Visco: “Ripresa più forte e salvataggi allontanano i rischi delle banche”

Pubblicato il 12 luglio 2017 da ansa

Ignazio Visco, governatore Banca d'Italia

Il Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, espone le considerazioni finali

ROMA. – L’economia che ha “ripreso forza” e i salvataggi bancari varati dal governo con fondi pubblici, hanno spinto indietro l’Italia dal bordo del baratro in cui si era pericolosamente avvicinata, “dissipando”, come afferma il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, i rischi della tenuta del sistema” del credito. L’assemblea dell’Abi quest’anno cade subito dopo la messa in sicurezza di Mps e delle due venete e fra i partecipanti sul palco e in platea si registra un grande, comune, sospiro di sollievo.

Anche il ministro Pier Carlo Padoan parla di “svolta” e il ‘padrone’ di casa Antonio Patuelli ripete quasi le stesse parole: “i rischi sistemici” sono stati eliminati, per poi partire con un attacco frontale ai suoi ex colleghi coinvolti nelle crisi: “siamo indignati” e “attendiamo gli esiti dei processi”, “debbono essere tempestivamente accertati e perseguiti tutti i responsabili delle crisi, senza clima da ‘caccia alle streghe'”.

Parole nette che non a caso raccolgono il plauso del segretario Fabi Lando Sileoni, di quello First Giulio Romani e della Uilca Massimo Masi. Le banche sono sì messe in sicurezza ma la polemica, anche politica, è ancora incandescente come si vede dalle dichiarazioni contenute nel libro dell’ex premier Renzi. In Banca d’Italia si attende sereni la commissione d’inchiesta nella quale si potranno produrre tutti i documenti.

Nel frattempo Via Nazionale ha pubblicato sul sito una serie di risposte sul tema dove si ribadisce come le inchieste nascano sostanzialmente dalle ispezioni della vigilanza. Se il disastro generale è stato evitato (seppure al costo di diversi miliardi dei contribuenti che dovranno prima o poi rientrare) la situazione è però tutt’altro che rosea. Certo per Visco le banche in difficoltà rimaste sono solo di piccole dimensioni e, sebbene non lo dica, Carige è avviata verso un piano di risanamento.

Il flusso dei crediti deteriorati rallenta ma lo stock è ancora notevole: 202 lordi e 76 netti. Le operazioni Unicredit e Mps lo ridurranno e la Sga si prenderà carico delle due venete ma certo gioverebbe quella società gestione degli attivi (bad bank) verso la quale l’Ecofin ha aperto. Per Visco dovrà essere ‘volontaria’ e acquistare gli Npl vicini al valore “reale economico” quindi non il 20-21% offerto dal mercato (per Unicredit, Unipol e Mps) ma prossimo al 40%. Si vedrà se si andrà avanti.

Le banche dovranno imparare a gestire e ordinare questi crediti per trarne maggior valore e dovranno, spiega Visco, proseguire nelle aggregazioni, nella razionalizzazione della rete di filiali e dei dipendenti raccogliendo la sfida tecnologica dove alcuni stanno restando indietro. Per tutto questo serve “una pausa nel cambiamento delle regole”. L’Europa come ha sottolineato anche Padoan ha mostrato “flessibilità” nella gestione della crisi italiana (con diversi malumori in alcuni paesi) e Patuelli pure riconosce l’arrivo di “aria nuova” sebbene le regole hanno portato “traumi e costi eccessivi” quando prima sotto la guida di Banca d’Italia non ci sono stati danni per i risparmiatori.

Il presidente dell’Abi non deflette dal suo europeismo e dalla difesa della moneta unioca senza la quale saremmo come in “Sudamerica” ma le regole non sono “tavole di Mosè” non criticabili. Per questo sia il governatore che l’Abi chiedono una riflessione sull’arrivo di nuove regole che provoca incertezza. Il comparto, con alcune notevoli eccezioni chiaro, deve ancora fare molto “per generare utili adeguati” (fino a ora ‘mangiati’ dalla svalutazioni sui prestiti e sostenere livelli di patrimonio” richiesti dalla regole.

(di Andrea D’Ortenzio/ANSA)

Ultima ora

00:04Calcio: Cristiano Ronaldo premiato come miglior giocatore

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - Cristiano Ronaldo ha ricevuto il Best Fifa Awards come miglior giocatore della scorsa stagione, nel corso della cerimonia di premiazione svoltasi a Londra. La stella del Real Madrid e della nazionale portoghese, vincitore dell'ultima edizione della Champions League, ha battuto la concorrenza di altri due 'marziani' del calcio come Neymar (da questa stagione al Psg) e Messi (Barcellona). Il premio come miglior allenatore è andato al tecnico del Real Madrid, Zinedine Zidane, che ha superato due tecnici italiani: Massimiliano Allegri ed Antonio Conte, vincitori rispettivamente del campionato italiano con la Juventus e della Premier inglese con il Chelsea.

