Tv: Young Pope candidato a Emmy, è il primo italiano

Pubblicato il 13 luglio 2017 da ansa

Young Pope

Una immagine di scena di “The Young Pope”, l’attesa serie in dieci puntate firmata dal premio Oscar Paolo Sorrentino con protagonista Jude Law (Pio XIII), in onda dal 21 ottobre su Sky Atlantic HD.
ANSA/UFFICIO STAMPA

LOS ANGELES. – C’è anche The Young Pope di Paolo Sorrentino fra i candidati agli Emmy, gli Oscar della televisione che verranno consegnati il prossimo 17 settembre. La serie Sky prodotta da Wildside di Lorenzo Mieli e Mario Gianani, interpretata da Jude Law, ha ottenuto una candidatura per il miglior production design (per Ludovica Ferrario) e la migliore fotografia (per Luca Bigazzi).

E’ la prima volta che una serie di una società italiana riceve nomination agli Emmy. Le candidature sono state presentate a Los Angeles e hanno visto prevalere Hbo con 110 candidature, Netflix ne ha ottenute 91, Nbc 60, Fox 27. Tante le sorprese per quelli che sono considerati gli Oscar del piccolo schermo e che ora sempre più importanza stanno acquistando nel panorama dell’intrattenimento, visto il salto di qualità che ha fatto il mondo della serialità da qualche anno a questa parte.

Alcune di queste sorprese sono decisamente poco piacevoli, come quella subita da The Leftovers che non ha ottenuto nessuna candidatura per la sua terza ed ultima stagione. Altre hanno un sapore agro-dolce: the Americans, per esempio, il dramma che racconta la vita negli Stati Uniti di due agenti segreti sovietici ai tempi della guerra fredda ha visto i due protagonisti, Keri Russell e Matthew Rhys ottenere una nomination ciascuno, ma il titolo non concorrerà nella categoria miglior dramma.

Snobbato quest’anno anche Trasparent, la commedia targata Amazon che racconta il mondo transgender. Non è fra le migliori commedie anche se Jeffrey Tambor, già vincitore di un Emmy è fra i candidati. Molto bene invece hanno fatto Saturday Night Live e Westworld, che hanno ottenuto ben 22 candidature, Stranger Things e Feud arrivati a quota 18 e la commedia politica Veep con 17.

Ottimi risultati anche per la novità di quest’anno, This is Us, la serie targata Fox che interseca la vita di più generazioni e che al suo debutto agli Emmy ha ottenuto 11 nomination e fra queste quelle per la migliore serie drammatica e i migliori attori protagonisti (Milo Ventimiglia e Sterling K. Brown) e non protagonisti (Ron Cephas Jones e Chrissy Metz).

Altrettanto bene è andata a Genius, film per la tv prodotto da National Geographic che vede Geoffrey Rush interpretare Albert Einstein. Genius ha ottenuto 10 candidature fra cui non poteva mancare quella al protagonista Geoffrey Rush.

Fra gli snobbati infine due nomi spiccano fra tutti, quelli Rami Malek, che l’anno scorso aveva vinto l’Emmy per il suo ruolo in Mr. Robot e che quest’anno non ha ottenuto nemmeno una candidatura e Lena Dunham, la protagonista e creatrice di Girls, che dopo aver vinto con la prima stagione nel 2012 sperava di poter concorrere a questa ultima. Non sarà così.

Ma ecco le principali nomination: lo spin-off di Breaking Bad, Better Call Saul, l’escursus nella vita della regina Elisabetta The Crown, il politico House of Cards oltre che The Handmaid’s Tale, Stranger Things, Westworld e This Is Us sono i candidati alla categoria migliore serie drammatica. Atlanta, Black-ish, Master of None, Modern Family, Silicon Valley, Umbreakable Kimmy Schmidt e Veep sono invece le serie candidate per la miglior commedia.

