Visco: “Ripresa più forte e salvataggi allontanano i rischi delle banche”

Pubblicato il 12 luglio 2017 da ansa

Ignazio Visco, governatore Banca d'Italia

Il Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, espone le considerazioni finali

ROMA. – L’economia che ha “ripreso forza” e i salvataggi bancari varati dal governo con fondi pubblici, hanno spinto indietro l’Italia dal bordo del baratro in cui si era pericolosamente avvicinata, “dissipando”, come afferma il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, i rischi della tenuta del sistema” del credito. L’assemblea dell’Abi quest’anno cade subito dopo la messa in sicurezza di Mps e delle due venete e fra i partecipanti sul palco e in platea si registra un grande, comune, sospiro di sollievo.

Anche il ministro Pier Carlo Padoan parla di “svolta” e il ‘padrone’ di casa Antonio Patuelli ripete quasi le stesse parole: “i rischi sistemici” sono stati eliminati, per poi partire con un attacco frontale ai suoi ex colleghi coinvolti nelle crisi: “siamo indignati” e “attendiamo gli esiti dei processi”, “debbono essere tempestivamente accertati e perseguiti tutti i responsabili delle crisi, senza clima da ‘caccia alle streghe'”.

Parole nette che non a caso raccolgono il plauso del segretario Fabi Lando Sileoni, di quello First Giulio Romani e della Uilca Massimo Masi. Le banche sono sì messe in sicurezza ma la polemica, anche politica, è ancora incandescente come si vede dalle dichiarazioni contenute nel libro dell’ex premier Renzi. In Banca d’Italia si attende sereni la commissione d’inchiesta nella quale si potranno produrre tutti i documenti.

Nel frattempo Via Nazionale ha pubblicato sul sito una serie di risposte sul tema dove si ribadisce come le inchieste nascano sostanzialmente dalle ispezioni della vigilanza. Se il disastro generale è stato evitato (seppure al costo di diversi miliardi dei contribuenti che dovranno prima o poi rientrare) la situazione è però tutt’altro che rosea. Certo per Visco le banche in difficoltà rimaste sono solo di piccole dimensioni e, sebbene non lo dica, Carige è avviata verso un piano di risanamento.

Il flusso dei crediti deteriorati rallenta ma lo stock è ancora notevole: 202 lordi e 76 netti. Le operazioni Unicredit e Mps lo ridurranno e la Sga si prenderà carico delle due venete ma certo gioverebbe quella società gestione degli attivi (bad bank) verso la quale l’Ecofin ha aperto. Per Visco dovrà essere ‘volontaria’ e acquistare gli Npl vicini al valore “reale economico” quindi non il 20-21% offerto dal mercato (per Unicredit, Unipol e Mps) ma prossimo al 40%. Si vedrà se si andrà avanti.

Le banche dovranno imparare a gestire e ordinare questi crediti per trarne maggior valore e dovranno, spiega Visco, proseguire nelle aggregazioni, nella razionalizzazione della rete di filiali e dei dipendenti raccogliendo la sfida tecnologica dove alcuni stanno restando indietro. Per tutto questo serve “una pausa nel cambiamento delle regole”. L’Europa come ha sottolineato anche Padoan ha mostrato “flessibilità” nella gestione della crisi italiana (con diversi malumori in alcuni paesi) e Patuelli pure riconosce l’arrivo di “aria nuova” sebbene le regole hanno portato “traumi e costi eccessivi” quando prima sotto la guida di Banca d’Italia non ci sono stati danni per i risparmiatori.

Il presidente dell’Abi non deflette dal suo europeismo e dalla difesa della moneta unioca senza la quale saremmo come in “Sudamerica” ma le regole non sono “tavole di Mosè” non criticabili. Per questo sia il governatore che l’Abi chiedono una riflessione sull’arrivo di nuove regole che provoca incertezza. Il comparto, con alcune notevoli eccezioni chiaro, deve ancora fare molto “per generare utili adeguati” (fino a ora ‘mangiati’ dalla svalutazioni sui prestiti e sostenere livelli di patrimonio” richiesti dalla regole.

(di Andrea D’Ortenzio/ANSA)

Ultima ora

20:45Calcio: Cristiano Ronaldo, confermata squalifica 5 turni

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Anche l'ultimo giudice sportivo d'appello, il Tribunale amministrativo dello sport (Tad), ha confermato le cinque giornate di squalifica inflitte a Cristiano Ronaldo per la spinta all'arbitro dopo l'espulsione nella partita di andata della finale di Supercoppa di Spagna contro il Barcellona. Il Real Madrid aveva presentato ricorso sperando in un piccolo sconto, ma non c'è stato niente da fare. Così il fuoriclasse portoghese. che ha già saltato il ritorno di Supercoppa e l'esordio in Liga a La Coruna, sarà assente anche per le prossime tre partite di campionato contro Valencia, Levante e Real Sociedad tornando in campo solo il 20 settembre al Santiago Bernabeu contro il Betis Siviglia.

