Trump attacca: “Mosca destabilizza, difendiamo l’Occidente”

Pubblicato il 06 luglio 2017 da ansa

US President Donald J. Trump in Poland. EPA/Radek Pietruszka POLAND OUT

BERLINO. – È l’ospite difficile, e al G20 non è arrivato in punta di piedi il presidente degli Stati Uniti Donald Trump: da Varsavia, prima del summit, ha attaccato Mosca, minacciato la Corea del Nord e sollecitato l’Occidente a difendersi, richiamando nuovamente l’Unione europea ai suoi doveri verso la Nato. Gli unici a meritare i suoi (sperticati) elogi, almeno in questa occasione, sono stati i polacchi, “anima dell’Europa”. Il popolo “orgoglioso” che né i nazisti tedeschi né i comunisti russi hanno potuto piegare.

È il prologo del suo debutto a un vertice complicato dove, lo ha ripetuto Angela Merkel, “non si tacerà il dissenso”, sforzandosi comunque di lavorare sui punti di convergenza. E “vedremo” cosa uscirà in questo atteso comunicato finale. Gli sherpa hanno su che lavorare, fino alla fine, secondo la cancelliera.

La Russia “smetta di destabilizzare l’Ucraina, si unisca alla comunità degli Stati responsabili” e rinunci a “coprire regimi criminali” come quelli di Siria e Iran, ha avvertito il presidente Usa, che proprio ad Amburgo dovrà incontrare Vladimir Putin per il loro primo attesissimo bilaterale.

Immediata la reazione del Cremlino: “Noi non destabilizziamo”. Mentre dalle pagine dell’Handelsblatt, il presidente russo aveva espresso sostegno alla cancelliera per il suo G20: “Condividiamo le priorità tedesche”, ha affermato, esprimendosi a favore del libero commercio, in grado di garantire crescita e scambio fra gli Stati, e dell’accordo sul clima di Parigi.

Nodi che la cancelliera ha affrontato in un incontro con l’inquilino della Casa Bianca in serata, nella città anseatica, mentre la Dpa metteva in circolazione una bozza del comunicato che sottolineerebbe l’isolamento di Washington sul clima, rendendo esplicite le divergenze. I 19 prendono atto dell’uscita di Washington dall’accordo di Parigi e gli Stati Uniti confermano un generico “impegno per ridurre l’effetto serra”, compatibilmente con la “crescita economica” e le esigenze sulla sicurezza energetica.

“Ci sono più opzioni, gli sherpa avranno un bel lavoro da fare per altre due notti”, ha detto in proposito la cancelliera, salutando la stampa, e negando che vi sia già una epilogo messo nero su bianco. Sul tavolo dei leader mondiali anche la minaccia nordcoreana, su cui pure si sono confrontati Merkel e Trump.

Dalla Polonia, il presidente Usa, aveva minacciato di valutare “cose piuttosto severe” in risposta al recente test balistico intercontinentale, rivolgendo un appello a tutti i popoli del mondo per una reazione determinata al regime di Kim. Fra i temi trattati nel discorso tenuto in piazza a Varsavia, la necessità di difendere l’Occidente: “La Nato è il sistema di difesa migliore del mondo”, ha affermato. E l’Occidente, unito, “vincerà”.

“L’Europa deve però dimostrare di credere nel suo futuro, investendo soldi nella sicurezza di questo futuro”. “Le parole sono facili, ma a contare sono i fatti. E per la sicurezza – voi lo sapete, tutti lo sanno e ognuno deve saperlo – l’Europa deve fare di più”, ha incalzato.

Blindata dalla polizia – 20mila addetti alla sicurezza, fra cui 15mila agenti di polizia locali, 3.500 federali e 2.500 unità dell’anticrimine – la bella metropoli dell’Elba attende in questi giorni oltre 50mila manifestanti anti-summit. La prima grande manifestazione, al mercato del pesce, dove si sono radunati migliaia di dissidenti, è stata segnata da disordini e scontri con la polizia che ha usato idranti e spray. Fermi e feriti, nel bilancio. Secondo gli esperti dell’ordine pubblico, sono almeno 8.000 i manifestanti ritenuti potenzialmente violenti arrivati ad Amburgo: particolarmente temuti sarebbero gli autonomi di sinistra italiani e greci.

(di Rosanna Pugliese/ANSA)

Ultima ora

09:02Iraq: premier, cominciata operazione per riprendere Hawija

(ANSA-AP) - IRBIL, 21 SET - Le forze irachene hanno lanciato un'operazione per riacquistare il controllo della città di Hawija (240 km a nord di Bagdad) in mano all'Isis: lo ha annunciato il primo ministro iracheno Haider al-Abadi. L'operazione e' cominciata oggi all'alba, solo due giorni dopo l'avvio dell'offensiva nella provincia occidentale di Anbar.