23:14Calcio: Serie B, Brescia-Bari 2-1

(ANSA) - BRESCIA, 23 OTT - Prima vittoria per il Brescia di Marino ai danni di un Brescia che in trasferta continua a non ingranare. L'anticipo dell'undicesima giornata di Serie B finisce 2-1 con la squadra di casa che passa al 17' con un gol di Caracciolo che infila Micaj con un diagonale in progressione. Il pareggio del Bari al 33' con Galano che batte Minelli di testa sotto misura. All'8' st Brescia di nuovo avanti con un autogol di Capradossi a deviare un innocuo cross di Furlan. Il Brescia sale a 13 punti in classifica, il Bari resta a 16.

22:01Calcio: Tavecchio, Var da valutare in base ai dati

(ANSA) - MILANO, 23 OTT - "Il Var si valuta sulle statistiche, non sulle dichiarazioni dei singoli. Bisogna vedere quanti elementi sono stati giudicati, quanti sono stati ritenuti errori e quanti quindi sono stati ripristinati nella legalità'". Così il presidente della Figc Carlo Tavecchio, a margine della consegna delle 'Stelle al Merito Sociale' al teatro Dal Verme di Milano, commenta le ultime polemiche scatenate dalla video assistenza agli arbitri, con Montella protagonista ("mi gioco la carriera"). "Certamente è un periodo di studio - aggiunge Tavecchio - dovete tenere conto che ci sono dieci campi di calcio e almeno tre arbitri che controllano: in totale sono 30 arbitri che devono avere una preparazione molto particolare e non è semplice. Ma il Var sarà il futuro del controllo del calcio".

21:56Calcio: Best Fifa Awards, Buffon miglior portiere

(ANSA) - LONDRA, 23 OTT - Gianluigi Buffon è stato votato miglior portiere al mondo della passata stagione. Il n.1 della Juventus si è aggiudicato il 'The best Fifa awards', ed è stato preferito a Keylor Navas e Manuel Neuer. "Sono felice e orgoglioso di aver ricevuto questo premio alla mia età - le parole di un Buffon commosso -. Ringrazio il mio club, il mio allenatore, e i miei compagni perché mi hanno aiutato a vincerlo. L'ultima stagione è stata fantastica, ma non abbastanza per vincere in Europa. Vorrei chiudere la carriera con una grande vittoria".

21:52Calcio: Bonucci, squadra è con Montella

(ANSA) - MILANO, 23 OTT - "Nel calcio moderno gli allenatori sono sempre messi in discussione ma la squadra è con Montella: vogliamo uscire da questo momento tutti insieme": così il capitano del Milan, Leonardo Bonucci, schierandosi con l'allenatore. "Ieri anche in dieci si è vista la voglia di rispondere sul campo alle critiche che ci stanno piovendo addosso dopo il grande mercato e le aspettative iniziali - ha detto a Premium Sport -. Dobbiamo rimanere uniti, credere nel lavoro: sono molto fiducioso e positivo per quello che verrà".

21:42Insulti antisemiti: Tavecchio, fatto inqualificabile

(ANSA) - MILANO, 23 OTT - "I volantini antisemiti offendono una comunità e tutto il nostro Paese. E' un atteggiamento inqualificabile". Così il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, a margine della consegna delle 'Stelle al Merito Sociale' al teatro Dal Verme di Milano, commenta le scritte antisemite apparse ieri sera allo stadio Olimpico di Roma durante la partita Lazio-Cagliari.

21:10Battisti, ‘se sarò estradato in Italia mi uccideranno’

(ANSA) - BRASILIA, 23 OTT - Nel caso in cui fossi estradato in Italia, "gli agenti penitenziari italiani hanno detto che mi uccideranno": lo ha detto alla stampa brasiliana Cesare Battisti alla vigilia della riunione del Supremo Tribunale brasiliano, ricordando "l'odio alimentato in tutti questi anni da una parte dei media e dalle forze politiche italiane. Quelli che mi vogliono uccidere sono quelli che dovranno avere cura di me in carcere... ho paura della violenza fisica da parte dell'Italia", ha aggiunto l'ex terrorista dei Pac condannato all'ergastolo per quattro omicidi. Battisti ha tuttavia affermato: "Sto aspettando la risposta del Supremo Tribunal Federal, credo sarà positiva. Stiamo parlando della legge, e secondo la legge la mia estradizione è impossibile. Un decreto non può essere derogato dopo cinque anni" dall'approvazione, ha detto alla stampa brasiliana Battisti. Domani è in programma a Brasilia un'udienza dell'Alta corte che esaminerà l'habeas corpus richiesto dai legali di Battisti.

Archivio Ultima ora