Fra le attrici drammatiche appaiono i nomi di Viola Davis (Le regole del delitto perfetto), Claire Foy per The Crown, Keri Russell per The Americans, Evan Rachel Wood per Westwood, Robin Wright per House of Cards e Elisabeth Moss (The Handmaid’s Tale). Per la categoria attori drammatici oltre a Sterling K. Brown e Milo Ventimiglia per This Is Us e Matthew Rhys per The Americans, concorrono Anthony Hopkins per Westworld, Liev Schreiber per Ray Donovan, Kevin Spacey per House of Cards e Bob Odenkirk per Better Call Saul. Per la stessa categoria, sezione commedia, spiccano i nomi di Jane Fonda, Ellie Kemper, Julia Louis-Dreyfus, Zach Galifianakis, William H. Macy, Jeffrey Tambor.

Fra le miniserie approdano alla notte degli Emmy Big Little Lies, la terza stagione di Fargo, la storia della eterna lotta fra Bette Davis e Joan Crowford, Feud: Bette and Joan, quella del genio di Einstein in Genius” e infine il dramma targato HBO The Night Of.

Fra i film per la tv Black Mirror di Netflix dovrà vedersela con la storia vera raccontata in The Immortal Life of Henrietta Lacks, Dolly Parton’s Christ mas Of M any Colors: Circle Of Love, Sherlock: The Lying Detective e il racconto della truffa miliardaria di Bernie Madoff Wizard of Lies. Felicity Huffman, Nicole Kidman e Reese Witherspoon, per Big Little Lies e Jessica Lange e Susan Sarandon per Feud si contenderanno invece l’Emmy per le “limited series”.

Snobbato invece Jude Law, nei panni del diabolico papa Lenny Berardo in The Young Pope. Variety giustifica così la mancata candidatura di Law: “La corsa fra gli attori per le mini serie e film per la tv era semplicemente troppo affollata di grandi nomi: Ewan McGregor, Geoffrey Rush, Benedict Cumberbatch, Riz Ahmed, John Turturro e Robert De Niro”.

Le candidature sono state annunciate dalla star di Veep Anna Chlumsky, che ha ottenuto una candidatura in diretta e il protagonista di Criminal Minds Shemar Moore, gli Emmy Awards verranno consegnati domenica 17 settembre da Stephen Colbert.

(di Francesca Scorcucchi/ANSA)

Ultima ora

01:34Calcio: Mkhitaryan dice sì all’Arsenal, Sanchez allo United

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - Il centrocampista armeno del Manchester United Henrikh Mkhitaryan ha accettato la proposta di trasferirsi all'Arsenal, aprendo la strada allo scambio con il cileno Alexis Sanchez, molto atteso da Jose Mourino. Il 28enne centrocampista, 28 anni, si sottoporrà alle visite mediche tra domani e lunedì dopo aver trovato nella giornata di oggi l'accordo con il club londinese, di cui al momento non si conoscono i termini. Secondo i media inglesi, il trasferimento avverrà 'alla pari', avendo trovato i club un accordo su una valutazione di 35 milioni di sterline per entrambi i giocatori.

01:14Calcio: pari Atletico e Valencia ko, sabato pro-Barcellona

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Il Barcellona domina la Liga anche senza giocare, visto che le rivali fanno a gara per gettare punti e perdere ulteriore terreno sulla capolista. L'Atletico Madrid, impegnato col Girona, si è fatto bloccare sull'1-1 e praticamente può dire addio alle pur flebili speranze di contendere il titolo ai blaugrana. I punti di distacco tra prima e seconda sono ora otto, con il Barca che ha una partita in meno (domani col Betis). Il Valencia, terzo in graduatoria, ha addirittura perso a Las Palmas, sprecando l'occasione di affiancare la squadra di Simeone. Vince invece il Villarreal, 2-1 a Levante, e sale al quarto posto in attesa della partita domenicale del Real Madrid.

01:13Liberia: presidente Weah in campo per partita di beneficenza

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - L'ex fuoriclasse George Weah torna al calcio per un giorno, in occasione degli eventi che precedono il suo insediamento come presidente della Liberia: l'ex milanista è sceso in campo per una partita di beneficenza con una squadra creata per l'occasione - la Weah All Stars Team, con molti ex colleghi calciatori - , sfidata in campo dai militari delle forze armate liberiane. Il match - finito 2 a 1 per la squadra del neo presidente - si è svolto al Barclay Training Center di Monrovia. Weah, 51 anni, giurerà da presidente il 22 gennaio.