09:00Francia: Philippot, vice Le Pen, lascia Front National

(ANSA) - PARIGI, 21 SET - Terremoto nel Front National dopo la doppia sconfitta elettorale: il numero 2, considerato l'ideologo del partito, Florian Philippot, ha annunciato stamane sulla tv France 2, la sua uscita dal FN al culmine di una polemica con la presidente, Marine Le Pen. Ieri sera, la Le Pen aveva annunciato il ritiro delle deleghe nel partito a Philippot, dopo che il suo vice aveva rifiutato a più riprese di lasciare la presidenza del suo movimento, Les Patriotes.

08:54Iran: Tillerson, Trump non ha condiviso sua decisione

(ANSA) - NEW YORK, 21 SET - Donald Trump ha preso la sua decisione se certificare o meno l'accordo su nucleare alla prossima scadenza prevista ma non l'ha condivisa con nessuno "esternamente", neppure con Theresa May che glielo aveva chiesto ieri: lo ha detto il Segretario di Stato americano Rex Tillerson, dopo una riunione dei 5+1 a margine dell'assemblea Onu.

08:48Usa: Ivanka Trump si apre su depressione post parto

(ANSA) - WASHINGTON, 21 SET - Ivanka Trump parla in tv della sua esperienza con la depressione post parto, rivelando di averne sofferto "in qualche forma con ognuno dei miei bambini". La figlia del presidente Usa Donald Trump e sua consigliera alla casa Bianca lo ha detto durante la registrazione di un popolare programma condotto da un noto 'medico televisivo', il 'The Dr. Oz Show', che andra' in onda nei prossimi giorni e di cui sono state diffuse anticipazioni. "E' stato un periodo molto arduo ed emotivo per me", ha spiegato Ivanka, "sentivo come se non potessi essere all'altezza delle mie potenzialita' da genitore, o da imprenditrice o da manager". La figlia del presidente ha quindi ammesso che non aveva in principio intenzione di rivelare tali dettagli ma che si tratta di un tema importante "che riguarda genitori in tutto il paese". Ivanka e' sposata con Jared Kushner, tra i piu' stretti consiglieri del presidente Trump, e la coppia ha tre figli: Arabella di sei anni, Joseph di tre e Theodore di un anno.

08:37Messico: sisma, 115 morti nella capitale, totale 245

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 21 SET - Il sindaco di Città del Messico, Miguel Angel Mancera, afferma che un totale di 115 persone sono morte nella capitale dopo il terremoto di magnitudo 7.1 che ha scosso la città e gli stati vicini. Ciò porta il numero di morti a livello nazionale a 245, basandosi sul precedente bilancio del governo federale.

00:28Calcio: harakiri il Real Madrid, 0-1 in casa contro il Betis

(ANSA) - ROMA, 20 SET - Il Real Madrid fa harakiri e perde al 94' in casa contro il Betis Siviglia, in gol con Sanabria, su servizio di Barragan, nel posticipo 5/a giornata della Liga. La sconfitta del Bernabeu fa sprofondare i 'blancos' a -7 dal Barcellona, che in classifica ha fatto percorso netto (cinque partite, cinque vittorie, 15 punti), e a -3 dai 'cugini' dell'Atletico Madrid, oggi vittoriosi nei Paesi Baschi, sull'Athletic Bilbao per 2-0. Malgrado il rientro di Cristiano Ronaldo, dopo la lunga squalifica, che si è vista infliggere per avere messo le mani addosso a un arbitro, non c'è stato nulla da fare per la formazione di Zidane che colleziona la prima sconfitta nella Liga, contro due vittorie e altrettanti pareggi. Il Real Madrid si trova in classifica alle spalle di Barcellona, Atletico e Siviglia, Valencia e Real Sociedad. Domani tre partite. (ANSA).

00:09Calcio: Lazio, Inzaghi “senza infortuni forse non perdevamo”

(ANSA) - ROMA, 20 SET - "Ho dovuto rinunciare a quattro giocatori durante la partita e probabilmente senza queste defezioni non avremmo perso perché, nel primo tempo, eravamo stati molto bravi e avevamo creato molti problemi al Napoli. Poi, purtroppo, abbiamo avuto questa serie di infortuni che penso non sia mai capitata nella storia della Lazio". Così Simone Inzaghi commenta il ko della Lazio contro il Napoli. "Probabilmente sono troppi questi infortuni muscolari, abbiamo giocato molte partite, ho cercato di cambiare, ma gli infortuni ci sono stati lo stesso - aggiunge -. Ora dovremo cercare di fare il possibile per mettere insieme i giocatori per domenica e dobbiamo andare avanti anche se spiace per questa sconfitta, perché probabilmente non sarebbe arrivata".

Archivio Ultima ora