Calcio venezuelano: Saragó lascia la panchina del Deportivo La Guaira

Pubblicato il 07 luglio 2017 da redazione

Saragò

CARACAS – Si chiude ufficialmente un capitolo della carriera per il tecnico Eduardo Saragó, il tecnico italo-venezuelano lascia la panchina del Deportivo La Guaira. Un addio che arriva dopo l’eliminazione nell’octagonal del Torneo Apertura 2017.

La fine della relazione tra Saragó ed il Deportivo La Guaria era nell’aria dopo un post apparso sull’account twitter del tecnico di origine italica. “Ringrazio tutte le persone che hanno fatto di tutto per portarmi a questa squadra un anno fa. Sono state infinite le soddisfazioni che abbiamo raggiunto. Questo é stato un ciclo sportivo che ci riempe d’orgoglio”.

Poi la notizia é stata confermata nelle prime ore del pomeriggio dal Deportivo La Guaira tramite un comunicato stampa.

In questa prima parte del campionato, la formazione arancione era stata ripescata nell’octagonal dopo le sanzioni inflitte allo Zulia (reo di aver schierato 4 stranieri in campo nella gara vinta 2-0 contro il Táchira) e Mineros (per aver schierato un giocatore non convocabile per questa stagione). Il Deportivo La Guaira ha chiuso la sua partecipazione nell’octagonal in semifinale dopo essere stato battuto dal Caracas ai calci di rigore.
Mentre nel Clausura 2016, ha chiuso al quinto posto, qualificandosi per l’Octagonal perdendo al primo turno contro il Caracas.

L’era Saragó sulla panchina degli arancioni é iniziata il 30 giugno del 2016 subentrando al posto di Leo González. Durante questo periodo ha guidato il La Guaira durante 50 gare valevoli per la Primera División. Il mister di origine calabrese, ha disputato 6 gare nella Coppa Sudamericana e 2 in Coppa Venezuela.

L’italo-venezuelano, nato 35 anni fa a Caracas, ha esperienza e carisma da vendere, nel passato ha condotto con risultati eccellenti, sia a livello giovanile che nella Primera División, formazioni di prestigiose società come Centro Italiano Venezolano di Caracas (giovanili), Zamora, Deportivo Italia, Deportivo Lara e Caracas.

Saragò ha iniziato la sua esperienza in “Primera” nel 2008 quando si sedette sulla panchina dello Zamora per disputare il Torneo Clausura. Durante la sua gestione, i bianconeri di Barinas chiusero la stagione al settimo posto con 26 punti. Grazie all’ottima performance, arrivò la chiamata del Deportivo Italia con cui vinse il Torneo Apertura 2008 e significò il ritorno in Coppa Libertadores degli azzurri dopo tanti anni.

Nel 2011 si trasferisce a Barquisimeto, e sotto la sua guida il Deportivo Lara riesce nella titanica impresa di conquistare sia il Torneo Apertura 2011 sia il Torneo Clausura 2012, scrivendo il proprio nome negli almanacchi del calcio venezuelano come il quarto allenatore che vince la ‘Estrella’ (lo scudetto) senza passare per la finale. Con la squadra che rappresenta la ‘ciudad musical de Venezuela’, Saragò ha inannellato una scia di 30 gare consecutive senza conoscere la sconfitta.

Dopo l’esperienza a Barquisimeto, il mister di origine calabrese, siede sulla panchina del Caracas con cui vince la Coppa Venezuela 2013 dopo aver battuto in finale gli acerrimi rivali del Deportivo Táchira. Il matrimonio tra Saragò ed i ‘rojos del Ávila’ è finito dopo il Torneo Adecuación 2015. Presto scopriremo il prossimo destino di Saragó.
(Fioravante De Simone)

Ultima ora

19:25Calcio: Parma, Crespo vicepresidente

(ANSA) - Parma, 28 LUG - Hernan Crespo vice presidente del Parma, di cui è stato bandiera come giocatore. "La Società Parma Calcio 1913 comunica, in seguito al CdA che si è svolto questo pomeriggio - spiega una nota -, di aver conferito la nomina di Vicepresidente a Hernan Crespo, indimenticato crociato del secolo, e al parmigiano Giacomo Malmesi, avvocato e socio fondatore di Nuovo Inizio S.r.l.. Crespo e Malmesi, ricopriranno il ruolo rivestito fino al termine della scorsa stagione da Marco Ferrari - che resta azionista di Nuovo Inizio S.r.l. - al quale la società crociata rinnova il ringraziamento per l'eccellente lavoro svolto".