00:35Calcio: serie B, Cesena-Bari 1-1

(ANSA) - CESENA, 20 GEN - Finisce in parità la sfida dell'"Orogel Stadium Manuzzi" tra Cesena e Bari, ultima sfida del sabato nella 22/a giornata di serie B. All'acuto di Laribi nel primo tempo risponde il Bari con un'autorete di Suagher. Pareggio alla fine giusto giunto al termine di una gara vivace in cui non sono mancate le occasioni da una parte e dall'altra, la più clamorosa la traversa colpita dal barese Cissè a 5' dal termine. Il Bari è sesto con 35 punti, il Cesena raggiunge l'Entella a quota 24.

22:33Calcio: Lipsia ko, raggiunto da Bayer e M.Gladbach

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Il Lipsia perde 2-1 a Friburgo e viene agganciato al secondo posto dal Bayer Leverkusen, vittorioso 4-1 sul campo dell'Hoffenheim, e dal Borussia Moenchengladbach, impostosi 2-0 sull'Augusta. Dopo 19 turni di Bundesliga, la capolista Bayern Monaco ha 13 punti di vantaggio con una partita in meno e domani riceve il Werder Brema. Molto affollata la zona Champions-Europa League. Alle spalle del terzetto a 31 punti, ci sono a quota 30 il Borussia Dortmund, oggi un pareggio 1-1 a Berlino in casa dell'Hertha, lo Schalke 04, che battendo domani l'Hannover scavalcherebbe tutti portandosi al secondo posto da solo, e l'Eintracht, vittorioso per 3-1 a Wolfsburg. In coda, il Magonza batte lo Stoccarda 3-2 e lo raggiunge al quart'ultimo posto. Nella sfida Amburgo-Colonia ha la meglio il fanalino di coda, che vince 2-0 in trasferta.

22:27Calcio: tripletta di Aguero, il City riprende a correre

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Niente cambia in vetta alla Premier League dopo il sabato di incontri della 24/a giornata. Vince 3-0 il Manchester City nell'impegno tardo pomeridiano col Newcastle e mantiene 12 punti di vantaggio sul Manchester United, che si impone 1-0 in casa del Burnley, e 15 sul Chelsea, vittorioso 4-0 a Brighton. Il Liverpool giocherà lunedì a Swansea per riagganciare, in caso di vittoria, la squadra di Conte al terzo posto. Il Tottenham gioca domani e nel frattempo l'Arsenal, con un liberatorio 4-1 al Crystal Palace dopo due pareggi e una sconfitta, gli si è avvicinato. All'Ethiad Stadium il primo gol dei Citizens è stato assegnato ad Aguero, che su cross di De Bruyne ha sfiorato di testa il pallone. Nella ripresa, El Kun ha segnato altre due reti, la prima su rigore. Ed il City riparte dopo il ko con il Liverpool. Lo United ha capitalizzato al massimo una rete di Martial al 9' della ripresa, mentre l'Arsenal ha dilagato sul Palace segnando con Monreal, Iwobi, Koscielny e Lacazette.

22:16Incidenti montagna: alpinista scivola e muore

(ANSA) - PANIA DELLA CROCE (LUCCA), 20 GEN - Un alpinista è morto a seguito delle ferite riportate per una caduta nel Vallone dell'Inferno sul versante occidente della Pania della Croce (Lucca). L'uomo, secondo quanto si appreso, sarebbe finito nella Buca della neve. A dare l'allarme al 118, intorno alle 17, gli altri componenti del gruppo che si trovavano con l'uomo. L'elicottero Pegaso 3 a causa delle condizioni atmosferiche e dell'approssimarsi del buio non ha potuto raggiungere l'alpinista ma è riuscito a trasportare gli uomini della stazione di Lucca, insieme con il medico, a circa 1 ora e 20 minuti di distanza, lungo il sentiero del pastore che sale al Rifugio Rossi. Sul posto si è diretta anche la squadra di Querceta(Lucca). L'uomo era in condizioni disperate. In corso le operazioni di recupero della salma. Il Sast (Soccorso alpino e speleologico Toscano) ricorda che in quota le condizioni della neve non sono buone: vento e pioggia hanno fatto affiorare strati di neve molto ghiacciata.

Archivio Ultima ora