Incendi: brucia ancora il Sud, due morti in Calabria

Pubblicato il 13 luglio 2017 da ansa

Incendi Sud Italia

Messina, foto dal profilo Twitter dei Vigili del Fuoco

ROMA. – Brucia ancora il sud Italia, per il terzo giorno di fila: centinaia di roghi, quasi tutti dolosi, stanno devastando migliaia di ettari in Sicilia, Calabria, Campania nonostante il lavoro incessante dei vigili del fuoco impegnati a terra e dei piloti di Canadair ed elicotteri. Fiamme che hanno provocato anche due vittime: due agricoltori in provincia di Cosenza, uccisi mentre tentavano di spegnere gli incendi che hanno colpito i loro terreni.

Sono i numeri a dare la dimensione di quel che sta avvenendo: dalla metà di giugno al 12 luglio, dice Legambiente, sono andati in fumo 26mila ettari di boschi, la stessa superficie che è bruciata in tutto il 2016. Dall’inizio dell’anno, inoltre, si è stabilito un altro record: la flotta dello Stato è intervenuta 769 volte, il picco massimo degli ultimi 10 anni. Nel 2007, un anno infernale per gli incendi, le richieste si fermarono a 722. E nel 2012, altro anno difficile, furono 458.

“Di fronte a questi numeri – sottolinea la Protezione Civile – è encomiabile il lavoro svolto dalla flotta antincendio”. Che da oggi può contare su altri due velivoli: due aerei francesi già operativi sul Vesuvio dopo la richiesta d’aiuto dell’Italia a Bruxelles. I vigili del fuoco hanno effettuato in una sola giornata oltre mille interventi, un quarto dei quali in Sicilia dove tutte le province sono interessate dagli incendi.

Situazione grave anche in Calabria, con 137 roghi soprattutto in provincia di Reggio Calabria e Cosenza. E’ qui che sono morti i due agricoltori: il primo, un pensionato di 68 anni, è finito in un fosso dopo esser stato investito dal fumo che aveva invaso il suo uliveto a Cessaniti, il secondo, un sessantanovenne, è stato trovato morto nel suo terreno a San Pietro in Guarano.

Nessuna vittima ma centinaia di evacuati in Basilicata, a causa delle fiamme che hanno accerchiato 3 campeggi a Metaponto. “Mi appello alla responsabilità dei cittadini – dice il governatore Marcello Pittella – affinché denuncino le condotte di natura dolosa”.

Non va meglio in Campania: l’Esercito presidia le vie d’accesso al Vesuvio (finora sono stati distrutti 100 ettari di bosco), mentre le fiamme hanno raggiunto anche Positano e i vigili del fuoco hanno dovuto proteggere l’ospedale ad Ottaviano. In Sardegna, infine, è stato convocato il comitato operativo regionale per coordinare le operazioni di spegnimento degli incendi che stanno interessando la Gallura.

E intanto è riesplosa la polemica sullo scioglimento del Corpo forestale dello Stato, transitato nei Carabinieri e, in minima parte (360 persone su quasi settemila forestali) nei Vigili del Fuoco. Il coordinatore dei Verdi Angelo Bonelli ha presentato un esposto alla Corte dei Conti e alla procura di Roma: su 32 elicotteri che appartenevano al Corpo Forestale, sostiene, 16 sono passati ai Vigili del Fuoco e 16 ai Carabinieri. Ma 28 sono a terra per una serie di problemi che vanno dall’aggiornamento dei criteri di volo ai brevetti dei piloti.

Anche i sindacati definiscono una scelta “deleteria”, un “errore”, il passaggio della Forestale ai Carabinieri. Tutto il servizio antincendio del Cfs, dice il segretario del Silp-Cgil Daniele Tissone, è passato nei Vigili del Fuoco, “ma la maggior parte degli uomini, dei mezzi, delle autobotti e degli elicotteri sono adesso ai Carabinieri e sono di fatto sottratti alla macchina che gestisce l’emergenza incendi”.

Almeno “duemila persone”, secondo il segretario della Fns-Cisl Pompeo Mannone, che si occupavano di incendi, ora fanno altro. Senza contare che c’è anche “l’impossibilità per le Regioni di attivare convenzioni con il Corpo Forestale”.

Ultima ora

13:16Scuola a Bolzano intitolata a Ilaria Alpi

(ANSA) - BOLZANO, 22 NOV - Viene intitolata a Ilaria Alpi, la giornalista Rai assassinata a Mogadiscio insieme al suo cineoperatore Miran Hrovatin, la scuola secondaria di via Cassa di Risparmio a Bolzano. La cerimonia è in programma venerdì prossimo. In mattinata sarà presente il regista del il film "Somalia 94, il caso Ilaria Alpi" Marco Giolo. Verso le 11.30, guarderà il film d'animazione con gli alunni e parlerà con loro del suo lavoro di giornalista. Nel pomeriggio, sarà organizzata per gli studenti delle scuole superiori una performance cinematografica e alle ore 18.00 si svolgerà la cerimonia di inaugurazione in presenza della dirigente scolastica il capo dell'amministrazione scolastica e altri membri del dipartimento di educazione della scuola.

13:07Sindaco Chioggia (M5s) indagato per abuso d’ufficio

(ANSA) - VENEZIA, 22 NOV - Il sindaco di Chioggia (Venezia) Alessandro Ferro del M5s, risulta indagato dalla Procura di Venezia per abuso d'ufficio. A renderlo noto lo stesso Ferro che ne dà notizia su Fb. "Mi è stato notificato un avviso di richiesta di proroga indagini da parte della Procura di Venezia per il reato di abuso d'ufficio - si legge sul suo profilo con il post tutt'ora in rete -. Prima d'ora non avevo ricevuto alcuna comunicazione, né ero a conoscenza di alcuna attività nei miei confronti". "Per trasparenza nei confronti di tutti i cittadini, in ossequio a uno dei pilastri fondanti del Movimento 5 stelle - rileva -, ne do comunicazione a tutti. Ho naturalmente piena fiducia nella giustizia. Vi terrò aggiornati su eventuali sviluppi". Ferro era stato oggetto di critiche per una sua presunta partecipazione azionaria nella gestione di una spiaggia e i relativi permessi.

12:52Zimbabwe: tv, Mnangagwa giura venerdì come presidente

(ANSA) - IL CAIRO, 22 NOV - Si terrà dopodomani venerdì la cerimonia di giuramento del nuovo presidente dello Zimbabwe, Emmerson Mnangagwa: lo scrive il sito dell'emittente pubblica del paese, la Zbc, il giorno dopo le dimissioni dell'ormai ex capo di Stato Robert Mugabe. "Il compagno Mnangagwa arriverà nel paese oggi alle sei del pomeriggio alla base aerea di Manyame, ad Harare", precisa il sito citando proprie "buone" fonti ufficiali.

12:47Libano: Hariri sospende dimissioni su richiesta Aoun

(ANSAmed) - BEIRUT, 22 NOV - Il premier libanese Saad Hariri ha detto che il presidente Michel Aoun gli ha chiesto di riflettere sulla decisione di dimettersi. Hariri ha parlato poco fa dal palazzo presidenziale di Baabda in un discorso trasmesso in diretta dai media libanesi. "Ho presentato le dimissioni al presidente e lui ha auspicato che si prenda tempo per riflettere sulle cause (delle dimissioni). Ho risposto a questo auspicio, con la speranza che si arrivi a un dialogo e che si risolvano i problemi del paese".

12:46Migranti: da Prefetto Venezia i 55 partiti dal padovano

(ANSA) - PADOVA, 22 NOV - Gli ultimi 55 migranti che, nei giorni scorsi avevano lasciato il centro di Conetta nel veneziano, saranno ricevuti dal Prefetto di Venezia Carlo Boffi. I 'superstiti' della lunga marcia che li ha portati a girovagare dal veneziano fino al padovano dove hanno trascorso la notte in una struttura religiosa a Rubano, stamane con un bus messo a disposizione dalla Prefettura sono stati accompagnati a Venezia dove porteranno le loro ragioni e si deciderà della loro sorte in Prefettura. I migranti avevano lasciato Conetta in massa perché ritenevano inadeguata l'ospitalità che si protraeva da tempo nella struttura da loro ritenuta scomoda ma anche per le lunghezze burocratiche nel decidere il loro status. Alcuni di loro sono stati sistemati in luoghi alternativi ma la maggior parte di loro, alla fine, ha fatto ritorno a Conetta dove gli ospiti, ad oggi, sono meno di un migliaio.

12:28Australia: si dimette ct Postecoglou, niente Mondiali

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - C'è chi ai Mondiali non può partecipare per non essersi riuscito a qualificare e chi, invece, non andrà per scelta personale. E' il caso del ct dell'Australia, Ange Postecoglou, che ha deciso di rassegnare le dimissioni una settimana dopo avere staccato il biglietto - alla guida dei 'socceroos' - per Russia 2018. Una decisione che ha colto tutti di sorpresa, dopo il successo sull'Honduras nello spareggio intercontinentale. Da quattro anni Postecoglou, vittorioso della Coppa d'Asia 2015, era alla guida della Nazionale australiana di calcio, che adesso dovrà affrontare i Mondiali con un'altra guida tecnica. "Ho speso troppo a livello mentale e nervoso, non me la sento di continuare - le parole che il ct dimissionario ha affidato al sito ufficiale della Federcalcio australiana -: è stato un privilegio allenare la Nazionale del mio Paese, ma non me la sento di continuare.

12:09Calcio: ds Monchi a Berizzo “Forza Mister, non arrenderti”

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "Forza Mister, sei nel posto migliore del mondo per non arrenderti e non mollare mai, vincerai sicuramente questa battaglia. Un abbraccio di cuore. #animoToto ". Così, dal proprio account di Twitter, Ramon Rodríguez Verdejo, detto Monchi, direttore sportivo della Roma, manifesta il proprio sostegno all'allenatore del Siviglia, Eduardo Berizzo, che ha reso noto - tramite il proprio club di appartenza - di essere malato di cancro. Tanti gli attestati di solidarietà al tecnico argentino da parte di altri ex tesserati per il Siviglia, come Monchi. Fra essi Unai Emery, attuale allenatore del PSG ("supporto e amore non ti mancheranno in questa lotta"). Tweet di sostegno anche da parte dell'altra società di Siviglia, il Betis, che invita Berizzo ad avere "molta forza e grande carattere".

Archivio Ultima ora