Roma, M55 rilancia: maxi-risparmi e moneta complementare

Raggi, sindaca Roma
La sindaca di Roma Virginia Raggi durante la conferenza di presentazione del piano per il superamento dei campi rom di Roma Capitale, 31 maggio 2017. ANSA/ANGELO CARCONI
Raggi, sindaca Roma
La sindaca di Roma Virginia Raggi durante la conferenza di presentazione del piano per il superamento dei campi rom di Roma Capitale, 31 maggio 2017. ANSA/ANGELO CARCONI

ROMA. – Maxi-risparmi in assemblea capitolina, nuove opere finanziate in assestamento di bilancio e il progetto di introdurre una moneta complementare in città. Il Campidoglio a Cinque Stelle nella stessa giornata tira le somme di diverse iniziative messe in campo a un anno dell’ amministrazione Raggi.

Prima tra tutte, i ‘maxi-risparmi’ nei costi della politica, con il presidente dell’assemblea Capitolina Marcello De Vito che rivendica la drastica riduzione delle spese dell’Aula nei primi 12 mesi di mandato. “Abbiamo risparmiato soldi per restituirli in termini di servizi ai cittadini e ne siamo fieri”, afferma. Si tratta dell’84% di costi in meno rispetto al primo anno Alemanno e il 72,9% in meno rispetto al primo anno Marino.

“Sono cifre non contestabili ma a consuntivo – rivendica De Vito -. Parte di queste, lo dico con un certo orgoglio, sono andate per assunzioni di giovani vincitori di concorso che oggi lavorano. Abbiamo tagliato le auto blu. Abbiamo annullato le consulenze, il che non vuol dire che saranno sempre zero”, ma quest’anno “abbiamo preferito spendere zero. Zero anche per le iniziative e manifestazioni culturali della presidenza dell’assemblea capitolina”.

Anche l’assessore al bilancio Andrea Mazzillo illustra i contenuti dell’assestamento di bilancio che dovrebbe essere votato dall’Aula entro fine mese: una manovra da 132 milioni di euro tra parte corrente e in conto capitale, che stanzia maggiori risorse per trasporti, servizi sociali, interventi infrastrutturali come la progettazione del Ponte dei Congressi e l’abbattimento di un tratto sopraelevato della Tangenziale est, nei pressi della stazione Tiburtina. Per lo smantellamento del tratto di tangenziale, lungo poco meno di 500 metri, atteso da anni, sono stati stanziati 9,9 milioni; 900 mila euro invece sono destinati alla progettazione definitiva del Ponte dei Congressi.

Previsto anche il restauro dell’ex istituto ‘Angelo Mai’ con 5 milioni e nuovi impianti di videosorveglianza in città, da concentrare nei pressi di campi nomadi. “Abbiamo licenziato una manovra di assestamento da 132 milioni di euro: la città vede nuove risorse sul territorio e sulle periferie: dalla manutenzione verde a quella scolastica”, sottolinea l’assessore. Che poi annuncia un altra novità in arrivo: l’amministrazione a 5 Stelle sta studiando la possibilità di introdurre una moneta “complementare” all’euro a Roma.

“Sostanzialmente non utilizzo l’euro e neanche una moneta elettronica, ma alternativa… – dice Mazzillo – Può essere chiamata in tanti modi: in Sardegna c’è il Sardex, oppure il Tibex nel Lazio. L’idea è costruire un circuito parallelo che possa favorire l’economia”. Prende così corpo l’iniziativa, già annunciata in campagna elettorale da Virginia Raggi, tra non poche polemiche.

(di Paola Lo Mele/ANSA)