19:18Golf: Romano vince l’English boys U18 open

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Nuovo successo del golf italiano in campo internazionale in una stagione che si colora sempre più di azzurro: Andrea Romano ha vinto l'English Boys U18 Open Amateur Stroke Play Championship/The Carris Trophy al West Sussex Golf Club (par 68) di Pulborough in Inghilterra. Dopo aver concluso il torneo con 264 (64 72 63 65, -8) colpi alla pari con il francese Jean Bekirian (264 - 65 68 65 66), Romano ha poi conquistato il titolo con un birdie alla prima buca di spareggio. E' stato un autentico trionfo italiano per la presenza di altri tre azzurri nelle prime sette posizioni e per il primo posto nella Nations Cup. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022 e Direttore Tecnico del settore professionisti e dilettanti FIG si è complimentato con lui: ''Un giovane in grande crescita che, vinto il Campionato Nazionale Ragazzi, si è ora confermato a livello internazionale.

19:17Corea Nord: Tokyo, missile intercontinentale

(ANSA) - PECHINO, 28 LUG - Il missile balistico lanciato in piena notte dalla Corea del Nord ha le caratteristiche del tipo intercontinentale (Icbm): lo riferisce l'agenzia Kyodo citando fonti del governo di Tokyo. Il vettore, ha affermato invece, il premier Shinzo Abe, sarebbe caduto nella zona economica esclusiva nipponica nel mar del Giappone dopo un volo di 45 minuti circa, secondo il portavoce del governo, Yoshihide Suga. Anche Tokyo, come la Corea del Sud, ha convocato il Consiglio sulla sicurezza nazionale.

19:16Sisma Emilia: verso dimezzamento comuni del cratere

(ANSA) - BOLOGNA, 28 LUG - Si dimezza il "cratere sismico" in Emilia, l'area colpita dai terremoti del 2012: 5 anni dopo, per 29 comuni su 59 la ricostruzione è terminata o in avanzamento molto elevato, tanto da essere compatibile con le procedure ordinarie degli Enti locali. Nei restanti 30 comuni le problematiche rimangono consistenti e di una certa complessità. E' l'esito dell'analisi dei lavori al 30 giugno, compiuta nel Comitato istituzionale per il terremoto riunito oggi con i sindaci dei comuni colpiti, il presidente della Regione e commissario Stefano Bonaccini e l'assessore alla ricostruzione, Palma Costi. La proposta di dimezzamento dovrà essere vagliata dal Governo, assieme alle richieste di inserire nella legge di stabilità 2018 la proroga di 2 anni (al 31 dicembre 2020) dello stato di emergenza, risorse per la ricostruzione pubblica (le stime parlano di 350 mln ancora necessari), la proroga dell'autorizzazione per il personale, la sospensione mutui degli Enti locali colpiti e i lavoratori interinali.

19:13Terremoto: Pirozzi, Amatrice chiusa alla stampa il 24 agosto

(ANSA) - RIETI, 28 LUG -"Non darò a nessun giornalista l'autorizzazione ad entrare ad Amatrice la notte tra il 23 e il 24 agosto: non vogliamo che venga fatta spettacolarizzazione del nostro dolore. Il 24 agosto sarà il giorno del silenzio". È quanto ha ribadito, come era già avvenuto nei giorni scorsi, il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, parlando ai microfoni della radio di sevizio del comune reatino colpito dal sisma della scorsa estate.(ANSA).

19:13Libia: martedì governo riferisce a commissioni parlamentari

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Martedì 1° agosto, alle ore 13 nella sala del Mappamondo, si riuniranno le commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato per comunicazioni del Governo sull'evoluzione della situazione in Libia. L'appuntamento sarà trasmesso in diretta webtv. E' quanto si legge in una nota di Montecitorio.

19:09Libia: missione italiana, nave parte per ricognizione

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Un pattugliatore della Marina militare italiana è in partenza per le acque antistanti la Libia dove farà una ricognizione finalizzata a mettere a punto nei dettagli, in base alle richieste e alle esigenze delle autorità libiche, la missione di supporto alla Guardia costiera di Tripoli che ha ricevuto oggi il via libera del Consiglio dei Ministri. Il sopralluogo sarà concluso entro martedì quando la delibera del Cdm sarà sottoposta al Parlamento. Avrà dimensioni più ridotte di quanto ipotizzato finora la missione navale italiana di supporto alla Guardia costiera libica nel contrasto ai trafficanti di esseri umani: secondo quanto si apprende,in una prima fase dovrebbero essere mobilitate non più di una o due navi, con relativi elicotteri imbarcati, e non le 5 che costituiscono l'attuale dispositivo dell'operazione Mare sicuro (da cui le unità verranno tratte). La decisione finale sarà presa, d'intesa con Tripoli, all'esito della ricognizione che un pattugliatore della Marina effettuerà nell'area.

Archivio Ultima ora