Jackson ha fornito nel corso del briefing alcuni dati della visita: il presidente pesa 239 libbre (108,4 kg) mentre la sua pressione del sangue è 122/74. Donald Trump ha superato "estremamente bene" anche gli esami cognitivi (30 su 30), ha detto il medico. Se ci fosse stata la presenza dell'Alzheimer o di altri problemi mentali, ha aggiunto, i test lo avrebbero rivelato.

00:00Calcio: Ronaldinho si ritira, partita d’addio dopo Mondiali

(ANSA-AP) - SAN PAOLO (BRASILE), 16 GEN - Il fratello e agente del vincitore del Pallone d'Oro 2005, Roberto Assis, ha dichiarato che Ronaldinho lascia il calcio professionistico. Assis ha detto che la partita d'addio del fratello, che oggi ha 37 anni, molto probabilmente verrà disputata dopo la fine della Coppa del mondo in Russia, prevista il 15 luglio. Nel luglio dell'anno scorso, Ronaldinho, al termine di una partita-esibizione disputata in Cecenia, dichiarò che ormai si sentiva troppo vecchio per un certo tipo di calcio. 'Ronnie' aveva disputato l'ultima partita da professionista nel 2015, in Brasile, con la maglia del Fluminense. Nel corso della carriera ha vinto un titolo mondiale, nel 2002, una Champions con il Barcellona nel 2006 e il Pallone d'Oro. Ha pure giocato in Italia, con la maglia del Milan.

23:14Usa tagliano metà fondi all’agenzia Onu per i palestinesi

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - L'amministrazione Trump ha annunciato oggi di aver tagliato 65 dei 125 milioni di dollari destinati alla Unrwa, l'agenzia dell'Onu che assiste i profughi palestinesi. Lo rende noto il dipartimento di stato Usa in una lettera nella quale chiede all'agenzia un "riesame fondamentale" della sua attività. I restanti 60 milioni saranno erogati per impedire che l'Unrwa finisca il cash entro fine mese e chiuda. Era stato il presidente Donald Trump a minacciare il taglio dei fondi ai palestinesi se non fossero tornati al tavolo dei negoziati di pace con Israele.

Archivio Ultima ora