20:37Calcio: Champions, Celtic qualificato alla fase a gironi

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Il Celtic è la prima squadra a qualificarsi per la fase a gironi di Champions League. Gli scozzesi sono stati battuti in Kazakhstan dall'Astana per 4-3 ma passano in virtù del successo per 5-0 nella partita di andata. Questa la successione delle reti: nel pt al 26' aut. Ajer (A), al 34' Sinclair (C); nel st al 2' Muzhikov (A), al 3' e 23' Twumasi (A), al 35' Ntcham (C), al 45' Griffiths (C).

20:26Taekwondo: n.1 Fita Cito nel Consiglio WT

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Il n.1 della World Taekwondo, Chungwon Choue, ha nominato il presidente della Federazione italiana Taekwondo (Fita), Angelo Cito, nuovo componente del Consiglio mondiale WT. Riconfermati alla vicepresidenza il membro Cio Coliseo Eduardo Dibos (Perù) e il n.1 della federazione azera, Kamaladdin Heydarov. Nominati anche altri tre membri al Consiglio: il membro Cio Aicha Garad Ali (Gibuti), il presidente della federazione di Trinidad e Tobago, Anthony Ferguson, e Marliu de Veer (Aruba). "Ci stiamo concentrando nel far ritornare l'atleta al centro del nostro mondo e stiamo aggiornando le attività umanitarie - ha detto Chungwon Choue -. Per far questo abbiamo aggiunto nuovi membri al nostro team di leadership. Gli ultimi appuntamenti hanno reso necessario una vasta gamma di competenze, talenti, contatti e persone che, quando saranno unificate sotto il Consiglio WT, aiuteranno la nostra organizzazione a raggiungere nuovi e ambiziosi obiettivi".

20:18Corea Nord: ira Cina per sanzioni Usa, ‘via subito’

(ANSA) - NEW YORK, 22 AGO - "Gli Usa devono correggere immediatamente il loro errore di sanzionare le aziende cinesi per la Corea del Nord": così Pechino replica alle nuove misure annunciate dal Dipartimento al Tesoro americano, per bocca del portavoce presso l'ambasciata cinese a Washington.

19:53Ciclismo: Tour Poitou-Charentes, prima tappa a Viviani

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Nuova vittoria del campione olimpico Elia Viviani (Sky) che a due giorni dal successo alla Cyclassic di Amburgo, ha vinto la prima frazione del Tour du Poitou- Charentes, corsa in cinque tappe che si disputa nell'omonima regione della Francia. Al termine dei 199,5km tra Bressuire e Saintes, il 28enne veronese si è imposto in volata battendo il francese Nacer Bouhanni e l'italiano Danilo Napolitano.

19:44Terrorismo: trolley sospetto ad Ancona, c’era solo cavo rame

(ANSA) - ANCONA, 22 AGO - Un trolley sospetto è stato individuato dai carabinieri ad Ancona nei pressi della fermata dell'autobus in via Marconi. I militari, che erano impegnati nei servizi di sorveglianza rafforzati dopo l'attentato di Barcellona, hanno circoscritto e bonificato l'area interessata, e, insieme agli artificieri della Polizia di Stato hanno verificato che la valigia conteneva solo un cavo di rame arrotolato. L'allarme 'bomba' dunque è velocemente rientrato.

19:35Uccise marito e si costituì: condannata a 8 anni

(ANSA) - AREZZO, 22 AGO - Otto anni è la pena inflitta alla 58enne Paola Marzenta la donna che il 18 ottobre dello scorso uccise a Lonnano, nel comune di Pratovecchio-Stia (Arezzo), il marito 64enne Dino Gori. Il delitto, maturato in seguito ad un diverbio, avvenne alla vigilia dell'udienza definitiva di divorzio della coppia. La sentenza è stata emessa oggi in Tribunale ad Arezzo, il pm Andrea Claudiani aveva chiesto una pena di 14 anni. Il giudice ha accolto parte delle attenuanti richieste dalla difesa, in particolare la perizia svolta dal dottor Mauro Mauri dell'Università di Pisa che attesta la parziale infermità mentale della donna. Paola Marzenta resterà in carcere a Sollicciano, dove è stata portata subito dopo l'arresto. (ANSA).

Archivio Ultima ora