Liberato giovane italo-venezuelano arrestato durante il “Trancazo”

CARACAS – E’ stato liberato, dopo essere stato detenuto dalla Guardia Nazionale, Fabio Valentini, giovane connazionale dirigente di spicco di Vente Venezuela. Stando a testimonianze, il giovane italo-venezuelano era stato fermato dalla Guardia Nazionale mentre partecipava ad una delle tante proteste pacifiche in San Antonio de los Altos e portato all’ “Inof”. La notizia del rilascio è stata confermata dal sindaco del Comune Los Alias, José Fernández.

Nonostante i comunicati contrastanti, le dichiarazioni contradittorie e la varie smentite e conferme, il “trancazo”, la nuova forma di protesta del Tavolo dell’Unità Democratica che paralizza almeno in parte le attività delle metrópoli in tutto il Paese si è svolto come nelle previsioni.

Lì dove le forze dell’Ordine hanno osservato attente le proteste senza intervenire tutto si è svolto in maniera pacifica, con i cittadini gridando slogan e mostrando striscioni improvvisati allusivi al 16 luglio, data fissata dall’Opposizione per la consulta popolare contro l’Assemblea Nazionale Costituente. Dove invece la Polizia e la Guardia Nazionale hanno represso la protesta con la violenza di sempre, ci sono stati i feriti, alcuni anche gravi.

La protesta si è svolta in tutto il Paese con maggiore o minore successo.  Sono trascorsi piú di  100 giorni da quando l’opposizione è scesa in piazza la prima volta per denunciare un tentativo di “golpe” che considera non ancora del tutto rientrato. Ed ora si opone con forza allAssemblea Nazionae Costituente fortemente voluta dal presidente della Repubblica, Nicolás Maduro, e che, salvo ripensamenti sarà eletta il 30 luglio.