Bonucci e Juve vicine al divorzio. Post del difensore: “Ricomincio”

Bonucci, Juventus
Leonardo Bonucci durante una sessione di allenamento. ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO
Bonucci, Juventus
Leonardo Bonucci durante una sessione di allenamento. ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

TORINO. – Una ‘pazza idea’ trasformatasi nella trattativa di mercato più suggestiva dell’anno. Un anno fa, quando suonavano le prime sirene inglesi, sembrava impossibile che Bonucci, una delle colonne della BBC bianconera, potesse lasciare la Juventus. Oggi invece il divorzio sembra cosa fatta, o quasi. Il numero 19 di Allegri è molto vicino a vestire la maglia del Milan, anche se la distanza tra richiesta Juve e offerta rossonera sarebbe ancora notevole: 40 contro 30.

L’agente di Bonucci, Alessandro Lucci, è impegnato ad avvicinare le parti. Le ultime ore sono state intense, quasi frenetiche mentre il difensore riprendeva ad allenarsi dopo le vacanze. Si è presentato a Vinovo e ha sostenuto le visite e i test fisici dopo avere postato un tweet a celebrare la ripresa della stagione, ma senza alcun riferimento alla Juventus. Un particolare che ha alimentato le voci e le illazioni.

La posizione della Juventus è la stessa tenuta nel caso Alves: nessun giocatore rimarrà in bianconero controvoglia. La sensazione è che il rapporto tra i campioni d’Italia e il difensore sia giunto al termine. Dal litigio con Allegri alla fine di Juventus-Palermo, con esclusione nel match di Champions a Oporto, alle presunte voci, mai confermate, su una lite negli spogliatoi di Cardiff, il rapporto tra Bonucci e la Juventus, e forse soprattutto proprio con il tecnico livornese, si è lentamente incrinato. Al punto da spingere ‘Leo’ ad accettare la corte del Milan.

Le pretendenti erano tante: dal Barcellona al Manchester City, oltre naturalmente al Milan e ad un timido inserimento dell’Inter. Ma la scelta di Bonucci sarebbe ricaduta proprio sui rossoneri. Nella trattativa non rientrerebbe direttamente De Sciglio: l’obiettivo del Milan è chiudere rapidamente per aggregare il calciatore nella tournée in Cina.

Se da un lato si allontana Bonucci, pare riavvicinarsi Patrick Schick: l’attaccante ceco, risultato non idoneo dopo i primi esami sostenuti al J Medical di Torino, si è sottoposto ad una nuova sessione di test medici a Roma. Alla presenza del presidente della Sampdoria, Ferrero, e dello staff medico della Juventus, Schick ha ripetuto gli esami.

I blucerchiati spingono per depositare il contratto, firmato da entrambe le squadre, che porterebbe nelle loro casse oltre 30 milioni di euro dilazionati in due anni. Di contro i bianconeri potrebbero proporre un prestito che permetta loro di valutare la risposta del calciatore, monitorando di continuo la sua salute. Tra voci e ipotesi, le certezze in casa Juventus arrivano direttamente dal campo: test fisici al mattino e allenamento nel pomeriggio per i difensori Bonucci, Barzagli, Chiellini e Lichtsteiner, i centrocampisti Lemina, Marchisio e Pjanic e l’attaccante croato Mandzukic.

Condividi: