Pensione: governo e sindacati vogliono bloccare lo scatto a 67 anni

Pubblicato il 13 luglio 2017 da ansa

Pensione

In pensione a 67 anni

ROMA. – Bloccare l’aumento dell’età per la pensione, che rischia di salire a 67 anni, costerebbe 1,2 miliardi. E’ questa la cifra, secondo fonti vicine al dossier, che bisognerebbe stanziare a partire dal 2019, anno in cui scatterebbe lo scalino. E non solo, da quella data, secondo l’Rgs, tornerebbe a salire il rapporto tra la spesa pensionistica e il Pil, pur in presenza di una stretta sui requisiti di accesso. Il problema dell’età va però affrontato ora perché l’adeguamento all’aspettativa di vita deve essere messo a punto entro dicembre.

Cgil, Cisl e Uil fanno fronte comune per chiedere il congelamento a 66 anni e 7 mesi. “L’unica e ultima possibilità di intervenire è la legge di Bilancio”, sostengono. “Valuteremo con i sindacati se il grado della discussione tecnica ci consente un confronto politico”, spiega il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti.

La partita si giocherà in questa seconda metà di luglio ma il quadro potrebbe essere più chiaro già lunedì, quando è in programma nelle sede del Pd un convegno sulla riforma della previdenza. A parlarne saranno i protagonisti: Poletti, i leader di Cgil, Cisl e Uil. I Dem saranno saranno rappresentati dal vicesegretario Maurizio Martina e dal responsabile per il lavoro Tommaso Nannicini.

Il seminario punta sulle nuove generazioni: “Non è una pensione per i giovani”. E in effetti il ‘pacchetto previdenza’ ha dentro anche la tutela di chi ha carriere precarie. Due sarebbero le strade: intervenire con una pensione minima, integrando i trattamenti sotto una certa soglia (c’è già una proposta in Parlamento) oppure optare per una ‘pensione di garanzia’: un premio, commisurato ai contributi versati, che valorizzi i periodi di sofferenza lavorativa.

Si potrebbero così immaginare dei bonus per i periodi passati in collaborazione o part time. Inoltre per consentire l’uscita anticipata a chi è totalmente nel contributivo, chi ora è under40, si chiede l’eliminazione dei vincoli che legano il pensionamento a un importo non inferiore a 1.250 euro mensili.

Tuttavia la questione che i sindacati considerano “preliminare” resta lo stop all’automatismo che aggancia aspettativa di vita ed età pensionabile: “non è pensabile ipotizzare ulteriori aumenti”, “già oggi le norme italiane sono fra le più penalizzanti in Europa”, sostengono i segretari confederali di Cgil, Roberto Ghiselli, di Cisl, Maurizio Petriccioli, e Uil, Domenico Proietti.

I tre chiedono “la sterilizzazione del meccanismo”, senza aspettare ottobre, quando l’Istat comunicherà il dato definitivo sui mesi in più. Intanto c’è chi vede aprirsi qualche spiraglio. “Sono stati fatti dei passi avanti” dice Barbagallo, anche se, aggiunge, “tutto deve essere ancora verificato nel confronto politico”.

Certo bisognerà fare i conti con le cifre, anche perché avverte la Ragioneria, il rapporto tra spesa pensionistica e Pil risalirà, proprio dal 2019. La stretta sui requisiti di accesso, infatti, non potrà controbilanciare del tutto gli effetti demografici, il riversamento tra i pensionati delle generazioni del baby boom.

(di Marianna Berti/ANSA)

Ultima ora

01:30Azzurri:Bonucci,Ventura unico colpevole è brutto e riduttivo

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Trovare un unico colpevole nel Ct Ventura è brutto e riduttivo, l'eliminazione arriva non per il Ct in panchina ma perché abbiamo tralasciato i segnali che arrivavano''. Dopo il match con il Napoli, il difensore del Milan e della Nazionale italiana torna sulla mancata qualificazione dell'Italia ai Mondiali. ''Gli altri - afferma Bonucci a Sky - crescono e noi ci affidiamo alla buona sorte. Ancelotti prossimo CT? Per lui parla la carriera, è un grandissimo allenatore, è un vincente ma ci sono altre cose che bisogna decidere prima del commissario tecnico"

01:16Azzurri:Sarri’nessuno ha difeso Ventura e non mi è piaciuto’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Nessuno ha preso le difese di Ventura. Qualcuno avrebbe dovuto farlo. Non ho sentito le parole dell'associazione allenatori e questo mi ha fatto male''. Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri prende le difese dell'ex ct della nazionale Giampiero Ventura assediato dai media dopo la mancata qualificazione ai Mondiali. ''Nessuno l'ha difeso e non mi è piaciuta la gogna mediatica a cui è stato sottoposto''. ''Io ct? Più facile - aggiunge Sarri - che io faccia il politico''.

00:41Calcio: Liga, finisce a reti inviolate il derby di Madrid

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - Finisce a reti inviolate il derby di Madrid. Nella 12/a giornata della Liga, l'Atletico, prossimo avversario della Roma in Champions League, non va oltre lo 0-0 in casa contro il Real di Cristiano Ronaldo. Ne approfitta il Barcellona che allunga sempre di più in classifica dopo la larga vittoria 3-0 sul campo del Leganes. Ora i blaugrana hanno 7 punti di vantaggio sul Valencia impegnato domani contro l'Espanyol e 10 sulle due squadre di Madrid.

00:40Calcio:Insigne’dispiace molto per Mondiale,ma no polemiche’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - "E' stata una grande vittoria contro una grande come il Milan. Noi ci abbiamo messo grinta e cuore, poi i tifosi ci sono sempre vicino e noi li ringraziamo sempre e cercheremo di non deluderli''. A Premium Sport l'attaccante del Napoli Lorenzo Insigne torna sulla mancata qualificazione al Mondiale: Scudetto possibile? ''Sappiamo che possiamo fare grandi cose quest'anno, stiamo dando il massimo e speriamo che basterà. Il Napoli per dimenticare la panchina in Nazionale? A me è dispiaciuto di più non andare al Mondiale rispetto a non aver giocato. Non voglio fare polemica, ho accettato le scelte del mister. Per il CT quegli erano gli uomini giusti ma io sono stato orgoglioso di far parte di quel gruppo. Dispiace molto, ma ora devo pensare al Napoli".

00:24Basket: Serie A, Cremona-Reggio Emilia 68-71

(ANSA) - CREMONA, 18 NOV - Colpo grosso per Reggio Emilia che in emergenza totale passa al PalaRadi di Cremona contro una Vanoli troppo svagata (71-68). La squadra di Menetti si è affidata al suo giocatore più forte, Amedeo Della Valle, e alla fine ha ragione visto che il numero 8 realizza ben 24 punti. Reggio ha sfruttato una grande difesa, riuscendo a limitare per quasi tutti i 40' il giocatore più pericoloso della Vanoli: Johnson Odom. La gara, nonostante la supremazia di Reggio, si è decisa a pochi secondi dalla fine. Cremona era riuscita a passare in vantaggio ma ha sprecato troppo facendosi riprendere e superare da un canestro di Wright. Sul -1 la palla persa decisiva di Odom con contropiede decisivo di Reggio che ha di fatto chiuso il conto sul 71-68. Migliori marcatori da una parte Della Valle con 24 e dall'altra Sims con 15.

00:13Serie A: il Napoli batte il Milan 2-1

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - Il Napoli ha battuto il Milan 2-1 (1-0) al San Paolo nel secondo dei due anticipi della 13/a giornata del campionato di Serie A. Apre le marcature Insigne (gol convalidato dalla Var al 33' pt) e chiude Zielinski al 28' st. Tardivo il gol nel finale di Romagnoli (47' st). Gli azzurri allungano in testa alla classifica a +4 punti dalla Juventus attesa domani a Genova dalla Sampdoria.

00:01Gerry Adams, ‘lascio la guida del Sinn Fein nel 2018’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - Gerry Adams ha annunciato che l'anno prossimo lascerà la guida del Sinn Fein, il partito di riferimento della causa repubblicana nella comunità cattolica dell'Irlanda del Nord, dopo 34 anni di leadership. Adams ha comunicato che non si presenterà alle prossime elezioni parlamentari irlandesi. "La leadership è sapere quando è il momento di cambiare e questo è il momento", ha detto alla riunione del partito a Dublino. La sua decisione era attesa.

Archivio Ultima ora